Abbigliamento rotto: un marchio di Jersey City a sostegno della salute mentale a livello locale

Broken Clothing è un marchio locale di Jersey City che lavora per una causa. Il team crea abiti unici con la missione di supportare altre persone del posto che affrontano ansia, depressione e altro ancora. La ragazza Hoboken ha avuto la possibilità di parlare con il proprietario e designer Vincent Ramos della missione del marchio di essere inclusivo per tutti e di offrire alle persone un modo per esprimersi attraverso l’abbigliamento. Continua a leggere per saperne di più su Broken Clothing e su come il marchio sta aiutando i residenti della contea di Hudson.

Ragazza Hoboken: Parlaci di te.

Vincent Ramos: Sono cresciuto a Union, NJ, e vivo in giro per Jersey City da circa sei anni. Per quattro di quegli anni ho lavorato nel settore alimentare e delle bevande nell’area di JC. Sono stato cresciuto da una madre single. Ho due fratelli, un fratello e una sorella, entrambi più piccoli. Siamo tutti estremamente, estremamente stretti. La nostra infanzia non è stata sempre facile, ma sono cresciuta in una casa estremamente amorevole. In arrivo non ho mai avuto un gruppo di amici intorno a me che mi accettasse per me. Sono strano, divertente, arrabbiato, curioso, confuso, antipatico, impaziente, a volte cinico ma soprattutto ottimista e sempre autentico.

Ho sofferto di un grave disturbo d’ansia negli ultimi tre anni circa. Attualmente sono in terapia da un anno e sto prendendo antidepressivi per sopprimere la mia intensa ansia. Broken ha aiutato a darmi uno scopo e uno sfogo per i miei sentimenti. Sono entusiasta di poter parlare così liberamente di chi siamo come azienda e di lavorare insieme a un gruppo di persone che posso davvero chiamare famiglia.

HG: Quante persone hai nel tuo team per dare vita a questa visione?

  • Vincent Ramos – Proprietario/Designer
  • Jaylene Santiago – Direttore delle operazioni
  • Michael Boucher – Responsabile marketing e montaggio/controllo qualità
  • Veronica Rivera – Responsabile dello spettacolo
  • Eric Mejia – Coordinatore di eventi speciali
  • Joseph Vargas – Ambasciatore dei social media

vestiti rotti jersey città

(Credito fotografico: @br.ok.en.co)

HG: Cosa ti ha portato in zona? Cosa pensi che renda speciale questa zona? E/o lo rende adatto alla tua attività?

VR: Mi sono trasferito a Jersey City perché facevo il barista a New York e il pendolarismo era molto più facile. Quello che ho trovato è stata un’incredibile area basata sulla comunità. La comunità è così forte e così progressista che era diversa da qualsiasi cosa a cui ero stato esposto prima. Ci sono così tante piccole imprese a Jersey City e molte di loro sono interessate al benessere personale tanto quanto noi. Non potrei davvero pensare a un’area migliore per avviare un’attività progettata per parlare di salute mentale di qui. Dal mio tempo in cui ho vissuto e lavorato a Jersey City, mi sento davvero come una comunità di persone che costruiscono persone, aziende che costruiscono altre attività.

vestiti rotti jersey città

Leggi di più: una guida alle boutique uniche a Hoboken + Jersey City

HG: Parlaci della missione e dei servizi di Broken Clothing.

VR: “Cuore e mente, corpo e anima. È un peccato quanto possano essere vulnerabili queste cose. Fortunatamente con il dolore arriva la forza e dentro di essa arriva questo marchio di abbigliamento. Qui sta la ragione del tuo dolore, l’empatia per le tue emozioni e la forza di perseverare…”

