I genitori adottivi di William Tyrrell vendono massicciamente biciclette, vestiti e un serbatoio d’acqua per bambini

Alcuni giorni dopo essere stati colpiti con accuse di stalking e intimidazione, i genitori adottivi di William Tyrrell hanno organizzato una massiccia svendita di beni tra cui biciclette per bambini e seggiolini per auto.

Auto, attrezzi e un serbatoio dell’acqua sono anche in offerta sul sito web di vendita riservato sotto il nome del padre adottivo, insieme a mobili, parti di automobili, macchinari, gioielli, orologi, un telefono e apparecchiature elettroniche e per ufficio.

Gli articoli disponibili partono da un minimo di $ 5 mentre attrezzature e veicoli pesanti sono elencati per offerte di migliaia di dollari.

Il padre adottivo sembra aver venduto con successo diversi articoli, inclusi macchinari, nell’ultima settimana, e gli oltre una dozzina di articoli attualmente in vendita potrebbero fruttargli un totale di oltre $ 50.000.

Dall’inizio dell’anno, il 55enne sembra aver venduto anche giocattoli per bambini, grandi oggetti industriali, un lettino per bambini e elettrodomestici.

Il padre adottivo di William Tyrrell (sopra) sta effettuando una “svendita” di beni tra cui vestiti per bambini, giocattoli e seggiolini per auto, nonché veicoli e attrezzature industriali

Giorni dopo essere stati colpiti con accuse di stalking e intimidazione, i genitori adottivi stanno vendendo beni, tra cui biciclette per bambini, seggiolini per auto (sopra), automobili, attrezzi e un serbatoio d'acqua

Giorni dopo essere stati colpiti con accuse di stalking e intimidazione, i genitori adottivi stanno vendendo beni, tra cui biciclette per bambini, seggiolini per auto (sopra), automobili, attrezzi e un serbatoio d’acqua

La vendita online con il nome del padre adottivo comprende mobili, parti di automobili, macchinari, gioielli, orologi un telefono e apparecchiature elettroniche e per ufficio (sopra)

I genitori adottivi di William (sopra) scomparsi stanno vendendo molti degli oggetti della casa di North Shore che hanno acquistato dopo aver lasciato la casa destinata a essere la “casa per sempre” del ragazzo fino al compimento dei 18 anni

Alcuni degli articoli sono disponibili per l’acquisto da una località nel nord-ovest di Sydney, mentre altri possono essere ritirati dal sobborgo in cui vive la coppia.

I genitori adottivi hanno acquistato la casa all’inizio dell’anno scorso dopo aver venduto con successo la loro precedente casa per oltre $ 4 milioni.

È stato in quella casa precedente che William Tyrrell ha vissuto per due anni e otto mesi fino alla sua scomparsa a tre anni nel settembre 2014.

La coppia, descritta dal loro amico ed emittente radiofonica Chris Smith come “professionisti equilibrati e rispettabili provenienti da una zona confortevole di Sydney”, ha promosso William per la prima volta nel marzo 2012.

Dopo essere scomparso dalla casa della nonna adottiva nella città di Kendall, nella costa nord-occidentale del NSW, i genitori adottivi della coppia hanno scritto che avevano il cuore spezzato perché il bambino non avrebbe mai potuto godersi la loro “casa di famiglia per sempre”.

In una lettera condivisa con il pubblico, i genitori adottivi hanno affermato di nutrire ancora la speranza che un giorno William sarebbe tornato nella sua nuova camera da letto, descritta come un “luogo magico speciale”.

Un grande serbatoio dell'acqua è in vendita dai genitori adottivi insieme ad attrezzature industriali, diversi veicoli e anche una serie di parti di automobili

Un grande serbatoio dell’acqua è in vendita dai genitori adottivi insieme ad attrezzature industriali, diversi veicoli e anche una serie di parti di automobili

Il padre adottivo, sopra nella casa di North Shore da cui ha pubblicizzato oggetti in vendita online, la coppia si è trasferita lì dopo aver venduto la casa in cui viveva William per $ 4 milioni

Il padre adottivo, sopra nella casa di North Shore da cui ha pubblicizzato oggetti in vendita online, la coppia si è trasferita lì dopo aver venduto la casa in cui viveva William per $ 4 milioni

Tra gli oggetti che il padre adottivo ha venduto online ci sono giocattoli per bambini, seggiolini per auto e un paio di calzature rosa per bambini come quelle viste (sopra) a casa

Tra gli oggetti che il padre adottivo ha venduto online ci sono giocattoli per bambini, seggiolini per auto e un paio di calzature rosa per bambini come quelle viste (sopra) a casa

I genitori adottivi vendevano anche apparecchiature audio e informatiche e mobili per ufficio tra i molti articoli che pubblicizzavano e vendevano nell'ultimo anno

I genitori adottivi vendevano anche apparecchiature audio e informatiche e mobili per ufficio tra i molti articoli che pubblicizzavano e vendevano nell’ultimo anno

Lo scorso novembre, la madre adottiva è stata nominata dalla polizia del NSW come una “persona di interesse” per la scomparsa di William, e anche la sua defunta madre, proprietaria della casa di Kendall da cui William è scomparso, è stata nominata.

