7 isole speciali da visitare questa primavera senza lasciare il territorio statunitense | stile di vita

Gli ultimi due anni sono sembrati due decenni. Hai un disperato bisogno di un po’ di tempo sull’isola facile e ventilato questa primavera per alleviare lo stress accumulato dal coronavirus e il crepacuore. Comprensibilmente, sei ancora riluttante a lasciare il paese, non volendo affrontare potenziali quarantene o ramificazioni se vieni infettato mentre sei all’estero. Non preoccuparti: ci sono molte isole memorabili negli Stati Uniti dove puoi staccare la spina e rilassarti. Non tutti vantano sole, sabbia e surf, ma offrono tutti vibrazioni in riva al mare, attività all’aperto in abbondanza e la possibilità di alleviare il tuo PTSD pandemico.

Se vuoi allontanarti da tutto, questo remoto parco nazionale è il posto che fa per te. Dry Tortugas si estende per 100 miglia quadrate e le sue sette isole coralline punteggiano il blu turchese del Golfo del Messico a circa 70 miglia a ovest di Key West, in Florida. Un traghetto giornaliero da Key West trasporta i visitatori a Garden Key, la seconda isola più grande dell’arcipelago. (In alternativa, puoi prenotare una barca privata o un idrovolante.) La piccola isola ha un campeggio rustico con servizi minimi e non c’è ricezione cellulare o Wi-Fi. Non aspettarti nemmeno ristoranti o negozi; i visitatori devono portare cibo e acqua a sufficienza (i funzionari del parco raccomandano due galloni al giorno a persona) per tutta la durata della loro vacanza. L’attrazione principale è il Fort Jefferson dell’era della Guerra Civile, una grandiosa struttura ricca di storia e circondata da moli sommersi brulicanti di vita marina che rappresentano ottimi siti per lo snorkeling. Per epici paesaggi sottomarini e ancora più piacere per gli occhi acquatici, prenota un tour subacqueo privato con una compagnia di immersioni locale.

Significa “isola fuori dal mare” nella lingua algonchina, Monhegan è arroccata a 10 miglia al largo della costa frastagliata del Maine ed è accessibile solo con servizi di traghetti che operano da Port Clyde, New Harbor e Boothbay Harbor. Dalla fine del XIX secolo, l’isola isolata è stata una colonia di artisti. Oggi, più di una dozzina di creativi hanno studi di lavoro (aperti al pubblico in determinati giorni e orari), mentre molti altri vengono per la quiete e i panorami stimolanti dell’isola. Sebbene l’isola sia meno di un miglio quadrato, 12 miglia di sentieri attraversano il suo terreno per lo più selvaggio con soste divertenti come lo scafo arrugginito pronto per i selfie di un rimorchiatore spiaggiato, il faro funzionante attiguo al Museo di arte e storia Monhegan e il Scogliere pittoresche all’estremità settentrionale dell’isola. Le auto dei visitatori non sono ammesse sull’isola, anche se le persone con esigenze mediche possono noleggiare un carrello da golf per spostarsi. Per l’alloggio ci sono locande, bed and breakfast e agriturismi; il campeggio non è consentito.

Sebbene l’isola sia considerata nella categoria ad alto rischio per la trasmissione comunitaria del coronavirus, non ci sono restrizioni di viaggio. I visitatori dovrebbero monitorare monheganplantation.com/covid-19-resources.html per gli aggiornamenti.

Cumberland si sente rimosso dal mondo moderno. Puoi raggiungere l’isola barriera lunga 17 miglia al largo dell’angolo sud-orientale della Georgia solo con il traghetto in partenza da St. Marys. (Si consiglia vivamente di prenotare, perché si prenota rapidamente.) Una volta atterrato su questa spiaggia nazionale, il tuo unico mezzo di trasporto saranno i tuoi piedi o una bicicletta; essere avvertito che le strade sono accidentate in alcuni punti. La maggior parte dei visitatori sceglie di piantare una tenda in uno dei cinque campeggi, anche se chi cerca un soggiorno più elevato può prenotare una camera al Greyfield Inn, che offre un servizio di traghetti privato, alta cucina e tour dell’isola guidati da naturalisti. C’è molto da prendere. Le foreste e le paludi selvagge brulicano di fauna selvatica – alligatori, armadilli, maiali selvatici, cavalli selvatici – mentre le acque circostanti ospitano delfini e balene e tartarughe marine che nidificano sulle spiagge. Le possibilità di pesca abbondano lungo la costa e negli stagni d’acqua dolce e nei torrenti ricchi di trote.

