Quando gli esseri umani hanno iniziato a indossare vestiti? La scoperta in una grotta marocchina fa luce

Iscriviti alla newsletter scientifica di Wonder Theory della CNN. Esplora l’universo con notizie su scoperte affascinanti, progressi scientifici e altro ancora.



CNN

Nella cultura popolare, gli uomini (e le donne) delle caverne sono spesso drappeggiati con pellicce, ma le prove archeologiche di ciò che indossavano effettivamente i nostri antenati dell’età della pietra e di come confezionavano i vestiti sono scarse.

Pellicce, pelle e altri materiali organici generalmente non vengono conservati, soprattutto oltre 100.000 anni fa. Tuttavia, i ricercatori affermano che 62 strumenti ossei utilizzati per elaborare e levigare le pelli di animali trovati in una grotta in Marocco potrebbero essere alcune delle prime prove proxy per l’abbigliamento nella documentazione archeologica. Gli strumenti hanno un’età compresa tra 90.000 e 120.000 anni.

“Non mi aspettavo di trovarli. Inizialmente stavo studiando questo assemblaggio per osservare le ossa degli animali per ricostruire la dieta umana”, ha affermato Emily Yuko Hallett, scienziata post-dottorato presso il Gruppo di ricerca sull’evoluzione panafricana del Max Planck Institute for the Science of Human History.

“E quando li stavo attraversando – c’erano circa 12.000 ossa di animali – Ho iniziato a notare queste ossa che avevano una forma molto diversa. Non era una forma naturale. E avevano lucentezza, erano lucenti e avevano striature (scanalature o graffi) su di loro”, ha detto Hallett, autore di uno studio sui risultati pubblicato giovedì sulla rivista iScience.

A differenza delle ossa scartate dopo aver consumato un animale per il cibo, le ossa usate regolarmente dalle mani umane acquistano lucentezza e lucentezza.

Ha anche trovato uno schema di segni di taglio su altre ossa nella grotta che suggerivano che gli umani che vivevano lì stessero rimuovendo la pelle di carnivori come volpi della sabbia, sciacalli dorati e gatti selvatici, per le loro pellicce. Le ossa di animali simili a bovini mostravano segni diversi, suggerendo che fossero trasformate per la carne.

“Sono molto entusiasta dei segni di scuoiatura sui carnivori, perché non ho mai visto questo schema descritto prima. E la mia speranza è che anche gli archeologi che lavorano in siti molto più vecchi inizino a cercare questo modello”, ha detto.

È difficile capire quando è iniziato l’uso dei vestiti. È molto probabile che i primi umani come i Neanderthal che vivevano in climi freddi molto prima che l’Homo sapiens arrivasse sulla scena avevano vestiti per proteggersi dalle condizioni meteorologiche estreme, ma non ci sono molte prove concrete.

Studi genetici sui pidocchi indicano che i pidocchi dell’abbigliamento si sono discostati dai loro antenati pidocchi della testa umana almeno 83.000 anni fa e forse già 170.000 anni fa, il che suggerisce che gli esseri umani indossavano abiti prima delle grandi migrazioni dall’Africa.

Hallett ha affermato che uno degli strumenti di 98.400.000 anni di osso di elefante e recentemente scoperti in Italia potrebbe essere stato utilizzato per levigare la pelle. Probabilmente furono usati dai Neanderthal. Gli aghi con gli occhi emergono nella documentazione archeologica molto più tardi, circa 40.000 anni fa.

Gli strumenti in osso dal Marocco che Hallett scoprì avevano la forma un po’ di una spatola e sarebbero stati usati per rimuovere il tessuto connettivo. Strumenti simili in osso sono ancora usati da alcuni lavoratori della pelle oggi, ha detto Hallett.

Nasconde l'essiccazione al sole presso la conceria Chouara a Fez, in Marocco.  Gli strumenti in osso sono ancora oggi utilizzati da alcuni lavoratori del cuoio.

“Il motivo per cui alle persone piace usare questi strumenti è che non perforano la pelle, e quindi rimani con una pelle intatta”, ha detto.

Gli strumenti in osso sono stati trovati nella grotta dei contrabbandieri sulla costa atlantica del Marocco. Hallett ha affermato che il clima 120.000 anni fa sarebbe stato mite, come lo è ora, aumentando la possibilità che i primi vestiti potessero essere sia per ornamento che per protezione. Le fashioniste dell’età della pietra, chiunque?

“Non ci sono davvero temperature estreme o condizioni climatiche estreme lì in passato o oggi. Quindi mi chiedo se l’abbigliamento fosse strettamente utilitaristico o era simbolico o era un po’ di entrambi?”

.

Leave a Comment