La mamma si è rifiutata di dare alla sorella i suoi oggetti per bambini di seconda mano: ha ragione? – Lei sa

Il verdetto è su uno scomodo disaccordo tra fratelli. Un utente di Reddit ha accettato Sono io il buco del culo per condividere una discussione che ha avuto con sua sorella sui vestiti per bambini – ed ecco come è andata a finire l’intera situazione.

Storia correlata

Notizie sulla gravidanza condivise della suocera su Facebook senza permesso e Reddit ribolle


“Io 28(F) ho una ‘Sophie’ di 2 anni”, ha iniziato l’utente. “Io e il mio compagno guadagniamo bene e mia figlia ha cose carine. Mia sorella (23F) è attualmente incinta di una ragazza. Ieri ero a casa sua con mia madre che mi chiedeva se mia sorella volesse fare un registro per il suo baby shower. Mia sorella dice ‘ok, ma devo stare attenta a non mettere da parte tutte le cose che Sophie ha già perché non voglio raddoppiare.'”

L’utente Reddit è stato ripreso. Aveva pensato che avrebbe tenuto i vestiti del bambino per quando/se avesse deciso di rimanere incinta di nuovo. “Quando le ho detto questo non era felice”, ha continuato l’utente. “Anche i miei genitori hanno detto che non riescono a capire perché non l’ho semplicemente consegnato per risparmiare denaro e fatica a mia sorella, perché è quello che fa la famiglia. Hanno detto che tutto può essere restituito a me una volta che mia sorella avrà finito con esso e comunque potrei non avere nemmeno un altro bambino”.

L’utente di Reddit ha aggiunto che sua sorella può “assolutamente” permettersi i propri articoli per bambini. “Non credo che salvare i soldi di mia sorella sia una mia responsabilità”, ha scritto. “Ho visto l’usura di un bambino sulla roba che ho pagato e non voglio che un altro bambino la usi nel frattempo. Se non dovessi avere un altro bambino, potrei vendere questa roba online e potenzialmente recuperare centinaia di dollari”.

Ora, l’utente vuole sapere: “AITA?”

Il consenso generale era no, lei no.

“Una cosa che ho imparato lasciando che qualcuno ‘prendesse in prestito’ qualcosa per un lungo periodo di tempo è che ci sono buone probabilità che non lo vedrai più”, ha commentato una persona. “Non solo è un tuo diritto in quanto sono i tuoi effetti personali, ma è solo pratico salvare le cose per un altro bambino se lo stai prendendo in considerazione. Dovevi spendere soldi per tuo figlio, tua sorella dovrà spendere per lei. È così che funziona la vita quando si sceglie di essere un genitore”.

Un’altra persona ha aggiunto: “Li hai comprati per tuo figlio. Non per lei. Non può aspettarsi che tu lo consegni, specialmente se potresti avere altri figli. Anche se non lo fai, puoi venderli. Non sono affari loro quello che ci fai tu. Le direi semplicemente di creare un registro e lasciarlo in pace.

Altri hanno avvertito di aver avuto le loro brutte esperienze con il prestito di accessori per bambini. “Ho prestato una sdraietta a un amico (avevo finito di avere figli, ma era un regalo di mio padre che vive all’estero)”, ha scritto qualcuno. “Si scopre che l’ha ‘prestato’ a qualcun altro senza chiedere e quella persona non l’ha mai restituito. Così fastidioso.”

Dove atterri? Dovrebbe dare i vestiti a sua sorella o tenerli per sé?

Il parto non è come nei film, come mostrano queste bellissime foto.

presentazione di lavoro

Leave a Comment