ROACH: Il cancro ai polmoni è in agguato nella tua asciugatrice? | Stili di vita

DAL NORD AMERICA SYNDICATE, 300 W 57th STREET, 15th FLOOR, NEW YORK, NY 10019

SERVIZIO CLIENTI: (800) 708-7311 EST. 236

ALLA TUA BUONA SALUTE #12345_20220510

PER LA SETTIMANA DI USCITA DEL 9 MAGGIO 2022 (COL. 2)

SOTTOLINEA: di Keith Roach, MD

TITOLO: Il cancro ai polmoni è in agguato nella tua asciugatrice?

CARO DOTTORE. ROACH: Ho sentito che i deodoranti per ambienti e le lenzuola per ammorbidire i tessuti possono causare il cancro ai polmoni. È vero? –PG

RISPOSTA: Ciò che è vero è che questi prodotti rilasciano composti organici volatili, secondo uno studio del 2011. I COV comprendono un ampio gruppo di sostanze chimiche, alcune delle quali aumenteranno il rischio di cancro se ingerite a dosaggi sufficientemente elevati per un periodo di tempo sufficientemente lungo.

Alcuni di questi includono alcol e acetaldeide, entrambi noti come cancerogeni definiti o probabili. Tuttavia, le persone ingeriscono alcol a livelli elevati e l’acetaldeide si trova nei frutti maturi, tra gli altri luoghi.

Lo studio ha trovato prodotti elencati come “organici”, “verdi”, “naturali” o “non tossici” che avevano quantità simili di sostanze chimiche potenzialmente tossiche o pericolose. Il tipo di studio prescriveva qualsiasi valutazione dell’entità del rischio derivante dall’esposizione a queste sostanze chimiche. Tuttavia, l’Agenzia per la protezione dell’ambiente ha stimato meno di 1 possibilità su 100.000 di sviluppare il cancro a causa dell’esposizione continua all’acetaldeide. L’effetto di più composti organici volatili che agiscono insieme non è stato studiato.

Dire che “i deodoranti per ambienti causano il cancro ai polmoni” è sensazionale e non affronta realmente i fattori di cui una persona dovrebbe occuparsi, come il livello di esposizione a qualcosa che è necessario per sviluppare il rischio e la quantità di rischio di contrarre il cancro ai polmoni dall’uso di ammorbidenti con il bucato.

È chiaro che questi prodotti possono portare a reazioni allergiche. Vedo sintomi respiratori ed eruzioni cutanee abbastanza frequentemente. Tuttavia, la mia migliore ipotesi dagli studi che ho letto è che il rischio di sviluppare il cancro da questi prodotti è molto, molto basso.

CARO DOTTORE. ROACH: Sto scrivendo a nome di mio padre di 91 anni, a cui è stata diagnosticata la sindrome del tunnel carpale. Ha visto uno specialista, che è pronto per procedere con l’intervento chirurgico. I sintomi di mio padre includono intorpidimento (mancanza di sensibilità) alle dita al punto che non riesce ad abbottonarsi facilmente le camicie e ad annodare i lacci. C’è qualche trattamento che potresti consigliare per affrontare direttamente l’intorpidimento? Mio padre sente poco dolore e non ha problemi ad afferrare. Si chiede se la compressione dei nervi potrebbe provenire dal collo e dalla spalla e se la cura chiropratica, il massaggio o la terapia fisica con movimento possono essere la risposta. È molto riluttante ad andare avanti con l’intervento chirurgico. –TS

RISPOSTA: La sindrome del tunnel carpale è causata dalla compressione del nervo nel polso. Il tunnel carpale è un tunnel letterale dello spazio delimitato dalle ossa del carpo (polso) e dai loro legamenti e da una struttura di tessuto connettivo chiamata retinacolo dei flessori.

La compressione è alleviata dal rilascio chirurgico del retinacolo, che dà al nervo uno spazio adeguato. La chirurgia è la terapia definitiva per la sindrome del tunnel carpale, ma la chirurgia non è sempre necessaria. I cambiamenti nello stile di vita, come indossare un tutore per il polso e i farmaci a volte possono impedire a una persona di aver bisogno di un intervento chirurgico.

Non hai espresso nessuna buona ragione per cui tuo padre ha bisogno di un intervento chirurgico ora. La chirurgia in ogni 91enne non dovrebbe essere presa alla leggera, nemmeno il rilascio del tunnel carpale, che è un intervento chirurgico molto efficace con un basso tasso di complicanze. Ma un basso tasso di complicanze non significa zero, e di recente ho visto un paziente il cui nervo è stato danneggiato dall’intervento chirurgico.

Prima dell’intervento chirurgico, il chirurgo dovrebbe essere completamente certo che la compressione del nervo si sta verificando nel polso, non nella spalla o nel collo. Tuo padre avrà bisogno di uno studio EMG. Se è necessario un intervento chirurgico perché altri trattamenti non hanno funzionato o perché vi sono prove di gravi danni ai nervi, come debolezza o atrofia muscolare, consiglio vivamente di contattare un chirurgo della mano, che ha una competenza speciale in questo intervento.

* * *

Il dottor Roach si rammarica di non essere in grado di rispondere alle singole lettere, ma le incorporerà nella colonna quando possibile. I lettori possono inviare domande via e-mail a ToYourGoodHealth@med.cornell.edu o inviare e-mail a 628 Virginia Dr., Orlando, FL 32803.

(c) 2022 Nord America Syndicate Inc.

Tutti i diritti riservati

.

Leave a Comment