Shanghai allenta le restrizioni, viaggi non essenziali vietati a Guangzhou con l’intensificarsi dell’ondata di Covid in Cina

Linea superiore

La città portuale cinese di Guangzhou ha vietato i viaggi non essenziali mentre Shanghai, il centro finanziario del paese, sta allentando il blocco ma continua a segnalare un gran numero di nuovi casi di Covid-19 mentre la Cina combatte un’ondata di micron nella sua metà orientale nonostante la crescente opposizione al suo rigoroso approccio zero-Covid.

Aspetti principali

Secondo l’Associated Press, Guangzhou ha fermato la maggior parte degli arrivi in ​​città concedendo congedo solo ai residenti con un “bisogno definitivo”.

Sebbene a Guangzhou non sia stato implementato un blocco, le scuole della città sono passate all’apprendimento a distanza mentre l’amministrazione locale si preparava a intraprendere test di massa in tutta la città.

Lunedì, la città di 18 milioni di abitanti ha segnalato 27 nuovi casi, di cui 18 sintomatici, che hanno compensato una parte relativamente piccola dei 1.164 nuovi casi sintomatici e 26.345 asintomatici della Cina.

L’epidemia più grave del paese continua a essere incentrata attorno al suo centro finanziario di Shanghai, con la città che lunedì ha riportato 25.173 nuovi casi asintomatici e 914 sintomatici.

I funzionari hanno in programma di allentare alcune restrizioni in città lunedì dopo che i suoi residenti hanno dovuto affrontare la carenza di cibo, provocando rabbia e proteste.

Finora non è stato segnalato un singolo decesso di Covid-19 dall’attuale focolaio di Shanghai con il paese nel suo insieme che ha riportato solo due nuovi decessi dall’inizio dell’anno.

Tangente

In conformità con la sua dichiarata politica “zero Covid”, la Cina ha emanato un rigoroso blocco a Shanghai, che avrebbe dovuto terminare martedì, ma da allora è stato prorogato a tempo indeterminato. La natura dura del blocco ha suscitato rabbia e proteste da parte dei residenti della città tra segnalazioni di carenza di cibo, bambini separati dai genitori e morte di pazienti anziani incustoditi negli ospedali. Queste severe politiche hanno spinto il dipartimento di stato americano a emettere un avviso chiedendo ai suoi cittadini di riconsiderare il viaggio in Cina. L’avviso ha avvertito dell’applicazione arbitraria delle leggi locali e delle restrizioni Covid che include il rischio che “genitori e figli vengano separati”. Domenica, Pechino ha espresso la sua insoddisfazione nei confronti dell’avviso, definendolo un’accusa infondata contro la risposta epidemica della Cina”.

Sfondo chiave

La crescita senza sosta dei casi di Covid-19 a Shanghai ha sollevato interrogativi sull’utilità dell’approccio pandemico cinese. La Cina ha adottato quella che definisce una strategia “dinamica zero-Covid” che ha comportato blocchi improvvisi e test di massa nelle città in cui è stato rilevato un focolaio. Sebbene l’approccio sembrasse avere successo l’anno scorso, l’arrivo della sottovariante omicron a rapida diffusione nota come BA.2 sembra averlo reso inefficace. Il paese ora affronta la minaccia di un aumento ancora maggiore dei casi in una popolazione che ha pochissima immunità da infezioni precedenti e vaccini che sembrano essere meno efficaci nel prevenire esiti gravi rispetto alle loro controparti occidentali.

Ulteriori letture

Guangzhou chiude alla maggior parte degli arrivi mentre cresce l’epidemia in Cina (Associated Press)

Il blocco di Shanghai Covid stimola la corsa per accumulare cibo in tutta la Cina (South China Morning Post)

Video agghiaccianti mostrano residenti bloccati a Shanghai che urlano dalle loro finestre (Daily Beast)

Copertura completa e aggiornamenti in tempo reale sul Coronavirus

.

Leave a Comment