Fotografie di Helga Stentzel di abiti su uno stendibiancheria trasformati in simpatici animali

“Ho visto un calzino sul pavimento accanto a dei pioli e ho capito che sembrava la testa di un cavallo”, dice a Creative Boom. “Mi ci è voluto un po’ per sviluppare ulteriormente l’idea e capire come realizzare il corpo del cavallo. Alla fine ho sostituito il calzino con un paio di pantaloni perché era troppo piccolo e non abbastanza dettagliato per il cavallo”.

Da allora, Helga ha sviluppato la sua serie Clothing Line Animals, condividendo le sue creazioni con grande successo sui social media e vendendo stampe tramite il suo negozio online. Descritte come Household Surrealism, le immagini divertenti capovolgono giocosamente gli oggetti di tutti i giorni. Vediamo un orso polare appeso su uno sfondo innevato, un “Laundrosaurus”, “in realtà un manuale per diventare un paleontologo” e una mucca da latte marrone. Più recentemente, Helga ha creato una colomba bianca appesa per rappresentare la pace tra le nazioni. Viene venduto come una stampa con tutti i proventi donati a enti di beneficenza che lavorano in Ucraina.




Aspettare! © Helga Stentzel

Pace © Helga Stentzel



Pace © Helga Stentzel

Il mio genere di uva © Helga Stentzel



Il mio genere di uva © Helga Stentzel

La vera melanzana © Helga Stentzel



La vera melanzana © Helga Stentzel

Lavorando su un’ampia gamma di media, tra cui illustrazione, fotografia, video e animazione in stop motion, Helga ha vinto il premio come Food Art Creator of the Year nel 2020 e da allora ha collaborato con BBC, Honda e O2. Laureata alla Central Saint Martins, ha lavorato nel settore pubblicitario e ha gestito un’attività di abbigliamento per bambini prima di diventare un’artista a tempo pieno.

La linea di abbigliamento Animals segue altri lavori popolari, come Food For Thought, in cui Helga prende un tipo di prelibatezza commestibile e lo fonde con un altro oggetto per farci riprendere ogni fotografia d’arte. Come la testa di una figura LEGO diventa un pezzo di mais dolce, o una dozzina di uova improvvisamente hanno steli come quelli che si trovano sui pomodori.

“Ho iniziato a fare fotografia creativa su Instagram circa sei anni fa. All’inizio si trattava di piccoli progetti veloci da fare con i bambini, ma si è trasformato in qualcosa di un po’ più ponderato e orientato agli adulti”, dice. “Mi piace guardare le cose di tutti i giorni come pane, formaggio o pieghe sulla tovaglia. Il fatto che questi oggetti siano così riconoscibili e comuni mi fa studiare ancora più attentamente. È come una meditazione visiva per me”.

Casa felice © Helga Stentzel



Casa felice © Helga Stentzel

Alleggerisci il carico © Helga Stentzel



Alleggerisci il carico © Helga Stentzel

Croccante © Helga Stentzel



Croccante © Helga Stentzel

Brad Pet © Helga Stentzel



Brad Pet © Helga Stentzel

In altre opere, Helga ha posizionato linee di abbigliamento sotto le finestre delle proprietà per creare un personaggio con pareti di mattoni che sorride assonnato e un cesto della biancheria con due calzini appesi davanti a due lavatrici per creare una faccia sciocca e felice. In Creature commestibili, vediamo uno splendido cagnolino fatto di lattuga e il “cane del massimo comfort” fatto di fette di pane, ispirato a The Great British Bake-off e chiamato Brad Pet, nientemeno che. “Per me, il surrealismo domestico consiste nel trovare la magia nel banale, vedere la bellezza nelle imperfezioni e connettersi alla nostra realtà in un modo nuovo”, spiega.

“Adoro notare somiglianze giocose, che si tratti di un maglione su una linea di abbigliamento che sembra un cavallo o una fetta di pane che ricorda la testa di un cane. È solo il punto di partenza, però. Da questo momento in poi, le storie e le immagini iniziano a ronzare nel mio head: Che aspetto avrà questo cavallo? Qual è il suo nome e carattere? Le piace correre con altri cavalli? L’elenco potrebbe continuare all’infinito!”

Per quanto riguarda il processo, a Helga piace ridurre al minimo le sue modifiche e investire invece più tempo nella creazione di oggetti di scena di qualità. “Una volta ho incollato 52 orsetti gommosi a una liana per una delle mie opere”, spiega. “Circa un anno fa, ho anche dipinto a mano e ricamato un cappello per un orso polare in un altro pezzo. L’orso stesso è stato girato in Russia a -32°C ed è stata un’esperienza indimenticabile che ha messo alla prova la mia resistenza e la mia attrezzatura fotografica .”

Calzini © Helga Stentzel



Calzini © Helga Stentzel

Leave a Comment