Lo stesso giorno in cui la polizia ha iniziato un’altra perquisizione “ad alta intensità” nella boscaglia a circa 800 metri dalla casa della nonna adottiva, sono state presentate accuse di aggressione contro la madre adottiva e il padre adottivo.

Le accuse riguardano la presunta aggressione di un bambino che non è William Tyrrell.

Entrambi i genitori adottivi si sono dichiarati non colpevoli e hanno indicato che potrebbero chiedere di far ascoltare la questione ai sensi del Mental Health Act.

La madre adottiva deve affrontare due accuse di perseguitazione e intimidazione, oltre a un'accusa l'anno scorso per aver aggredito un bambino

Il padre adottivo è stato accusato di un conteggio di stalking e intimidazione settimane dopo due accuse di mentire alla Crime Commission

Entrambi i genitori adottivi sono stati accusati di stalking e intimidazione venerdì scorso, quattro mesi dopo essere stati colpiti con l’accusa di aggressione a un bambino che non è William

Venerdì scorso, entrambi i genitori sono stati accusati di stalking e intimidazione, con la madre adottiva di fronte a due accuse e il padre adottivo un solo conteggio.

Le accuse di stalking, intimidazione intesa a temere danni fisici o mentali sono di natura domestica, secondo i documenti del tribunale.

Mentre l’indagine sulla scomparsa del bambino nel 2014 continua, la coppia – le cui identità sono state soppresse per motivi legali – dovrà affrontare il tribunale locale di Hornsby sulle accuse alla fine di questo mese.

Le accuse di stalking sono state presentate subito dopo che è stato rivelato che il padre adottivo di William era stato accusato a gennaio di due accuse di “fornitura consapevolmente di prove false e fuorvianti”.

Il padre adottivo di William è stato accusato di un conteggio di stalking e intimidazioni legate alla famiglia mentre sua moglie deve affrontare due capi di imputazione della stessa accusa

Il padre adottivo di William è stato accusato di un conteggio di stalking e intimidazioni legate alla famiglia mentre sua moglie deve affrontare due capi di imputazione della stessa accusa

Lo skateboard di un bambino fuori dalla casa di Sydney dei genitori adottivi di William Tyrrell che attualmente stanno svendendo obiezioni domestiche, automobili e attrezzature online

Lo skateboard di un bambino fuori dalla casa di Sydney dei genitori adottivi di William Tyrrell che attualmente stanno svendendo obiezioni domestiche, automobili e attrezzature online

Le accuse sono state rivelate solo alla fine di marzo a seguito di una revisione degli ordini di non pubblicazione da parte dei media relativi al caso.

Il padre adottivo, che secondo la polizia “ha mentito su qualcosa che possiamo provare”, ha fornito le presunte false prove alla segreta Commissione criminale del NSW alla fine dello scorso anno.

I dettagli delle prove fornite al NSW Crime Commission dal padre adottivo, presumibilmente false e fuorvianti, non sono disponibili.

Il padre adottivo si è dichiarato non colpevole di entrambe le accuse.

Il comandante della task force di William Tyrrell, l'ispettore capo investigativo David Laidlaw allo scavo Kendall su Batar Creek Road lungo il quale la madre adottiva ha guidato il giorno in cui il bambino è scomparso

Il comandante della task force di William Tyrrell, l’ispettore capo investigativo David Laidlaw allo scavo Kendall su Batar Creek Road lungo il quale la madre adottiva ha guidato il giorno in cui il bambino è scomparso

La madre adottiva di William (sopra) è una persona interessata al caso del bambino scomparso ed è stata recentemente accusata di due accuse di stalking e intimidazione

La madre adottiva di William (sopra) è una persona interessata al caso del bambino scomparso ed è stata recentemente accusata di due accuse di stalking e intimidazione

Quattro giorni prima della perquisizione

Quattro giorni prima della perquisizione “ad alta intensità” della casa da cui è scomparso William Tyrrell (sopra), la polizia afferma che suo padre adottivo ha “mentito” a un’udienza della Commissione criminale

La polizia ha sequestrato la berlina Mazda che un tempo apparteneva alla defunta nonna adottiva di William e guidata dalla madre adottiva la mattina in cui il bambino di tre anni è scomparso.

La polizia ha sequestrato la berlina Mazda che un tempo apparteneva alla defunta nonna adottiva di William e guidata dalla madre adottiva la mattina in cui il bambino di tre anni è scomparso.

Ha fatto il test per un massimo di due ore dopo essere stato segretamente convocato a comparire presso il quartier generale del NSWCC Surry Hills l’11 novembre.

Erano passati quattro giorni prima che la polizia del NSW lanciasse la ricerca a sorpresa della boscaglia lungo Batar Creek Road, Kendall, lungo la quale la madre adottiva guidò la mattina in cui William scomparve più di sette anni fa.

Il trike della polizia del NSW Force Rosann ha fatto diversi tentativi per trovare i resti di William Tyrrell o l’abito di SpiderMan che era stato visto indossare per l’ultima volta.

Alla fine dell’anno scorso polizia, vigili del fuoco e agenti di soccorso e scienziati hanno trascorso un mese a setacciare la boscaglia senza fare scoperte significative.

Nessuno è mai stato accusato in relazione alla scomparsa del ragazzo, che si presume morto.

.

Leave a Comment