I vestiti donati aiutano in Ucraina. Ma c’è una cosa che piace di più agli esperti

Nel centro di Leopoli, un enorme complesso artistico è ora un centro di distribuzione degli aiuti.

Nel teatro, le donne smistano scatole di calzini, con ogni scatola appoggiata su un morbido sedile di velluto. Nel seminterrato, gli studenti di infermieristica si dividono le medicine. Altrove, i volontari distribuiscono pallet di cibo secco in piccoli pacchi di generi alimentari per le famiglie sfollate. Una galleria d’arte al secondo piano esplode con migliaia di borse di vestiti donati.

Ma c’è un problema con questi beni donati e c’è un modo diverso per aiutare gli sfollati ucraini che i gruppi di aiuto stanno pianificando di provare: dispense in contanti.

Non è che le donazioni di vestiti non abbiano alcun ruolo in tali sforzi di aiuto. Nastia Stefanovich, una volontaria del centro di distribuzione, è in piedi di fronte a una pila di sacchi di grano bianchi che arrivano fino al soffitto. “Sono tutti vestiti per bambini di età compresa tra zero e 1”, dice, indicando uno dei vari cumuli di donazioni.

Ma c’è uno squilibrio in ciò che sta arrivando al bazar ed esattamente ciò che è necessario. Scherzando sul fatto che l’Ucraina sia diventata il bazar dell’abbigliamento di seconda mano per tutta Europa, Stefanovich dice che ricevono molti vestiti per bambini ma non abbastanza scarpe e scarpe da ginnastica per adulti. Dice anche che ottengono molto poco da poter inoltrare ai soldati in prima linea.

La coordinatrice del centro di distribuzione degli aiuti, Tetyana Kostorna, dice che molte persone sono state incredibilmente generose con l’Ucraina, ma altre persone si stanno semplicemente liberando dei loro vestiti logori. Alcune delle donazioni sono spazzatura, dice, che i volontari devono buttare via o mandare in un canile per essere usate come lettiere.

“Capisco che vuoi aiutarci, ma devi rispettarci”, dice Kostorna. “Rispetta le persone che hanno perso tutto”.

Spazzatura a parte, Kostorna è grata per le numerose donazioni che dice siano utili. Dopo averli smistati, dice, il centro è in grado di fornire cesti e vestiti per alimenti di base a circa 500 famiglie al giorno.

Ma tali donazioni fisiche possono essere ingombranti e richiedere molto tempo da consegnare, afferma Karolina Lindholm Billing, rappresentante ucraino dell’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (UNHCR). Ecco perché l’agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati e una coalizione di gruppi umanitari stanno intensificando un programma per dare invece denaro direttamente agli sfollati ucraini.

“L’UNHCR sta pianificando di erogare sovvenzioni incondizionate in denaro ad almeno 360.000 sfollati interni”, afferma Billing. Le Nazioni Unite stimano che quasi 6,5 milioni di ucraini – su una popolazione di 43,7 milioni – siano sfollati internamente.

Il programma inizierà distribuendo fondi attraverso il servizio postale ucraino. Le famiglie potranno ottenere 2.220 grivna ucraine, o circa $ 75, a persona al mese in qualsiasi filiale dell’ufficio postale, indipendentemente da dove si trovano nel paese. Questo non è nemmeno abbastanza denaro per sollevare qualcuno al di sopra della soglia di povertà o per affittare un appartamento nella maggior parte dell’Ucraina, ma i gruppi umanitari affermano che aiuterà temporaneamente a far passare le persone. L’assistenza sarà disponibile per almeno i prossimi tre mesi. L’UNHCR è coinvolto in programmi simili che vengono lanciati per distribuire i fondi ai rifugiati in Polonia e Moldova. I programmi in quei paesi erogano i soldi sulle carte bancomat invece che allo sportello come all’ufficio postale. Billing dice che in una zona di guerra è molto più facile trasferire denaro che spostare camion carichi di cibo, pannolini e vestiti.

/Jason Beaubien/NPR

/

Jason Beaubien/NPR

Le donne smistano i calzini donati in un teatro ora utilizzato come centro di distribuzione degli aiuti nel centro di Lviv, in Ucraina.

I contanti sono anche più dignitosi e spesso più utili per i destinatari, afferma Billing. “È meglio che le persone ottengano i soldi e possano comprare ciò che vogliono”, dice. Potrebbero preferire la pasta al riso, dice, o essere abituati a cucinare con olio di canola invece di olio d’oliva. Ottenere contanti, dice, ha più senso che ricevere un pacchetto con metà delle cose che vogliono e metà che non avrebbero scelto.

L’UNHCR e altri gruppi di aiuto, tra cui l’Organizzazione internazionale per le migrazioni e il Corpo della misericordia, stanno iniziando a iscrivere le persone a questo programma di distribuzione di denaro. Sperano di iniziare le interruzioni nei prossimi giorni. In Polonia, diversi programmi pilota separati hanno iniziato a offrire denaro direttamente ai rifugiati.

A livello globale, i gruppi umanitari stanno arrivando a riconoscere che gli aiuti in denaro hanno molto senso in alcuni disastri. Wojtek Wilk, capo del Centro polacco per gli aiuti internazionali, afferma che la crisi ucraina è una di queste.

“Utilizzare l’assistenza in contanti nell’area colpita dalla siccità in Africa quando non c’è cibo non avrebbe probabilmente alcun senso”, dice Wilk, ma in Polonia c’è cibo in abbondanza sugli scaffali dei supermercati. Il sistema bancario funziona. L’afflusso di contanti aiuta anche, piuttosto che sottoquotare i commercianti locali. Alcune persone temono che il denaro abbia maggiori probabilità di portare a truffe, corruzione o uso improprio dei fondi. Ma Wilk dice che qualsiasi frode può essere contenuta.

Wilk afferma che l’obiettivo in Polonia è utilizzare pagamenti in contanti solo per alcuni mesi per aiutare i rifugiati a sistemarsi. Il piano a lungo termine prevede l’iscrizione dei rifugiati ucraini al sistema di sicurezza sociale polacco. Ciò consentirebbe loro di lavorare legalmente per un massimo di 18 mesi e di avere accesso alla disoccupazione, all’alloggio e ad altri benefici.

La sfida più grande per il programma di aiuti in denaro, afferma Wilk, sarà ottenere un numero sufficiente di donatori internazionali per finanziarlo, soprattutto considerando che milioni di ucraini potrebbero potenzialmente aver bisogno di questo sostegno.

Copyright 2022 NPR. Per saperne di più, visitare https://www.npr.org.

Leave a Comment