I viaggi sono tornati con il botto nonostante l’aumento delle tariffe aeree in India

Emesso il:

L’India ha ripreso i voli internazionali regolari alla fine del mese scorso dopo una pausa di due anni a causa della pandemia di Covid, portando a un aumento delle prenotazioni da parte dei viaggiatori desiderosi di andare all’estero per la prima volta da marzo 2020.

Secondo le stime del settore, l’India era il principale mercato dell’aviazione in più rapida crescita al mondo prima della pandemia di Covid-19. Le agenzie turistiche prevedono che il traffico locale supererà i livelli pre-pandemia di 415.000 voli giornalieri entro un anno.

“Con questo passaggio di voli internazionali regolari, sono fiducioso che il settore raggiungerà nuove vette”, ha affermato il ministro dell’aviazione civile Jyotiraditya Scindia.

Negli ultimi due anni, sono stati operati voli passeggeri internazionali limitati tra l’India e paesi selezionati nell’ambito di accordi bilaterali sulle bolle d’aria.


Riavvio del viaggio

Ben 60 compagnie aeree di 40 paesi sono state autorizzate a operare 1.783 voli da e per l’India durante l’estate, ha affermato il direttore generale dell’aviazione civile indiana.

L’orario estivo sarà in vigore dal 27 marzo al 29 ottobre.

L’aumento dei prezzi del carburante degli aerei a causa della guerra della Russia con l’Ucraina e la capacità di volo limitata significano che i passeggeri pagano quasi il doppio e, a volte, tre volte la tariffa normale per i voli in entrata e in uscita dall’India.

Alcuni dei vettori internazionali sono stati abbastanza veloci da aumentare le loro tariffe aeree a causa dell’aumento del prezzo del carburante durante questa settimana e si prevede che lo stesso aumenterà ulteriormente, nel caso in cui i prezzi del carburante aumenteranno ulteriormente “, ha affermato Jay Bhatia, vicepresidente, agenti di viaggio Associazione dell’India.

“Le tariffe nazionali devono ancora vedere l’impatto dell’aumento del prezzo del carburante”.

Le prenotazioni per i posti in business class sui voli e negli hotel a cinque stelle sono già raddoppiate rispetto ai numeri pre-pandemia come percentuale delle prenotazioni totali.

“Idealmente, le tariffe aeree dovrebbero diminuire, ma abbiamo questa crisi incombente della guerra in Ucraina che ha causato un forte aumento dei prezzi del petrolio”, ha affermato l’analista del settore dell’aviazione Vinamra Longani.


Avere il biglietto, viaggerò

Mentre i vettori indiani sono preparati per i normali servizi internazionali, varie compagnie aeree straniere, tra cui Emirates, Virgin Atlantic e LOT Polish, hanno annunciato piani sui loro servizi da e per l’India.

La più grande compagnia aerea indiana, IndiGo, ha dichiarato che riprenderà i voli internazionali di linea su oltre 150 rotte in modo graduale nel mese di aprile.

Nel frattempo, il governo ha rivisto le linee guida Covid-19 per le operazioni di volo internazionali, inclusa la rimozione dell’obbligo di mantenere tre posti liberi sui voli all’estero per le emergenze mediche.

Il governo ha anche allentato le norme di sicurezza Covid-19 negli aeroporti e nei voli, come l’eliminazione di tre posti liberi all’interno di un aereo per il distanziamento sociale.

Inoltre, è stato eliminato il requisito per l’equipaggio di avere un kit di protezione completo.

Dyninno Travel, che gestisce International Travel Network, biglietti ASAP e altri marchi di viaggio, ha affermato che le vendite di biglietti aerei tra Stati Uniti e India sono cresciute di quattro volte nel primo trimestre 2022 rispetto al corrispondente periodo del 2019.

Gli Stati Uniti hanno revocato tutte le restrizioni per i viaggiatori internazionali completamente vaccinati, anche dall’India, dall’8 novembre, ma dovranno mostrare la prova di un test negativo del coronavirus prima di imbarcarsi su un volo per il Paese.

L’Organizzazione mondiale del turismo delle Nazioni Unite afferma che i viaggi internazionali non si riprenderanno completamente prima del 2024.

.

Leave a Comment