Assembly Label lancia Re-Worn, una capsule collection di capi pre-amati con prezzi ridotti del 50%

Ricordi quella giacca che volevi comprare e che era esaurita prima di metterci mano? E se potessi ritirarlo per il 50% in meno rispetto al prezzo originale e contribuire a rendere il settore della moda più sostenibile?

Questo è il pensiero alla base di Re-Worn, un’iniziativa di Assembly Label pensata per prolungare la vita dei suoi capi e contribuire a un’economia circolare.

Il programma di ritiro consente ai clienti di restituire i capi “usati delicatamente” che vengono poi lavati e, se necessario, riparati, prima di essere rivenduti a un prezzo ridotto. La capsule collection limitata è composta da capi basici come T-shirt, capi in lino, denim e maglieria delle stagioni passate.

Con l’obiettivo di ridurre le discariche e consentire ai clienti di riscoprire capi senza tempo delle collezioni precedenti, Re-Worn è stato lanciato nel negozio Fitzroy di Assembly Label a Melbourne lo scorso novembre e quest’anno è in programma di estenderlo a più boutique in tutto il paese. Dall’autunno 2022, l’etichetta di abbigliamento australiana rende disponibile online anche la capsule collection Re-Worn.

“Abbiamo ritenuto che fosse il passo successivo naturale per la nostra azienda entrare a far parte di un’economia circolare e il feedback iniziale è stato così positivo che siamo entusiasti di vedere dove andrà a finire nel 2022”, afferma Billie Iveson, direttore creativo di Assembly Label . “Re-indossato nel nostro negozio Fitzroy è stato un test per vedere se poteva diventare radicato nelle nostre operazioni quotidiane e abbiamo venduto il 70% della collezione nelle prime due settimane”.

Tutto ciò che è ritenuto irreparabile nell’ambito del programma viene riciclato attraverso il partner di riciclo di Assembly Label, SCR Group, che raccoglie e smista gli articoli, quindi offre quelli adatti alla beneficenza. Ciò che non può essere riutilizzato in Australia viene inviato alla struttura partner di SCR Group in Malesia, per essere distribuito alle comunità bisognose, riciclato in stracci o convertito in biocarburanti.

“Re-Worn è stato ispirato da un viaggio all’estero in cui abbiamo assistito all’implementazione di incredibili pratiche circolari e lavoro di recupero delle risorse”, afferma Iveson. “Aiuta a ridurre la domanda del mercato di realizzare nuovi capi, riduce l’impronta di carbonio nelle nostre operazioni e ci aiuta con il nostro obiettivo di evitare che i capi delle etichette di montaggio finiscano in discarica”.

Il programma, che riduce in media i prezzi dei capi del 50%, fa parte di una maggiore spinta alla sostenibilità da parte di Assembly Label. L’azienda, nata a Sydney nel 2011, mira a raggiungere presto una catena di approvvigionamento trasparente e lo status di B Corp e l’anno scorso ha lanciato l’iniziativa How We Work per offrire ai consumatori una visione più ampia delle sue pratiche commerciali, dei suoi fornitori e dei suoi materiali.

“Comprendiamo che c’è sempre altro da fare e spesso siamo critici nei confronti di noi stessi, ma come azienda stiamo abbracciando la creazione precoce di pratiche circolari, tenendo la testa bassa e andando avanti”, afferma Iveson.

Il negozio Fitzroy si trova al 243 di Brunswick Street.

assemblylabel.com
2/etichetta di montaggio

Leave a Comment