Troverai questo messaggio nella sezione “CHI SIAMO” del nostro sito. Davvero, non siamo niente vicino all’essere “professionisti qualificati” qui per risolvere tutti i tuoi problemi e darti tutte le risposte ai misteri e agli ostacoli della tua vita. Nella migliore delle ipotesi siamo un gruppo di amici che sanno esattamente com’è lottare con una malattia mentale e che stanno solo cercando di dare alle persone di questo mondo una piattaforma per esprimersi attraverso ogni mezzo necessario. Abbiamo scelto di esprimerci con l’abbigliamento, che ha un significato molto potente dietro. Vogliamo essere un faro di speranza per le persone a cui non è mai stato dato uno spazio confortevole per parlare dei problemi mentali che affrontano ogni singolo giorno. Siamo qui per relazionarci, siamo qui per ascoltare, siamo qui per accettare, siamo qui per imparare e siamo qui per farti sapere che puoi farcela con qualunque cosa tu abbia a che fare e NON SEI SOLO!

HG: Sul tuo sito web viene indicato che le idee per l’abbigliamento provengono da ricordi ed esperienze di vita reale. Raccontaci di alcuni di questi e quali pezzi hanno ispirato.

VR: “PYHO”, che sta per Pour Your Heart Out, è uno dei nostri primi progetti un po’ più vicini ai cuori di tutti i membri del nostro team. Presenta uno scheletro dietro il bancone che versa del liquido da una bottiglia a forma di cuore in un bicchiere. Non c’è nessuno al bar, solo un barista solitario e scarno.

Nel nostro settore, ci vuole un carico emotivo estremo sul nostro cervello per continuare a “esibirsi” per i nostri ospiti in questo settore.

Sì, è per scelta, ma la nostra fonte di reddito dipende dal nostro buon umore per i nostri ospiti ogni singolo giorno. Ci vuole una quantità estrema di energia per farlo ogni singolo giorno. Riesci a immaginare com’è essere circondato da persone che sono fuori e si divertono quando hai a che fare con cose come depressione e ansia? È pieno di gelosia e rabbia per non essere in grado di condividere quegli stessi sentimenti. Si sta esaurendo emotivamente e fisicamente di tutta l’energia che hai lasciato da dare. Questo progetto doveva essere uno sfogo per me per esprimermi e mostrare rispetto per tutti gli altri lavoratori del settore là fuori che stanno mettendo a rischio il loro benessere mentale solo per pagare l’affitto.

Il resto dei nostri design e le loro origini saranno discussi nel prossimo futuro nel nostro prossimo podcast ’86d’. Qui andremo più in profondità e condivideremo tutte le emozioni grezze che vanno in tutto ciò che facciamo qui a Broken.

vestiti rotti jersey città

(Credito fotografico: @br.ok.en.co)

H.G.: Come hai riunito questa squadra per creare Broken Clothing? Eravate amici prima?

VR: Il nostro direttore generale, Jaylene Santiago, e io abbiamo una relazione da due anni. Mike, Eric, Veronica e io abbiamo lavorato tutti insieme in un bar a New York intorno al 2018. Ci siamo persi i contatti per un po’ e fortunatamente ci siamo riconnessi un paio d’anni dopo. Nel bel mezzo della messa in piedi, Mike un giorno trovò Joseph Vargas che stava pattinando in giro per Brooklyn. Mike amava il suo senso della moda e hanno avuto modo di parlare. Alla fine, ci siamo incontrati e lui è cresciuto fino a diventare una grande aggiunta alla famiglia Broken.

HG: Vendi indumenti rotti ovunque a livello locale?

VR: Siamo stati coinvolti in alcuni pop-up al Northern Soul di Hoboken. Al momento abbiamo anche una domanda in sospeso per il festival “All About Downtown” a Jersey City il 22 settembre 2022. Tutte le altre vendite vengono effettuate di pari passo con i locali della contea di Hudson e tramite il nostro sito Web all’indirizzo www.brokenclo.com.

HG: Qual è l’ostacolo più grande che hai dovuto affrontare in quello che fai?

