Il modo in cui asciughi i vestiti potrebbe peggiorare la tua febbre da fieno, avverte l’esperto

Il clima più caldo sta arrivando e mentre per molti è un gradito sospiro di sollievo, per altri significa una cosa: la stagione della febbre da fieno si avvicina.

Il Met Office prevede un numero elevato di pollini in tutto il Galles per tutto il fine settimana e la prossima settimana non sarà molto migliore con un conteggio medio per tutta la settimana. Le previsioni sono alte per il polline degli alberi tra cui frassino, quercia, platano e betulla.

È un momento difficile per coloro che soffrono di raffreddore da fieno e senza dubbio stanno provando tutti i trucchi del libro per alleviare i loro sintomi. In precedenza abbiamo condiviso questi suggerimenti per aiutare a gestire i sintomi: leggi di più qui.

LEGGI DI PIÙ: Il clima più caldo può portare a un aumento dei sintomi della febbre da fieno, suggerisce il sondaggio

Ma secondo gli esperti, la nostra routine quotidiana potrebbe effettivamente peggiorare notevolmente i sintomi, incluso stendere la biancheria all’aperto ad asciugare. Avvertimento da parte di esperti.

AEG ha collaborato con l’allergologo pediatrico, il professor Adam Fox, per sconsigliare di asciugare i vestiti all’aperto, anche se sono state previste temperature più calde.

Avete dei rimedi per aiutare chi soffre di raffreddore da fieno? Condividi nei commenti qui sotto.

Il professor Adam Fox ha detto: “Il polline è molto leggero e facilmente captato dall’aria calda, quindi si alza presto al mattino e ricade al tramonto. Per questo motivo, dovremmo evitare di avere il nostro bucato sulla linea durante queste ore del giorno”.

Il professor Adam Fox spiega di seguito come il nostro bucato potrebbe aggravare le nostre allergie stagionali:

Fai attenzione alle finestre aperte quando asciughi i vestiti al chiuso

Un’alternativa all’asciugatura all’aperto è quella di asciugare i vestiti all’interno su stendibiancheria, dove l’aria più calda renderà sicuramente breve il lavoro di asciugatura dei tuoi vestiti. Ma fai attenzione alle finestre aperte, poiché consentiranno comunque al polline di soffiare e depositarsi sui tuoi vestiti quasi quanto se fossero appesi all’esterno.

Se soffri di raffreddore da fieno, è meglio assicurarsi che le finestre siano chiuse se stai asciugando i vestiti al chiuso per ridurre al minimo il trasferimento di polline sul bucato pulito.

Asciugare la biancheria pulita all’esterno peggiora i sintomi

Stendere i vestiti all’aperto in estate è la scelta più sostenibile rispetto all’utilizzo di asciugatrici per tutti i nostri carichi di bucato. Ma durante questi mesi ci sono alcune cose in più a cui pensare; uno dei più cruciali è l’ora del giorno.

Il polline è molto leggero e facilmente captato dall’aria calda, quindi si alza al mattino presto e ricade al tramonto. Per questo motivo, dovremmo evitare di avere il nostro bucato sulla linea durante queste ore del giorno. Prova a stendere i vestiti a metà giornata, se possibile, e portali dentro al tramonto. Questa non è solo la parte più calda della giornata in cui i nostri vestiti si asciugheranno più velocemente, ma anche il momento della giornata in cui c’è meno polline a terra.

Anche il luogo in cui appendi i vestiti ad asciugare può fare la differenza. I principali fattori che contribuiscono al polline sono l’erba e gli alberi, quindi stendere il bucato lontano dalle fonti di polline può aiutare a ridurne gli effetti, ma tieni presente che il polline può ancora viaggiare nel vento. Una volta che hai il bucato, pulisci bene lo stendibiancheria prima di appendere anche i vestiti nuovi, in quanto ciò laverà via tutte le particelle sullo stendibiancheria che potrebbero trasferirsi sugli indumenti puliti.

Togliti i vestiti prima di entrare in camera da letto

Potresti anche prendere in considerazione la possibilità di spogliarti prima di entrare in camera da letto e di lavarti i capelli prima di metterti a letto. Ciò significa che tutte le particelle di polline che potrebbero attaccarsi a noi non vengono portate nel letto pronte ad agitarci in seguito. Ove possibile, evita di lasciare le finestre aperte anche durante il giorno in quanto potresti invitare fastidiose particelle di polline che in seguito si depositeranno sul letto durante la notte.

Fai la doccia e lava i capelli più spesso del normale

Ci piace muoverci molto, specialmente ora che abbiamo un po’ più di libertà per farlo. Ma con questo dovremmo essere consapevoli del fatto che potremmo raccogliere particelle di polline ovunque andiamo sui nostri vestiti, ma anche nei nostri capelli e nella nostra pelle.

Pertanto, dovrai lavare tutti i vestiti più spesso nei mesi estivi, quando il numero di pollini è al massimo, ma anche farti la doccia un po’ più spesso di quanto potresti fare normalmente. Questo non solo ti aiuterà a rinfrescarti, ma anche a lavare via quelle fastidiose particelle di polline.

Lava le federe più spesso

La nostra biancheria da letto può essere un altro luogo chiave in cui le particelle di polline possono raccogliersi, in particolare perché trascorriamo molto tempo faccia a faccia. Nei mesi estivi, è consigliabile lavare la nostra biancheria da letto più del normale in modo che quando saltiamo sotto le coperte alla fine della giornata, non ci troviamo di fronte ancora più allergeni.

Guarda le ultime previsioni nella tua zona qui sotto:

.

Leave a Comment