Sostanze chimiche in cosmetici, pentole e abbigliamento legati al diabete nelle donne

Secondo uno studio recente, le sostanze chimiche presenti in un’ampia gamma di prodotti di consumo, inclusi cosmetici, mobili imbottiti e pentole antiaderenti, sono associate a un aumentato rischio di diabete nelle donne di mezza età.

Per lo studio, i ricercatori hanno esaminato i dati su 1.237 donne senza diabete di età compresa tra 45 e 56 anni. All’inizio dello studio, tutte le donne sono state sottoposte a esami del sangue per le sostanze chimiche note come PFAS (sostanze polifluoroalchiliche e perfluoroalchiliche), che vengono utilizzate per rendere i prodotti di consumo idrorepellenti, resistenti alle macchie e antiaderenti.

In circa 16 anni di follow-up, un totale di 102 donne hanno sviluppato il diabete. Le donne con la più alta esposizione a una miscela di sette diversi tipi di PFAS avevano più del doppio delle probabilità di sviluppare il diabete rispetto alle donne con la più bassa esposizione a queste sostanze chimiche, i ricercatori hanno riferito l’11 aprile in Diabetologia.

“I PFAS sono un problema di salute pubblica perché sono molto persistenti nell’ambiente e nel corpo umano, motivo per cui sono conosciuti come la sostanza chimica per sempre”, ha affermato l’autore principale dello studio, Sung Kyun Park, ScD, MPH, professore di epidemiologia e salute ambientale presso l’Università del Michigan ad Ann Arbor, in una dichiarazione.

Leave a Comment