– Isole San Juan, Washington.

Questo arcipelago di 172 isole e scogliere con nome si estende nel tratto di Salish Sea tra la costa dello stato di Washington e l’isola di Vancouver in Canada. Le sue tre isole principali – San Juan, Orcas e Lopez – sono accessibili in traghetto o in aereo e sono destinazioni popolari per gli amanti della vita all’aria aperta. I kayakisti di mare sono attratti dalla pagaiata lungo la costa frastagliata; avventure più su misura includono spedizioni notturne per vedere la bioluminescenza luminosa e scintillante e viaggi più lunghi adatti ai buongustai con Discovery Sea Kayak Tours, alimentati da pasti a base di prodotti biologici di provenienza locale e pesce fresco. Gli escursionisti si divertono nei numerosi sentieri che si snodano attraverso spiagge rocciose, praterie dorate e foreste lussureggianti. I naturalisti possono scommettere sull’avvistamento di orche, megattere e foche sull’acqua, mentre i leoni marini sono installazioni sulla costa. Le opzioni di alloggio comprendono la gamma, inclusi campeggi e case in affitto, nonché resort e boutique hotel.

Incastonata tra le penisole superiore e inferiore del Michigan sul bordo nord-ovest del Lago Huron, l’isola color smeraldo è ricca di storia. Il suo nome è una versione modificata della parola degli indigeni Odawa per “grande tartaruga”, ispirata alla forma della costa. Mackinac può sentirsi come se fosse congelato in un tempo precedente. È accessibile solo in traghetto o in aereo e le auto sono vietate (tranne i veicoli di emergenza), quindi le carrozze trainate da cavalli sono a disposizione al posto dei taxi. L’isola è costellata di siti storici: Fort Mackinac dell’era della guerra rivoluzionaria; una casa di famiglia restaurata, intorno al 1820; una bottega di fabbro funzionante della fine del XIX secolo; e Skull Cave, un nascondiglio di una volta. Scopri le prime persone della regione andando in bicicletta o facendo un’escursione lungo il sentiero della storia culturale dei nativi americani lungo l’autostrada di otto miglia, per lo più pianeggiante, che circonda l’isola. Ci sono molte opzioni di alloggio, inclusi hotel, B&B e case in affitto.

L’isola dell’incanto è a sole 212 ore di volo da Miami, offrendo un facile accesso ai Caraibi senza lasciare il territorio degli Stati Uniti. Esci dalla capitale San Juan per trascorrere del tempo all’aria aperta esplorando la bellezza naturale dell’isola lussureggiante. Ci sono tre baie bioluminescenti – Mosquito Bay, Laguna Grande e La Parguera – dove puoi pagaiare o nuotare attraverso i luccicanti microrganismi. Fai trekking attraverso le foreste pluviali tropicali della foresta nazionale di El Yunque, che è collegata in rete con sentieri per escursionisti di tutte le abilità, incluso uno fino a una torre di osservazione in cima al Monte Britton che offre ampie vedute della campagna fino al mare. (Per El Yunque è necessaria la prenotazione; possono essere effettuate fino a un mese in anticipo su ricreazione.gov/camping/gateways/14487.) Gli amanti del brivido avranno una corsa alle epiche zipline del Toroverde Adventure Park, comprese alcune che puoi sfrecciare giù su biciclette appositamente adattate. Rilassati e ricaricati dopo le tue avventure alle Coamo Hot Springs, dove l’acqua riscaldata termicamente lenirà i muscoli doloranti.

Nonostante la distanza e il costo, l’arcipelago tropicale è stato un luogo di villeggiatura popolare durante tutta la pandemia. Per un’esperienza completa, prenota la tua vacanza sulla multiforme isola delle Hawaii di 4.000 miglia quadrate (conosciuta anche come la Big Island), sede di lussureggianti foreste pluviali, montagne innevate, vulcani attivi e spiagge di sabbia nera. Le opportunità all’aperto abbondano: andare a cavallo nella profonda e lussureggiante valle di Waipio; osservare la migrazione delle balene (la stagione va da novembre a maggio e febbraio offre picchi di avvistamento); arrampicarsi sui campi di lava del Parco Nazionale dei Vulcani delle Hawaii; e osservare le stelle in cima a Mauna Kea, la montagna marina più alta del mondo. Cerchi escursioni indimenticabili? Affronta quanto vuoi del King’s Trail di 175 miglia che si snoda lungo la costa di Kona. A seconda di dove vai, passerai i ricordi della ricca storia dell’isola, inclusi petroglifi, stagni per pesci e templi.

.

Leave a Comment