VR: Sono certo che alcuni degli “ostacoli” più grandi debbano ancora venire e siano accolti a braccia aperte. Ovviamente lavoro, vita e equilibrio tra affari sono sempre una sfida, ma per ora, direi che uno dei nostri maggiori ostacoli è imparare a destreggiarsi tra lo spazio della salute mentale e lo spazio della moda. Vogliamo realizzare abiti controversi e alla moda senza sfruttare l’industria della salute mentale a scopo di lucro. Questo argomento e stile di vita di amor proprio significa tutto per noi e sarà sempre più importante dell’abbigliamento.

(Credito fotografico: @br.ok.en.co)

Vedi altro: Dove trovare abbigliamento personalizzato a Hoboken + Jersey City

HG: Quali sono i tuoi obiettivi per quest’anno?

VR: Stiamo cercando di mettere in funzione un podcast, quindi speriamo di avere circa 50 episodi entro il prossimo anno. Stiamo anche cercando di triplicare la nostra presenza e interazione sui social media per costruire una solida base comunitaria all’interno di Broken. Drop più esclusivi, abbigliamento più interessante, eventi più grandi. Siamo più preoccupati di far sapere alle persone che siamo qui e che capiamo cosa vuol dire lottare con la salute mentale che di profitti per il momento. Finché potremo continuare a finanziare il nostro messaggio, siamo fiduciosi di raggiungere questi obiettivi.

HG: Cosa ti piace di più di quello che fai?

VR: Avere la capacità di parlare di chi siamo e di cosa tratta Broken ogni singolo giorno è stato così terapeutico per me, e sono sicuro anche per il resto della squadra. Mi tiene nel presente e mi ricorda che quello che stiamo facendo è estremamente importante. Raccontare la mia storia alle persone crea uno spazio confortevole, spero, in cui le persone possono togliersi dalla mente alcune cose che potrebbero non aver mai condiviso con nessun altro. Potrebbe anche ricordare loro che non sono soli. So che come squadra abbiamo messo dei sorrisi sui volti delle persone e, si spera, abbiamo avuto un impatto duraturo, non importa quanto grande o piccolo. Queste sono le cose che ci fanno andare avanti.

HG: Che consiglio daresti a chi vuole avviare un’attività in proprio?

VR: Sono sicuro che questo è un consiglio vecchio come il tempo, ma francamente inizia. Avere un’idea, correre un rischio, eseguire e rimanere coerenti. Siamo in giro solo da 8-9 mesi e dal primo giorno siamo cresciuti a passi da gigante e abbiamo imparato tanto. Fai il primo passo, tutto è scomodo finché non lo è.

vestiti rotti jersey città

(Credito fotografico: @br.ok.en.co)

HG: Qualcos’altro che vuoi condividere sulla tua attività, carriera, te stesso o il tuo team?

VR: wHo un sacco di cose interessanti in arrivo nei prossimi mesi. Il 21 maggio faremo la nostra prima apparizione al Trenton Punk Rock music festival. Oltre 300 piccole imprese saranno presenti con musica dal vivo e food truck presso la Cure Arena di Trenton, NJ. Stiamo anche lavorando per rendere operativo il nostro podcast, 86’d. Maggiori informazioni su questo arriveranno sulle nostre piattaforme di social media.

La responsabile dell’intrattenimento Veronica Rivera e il resto della squadra stanno organizzando uno spettacolo di danza per il 22 e 23 giugno. Questa vetrina sarà un misto di danza interpretativa e contemporanea, mostrando la lotta per la salute mentale e la luce alla fine del tunnel. Questo spettacolo si terrà nel cuore del quartiere dei teatri di New York con coreografi provenienti da tutta New York e la stessa Miss Rodriguez. I biglietti saranno in vendita il prossimo mese tramite Eventbrite. Tutte le informazioni verranno inviate alle nostre piattaforme di social media nelle prossime settimane.

Resta al passo con Vincent e il team di Broken Clothing instagram e il sito web. È inoltre possibile contattare l’azienda tramite e-mail all’indirizzo rottoclo.co@gmail.com e per telefono al numero (908) 247-8203.

pulsante leggi di più

Leave a Comment