Lululemon vuole i tuoi vecchi vestiti da allenamento sudati

(CNN) — A Lululemon non importa se hai camminato, ballato, allungato o meditato nei suoi vestiti. Presto potrai permutare i tuoi oggetti usati delicatamente in uno qualsiasi dei suoi negozi negli Stati Uniti.

La società di athleisure, nota per i suoi costosi leggings e pantaloni da yoga, ha dichiarato martedì che sta espandendo il programma di rivendita lanciato l’anno scorso in due stati ai suoi 394 negozi negli Stati Uniti e online.

A partire dal 22 aprile, gli acquirenti di Lululemon possono scambiare articoli usati, inclusi pantaloni, top, pantaloncini, giacche e altro, in cambio di una carta regalo elettronica nell’ambito del programma “Lululemon Like New”.

Il rivenditore ha affermato che tutti gli articoli restituiti verranno puliti e valutati per la rivendita attraverso una partnership con Trove, un esperto del settore nel recommerce. La catena offrirà quindi gli articoli approvati per la rivendita su lululemon.com

Il valore delle carte regalo che i clienti ricevono varia a seconda del tipo di articolo scambiato e delle sue condizioni una volta approvato per la rivendita.

Il rivenditore offrirà $ 5 per canotte, t-shirt, magliette a maniche corte e lunghe e pantaloncini, $ 10 per felpe con cappuccio, felpe, maglioni, pantaloni, raccolti, leggings, vestiti e borse e $ 25 per cappotti e giacche Lululemon.

Questo è qualcosa, e tiene i vestiti fuori dalle discariche. Ma per un’azienda che vende magliette per $ 60 e felpe con cappuccio per $ 120, non otterrai un enorme ritorno sul tuo investimento. Potresti essere in grado di ottenere offerte migliori su altri negozi di seconda mano.

“Lululemon Like New è solo un esempio di come stiamo lavorando per creare un ecosistema circolare e offrire modi per prolungare la vita del nostro prodotto”, ha affermato Maureen Erikson, vicepresidente senior di Lululemon Global Guest Innovation. “L’acquisto di seconda mano non è più una tendenza, è una nuova normalità qui per restare: il nostro pilota ha dimostrato che la nostra community è appassionata di partecipare al recommerce”.

Neil Saunders, analista di vendita al dettaglio e amministratore delegato di GlobalData Retail, ha osservato che anche altri marchi di abbigliamento sportivo si sono lanciati nella rivendita dei loro prodotti usati, tra cui Nike, Adidas e Patagonia.

“La rivendita è l’ideale per Lululemon poiché i suoi prodotti ben progettati e di alta qualità sono costruiti per durare e hanno un ciclo di vita relativamente lungo”, ha affermato Saunders. “Inoltre, se acquistati nuovi, gli articoli Lululemon sono costosi, quindi c’è una forte domanda di alternative leggermente più economiche nel mercato dell’usato”.

Una sfida nella rivendita di abbigliamento sportivo, ha osservato, sono gli acquirenti preoccupati dall’idea che qualcuno abbia già indossato – e sudato – quei capi.

“Tuttavia, controllando il processo stesso piuttosto che vendere tramite piattaforme di terze parti”, ha affermato Sanders, “Lululemon può superare alcune di queste obiezioni poiché il marchio ha una reputazione di alta qualità, buon servizio clienti e affidabilità”.

Leave a Comment