‘Fish a wear clothes’ – I venditori affermano che i prezzi del carburante fanno salire il costo delle prelibatezze pasquali | Notizia

Sebbene la pressione per gli automobilisti e gli utenti di elettricità sia una conseguenza nota, anche l’aumento dei prezzi del carburante ha ridotto le vendite di pesce.

Durante la tradizionale stagione pasquale giamaicana, la gente del posto si riversa nei villaggi di pescatori come Greenwich Town e Old Harbour Bay per le prelibatezze acquatiche, con un’enfasi speciale sullo spratto.

Quest’anno, tuttavia, i fornitori affermano che le vendite sono pessime, anche più di quelle che hanno sperimentato durante l’apice della pandemia di COVID-19.

“Quest’anno pesca un vestito da indossare”, ha esclamato Dominique Gordon, un venditore su Marcus Garvey Drive a St Andrew. “Quest’anno pesce caro, caro, caro.” Il motivo principale, secondo il venditore di pesce Novelette Mighty, è l’aumento dei prezzi del gas, poiché i proprietari di barche e i pescatori devono scavare più a fondo per trovare il gas quando si avventurano fuori.

“Il prezzo del pesce è così alto e non possiamo incolpare i proprietari di barche e i pescatori perché il gas diventa così costoso, quindi non voglio picchiare le persone che vendono il pesce, ma anche parlare del pedaggio che dà a noi”, ha detto. “Puoi prendere una libbra di pesce per $ 1.200 e [last] A dicembre avevi una libbra di pesce per $ 900 o $ 1.000 e in tre mesi il pesce viene venduto a $ 1.200, $ 1.300 e oggi è la vigilia [of Good Friday] e so che entro mercoledì andrà a $ 1.500 perché il pescatore vende il pesce molto costoso”.

“Fi negli ultimi 20 anni, questa è stata la peggiore Pasqua per me. Tutto quando la corona, la corona è iniziata nel 2019-2020 quando il paese è stato chiuso e le vendite sono state il doppio di adesso. Non so qual è il problema e come venditore di pesce che è lì da così tanto tempo, penso che ciò che accade davvero sia il prezzo del pesce”, ha aggiunto.

Mighty dice che nelle antiche Pasque, il villaggio di pescatori lungo Marcus Garvey Drive sarebbe stato gremito di clienti che cercavano i prodotti limitati.

“Normalmente nello sterco qui ci sono macchine e macchine. Macchine dietro le macchine, nessuno spazio per camminare, niente di niente. Il prezzo della benzina ha davvero impedito alle persone di entrare per il pesce”, ha detto.

Ma Diane Taylor, che vende spratto da più di 11 anni, ha detto LA STELLA DEL WEEKEND che ha visto un aumento incrementale delle sue vendite rispetto allo scorso anno.

“Essendo domani è normalmente il Giovedì Santo, la vendita andrebbe più veloce di così. Rispetto all’anno scorso, è un po’ lenta, ma è un po’ meglio. Ma non molto meglio”, ha detto. Taylor, che l’anno scorso ha venduto più di 400 libbre di pesce, ha affermato di aver venduto meno di 100 libbre finora. Nel frattempo, il venditore Toni Taylor ha espresso ottimismo per le vendite.

“Le vendite sono andate un po’ più velocemente. Loro [sprat] vendendo ancora quest’anno, enuh, ma rendi semplicemente grazie a Dio perché non lo sai, chu di country probabilmente riaprirà di nuovo, la maggior parte delle persone probabilmente ancora doah deh back pon dem feet di giusto ancora. Ma tu apponi semplicemente rendi grazie a Dio. Spero che domani sia un giorno migliore”, ha detto.

Leave a Comment