Quale stigma? Lululemon ha molti uomini che indossano molti dei suoi vestiti

Quando Scott Fauble ha tagliato il traguardo alla maratona di Boston lunedì, segnando due ore, otto minuti e 52 secondi per diventare l’americano più veloce della gara, indossava una canotta Lululemon che si era comprato – nessuna sponsorizzazione.

Fauble, propagandato dal CEO di Lululemon Calvin McDonald alla giornata degli analisti dell’azienda mercoledì, è solo uno degli uomini che l’azienda ha attratto negli ultimi anni, superando lo scetticismo sul fatto che la sua reputazione di vendere pantaloni da yoga alle donne gli impedirebbe di risuonare con un pubblico maschile .

Sembra che molti uomini indossino Lululemon in questi giorni, sia che corrano maratone o portino a spasso il cane. L’azienda ora genera un terzo dei suoi oltre 6 miliardi di dollari di ricavi dal business maschile, che è cresciuto del 61% lo scorso anno, eclissando la crescita del 37% dal business femminile.

Sembra che ci siano più uomini là fuori che Lululemon può trasformarsi in clienti. La società ha dichiarato mercoledì che prevede di raddoppiare le dimensioni della sua attività maschile a oltre $ 3 miliardi di entrate entro il 2026, dopo aver completato il suo precedente obiettivo di crescita con due anni di anticipo. Se riuscisse a farlo, ciò renderebbe il business degli uomini più grande dell’intero business delle donne nel 2020, ha affermato McDonald.

Da quando ha lanciato la sua attività maschile nel 2014, la porta d’accesso al marchio per molti uomini è stata un paio di pantaloni ABC, che sta per “schiacciamento anti-palla” e presumibilmente utilizza un tassello ergonomico per rimuovere la tensione dal cavallo dei pantaloni. Viene venduto a $ 128.

“I nostri pantaloni ABC sono un buon esempio di come acquisiamo molti ospiti maschi per il marchio”, ha dichiarato mercoledì Sun Choe, chief product officer di Lululemon. “Stiamo assistendo alla continua richiesta di questo stile poiché i nostri ospiti desiderano versatilità e mobilità e non vogliono scendere a compromessi sull’estetica, soprattutto quando tornano in ufficio”.

L’azienda, che ha beneficiato del passaggio a cinture elastiche e altri indumenti comodi durante la pandemia, sta ora cercando di rimanere rilevante per i clienti che stanno tornando ai loro cubicoli. Ha ampliato la sua gamma, includendo abbigliamento adatto all’ufficio come blazer, camicie button-down e polo.

Zach Cruz, che lavora nel settore finanziario in Florida, ha iniziato a fare acquisti da Lululemon nel 2015. Ora ha oltre 100 pezzi: pantaloncini, t-shirt e felpe con cappuccio, oltre a blazer, calze e borse. “Potrei indossare lo stesso vestito in palestra, lavorare e uscire facendo qualsiasi cosa”, ha detto Cruz, 36 anni.

Lululemon sta anche cercando di collaborare con più atleti, come un modo per ottenere visibilità e credibilità tra gli uomini. L’azienda con sede a Vancouver è stata quest’anno l’allestitore ufficiale della squadra olimpica canadese. Ha firmato il suo primo contratto con un giocatore di golf questa settimana, assumendo l’ex giocatore NBA e attuale membro del college JR Smith come ambasciatore del marchio. Lululemon ha recentemente introdotto una collezione di golf, sperando di attirare il 25% dei suoi clienti maschi che giocano.

“Lululemon ha fatto un ottimo lavoro irrompendo negli uomini, sia attivi che casual con i loro pantaloni ABC”, ha affermato Simeon Siegal, analista di BMO Capital. “Chiaramente si aspettano più spazio davanti alle loro aspettative per il raddoppio da qui”.

.

Leave a Comment