Come scegliere i vestiti che indossi ogni giorno

Ogni mattina, Kaitlyn Foley recita nel suo armadio per almeno 20 minuti. In qualità di web director di Blush Magazine, la pubblicazione gestita dagli studenti del Fashion Institute of Technology, Foley ha affermato di “non essere una pianificatrice” quando si tratta di scegliere il suo outfit per la giornata, ma presta comunque attenzione ai dettagli.

Foto per gentile concessione di Kaitlyn Foley.

Foley ha detto che mentre i suoi abiti da lavoro sono principalmente neri, il suo stile quotidiano è più colorato. Le piace abbinare i colori alla stagione in corso.

“Di solito mi attengo ai toni neutri e grigi in inverno solo perché è così che l’inverno mi sembra”, ha detto. “In estate indosso molti colori più luminosi e in autunno indosso molti marroni”.

Come Foley, molti giovani adulti sono attenti alle scelte di abbigliamento di tutti i giorni. Anche così, la scelta dei vestiti per la routine quotidiana rimane un argomento sconcertante.

So per esperienza personale che, sebbene sia un processo divertente, sviluppare uno stile regolare non è facile. A volte immagino L’abbigliamento, ma, quando lo provo, non sembra essere così carino, o diverso, o estetico, o qualunque parola avessi in testa quando l’ho pensato. E, poiché non sono esperta di moda, è difficile distinguere se sono solo esigente o se quel vestito non è proprio buono.

Sapendo che molte persone hanno questa difficoltà, gli influencer della moda hanno deciso di condividere ciò che indossano attraverso i social media, di solito con tag come “#lookfortheday”. Ma non è necessario essere un influencer professionista per farlo.

Foto per gentile concessione di Katie Hill.

Katie Hill, ora una rivista specializzata in giornalismo del secondo anno alla Syracuse University, ha creato una pagina Instagram all’ottavo anno per pubblicare selfie speculari dei suoi look quotidiani. Pubblica ancora il suo vestito quasi ogni giorno.

Hill ha spiegato che il suo processo di creazione di un vestito inizia controllando il tempo prima di andare a dormire. Quindi sceglierà un capo di abbigliamento e realizzerà il look del giorno successivo attorno a quel pezzo. Quando abbina e abbina capi del suo guardaroba, trae ispirazione da altre pagine di social media.

“A volte vedo un vestito su Pinterest e provo a ricrearlo usando i miei vestiti”, ha detto.

Al di là dell’estetica, prestare attenzione ai tuoi outfit quotidiani può avere un impatto positivo.

Ariana Dimitrakis, una scrittrice di moda, ha detto che ciò che indossi dovrebbe renderti più sicuro di te. È autrice di “Female Empowered Fashion”, co-fondatrice della rivista FIT e creatrice del blog “Here and Haute”.

“Vestirsi rende più facile uscire ed essere più motivati ​​​​a fare le cose”, ha spiegato. “Ti illumina la giornata vestirti bene. ”

Foto per gentile concessione di Ariana Dimitrakis.

Capisco il suo punto. Mi sento molto più motivato ad andare a lezione quando indosso un bel capo come il mio gilet giallo, i miei stivali beige o il mio maglione di cashmere marrone. Dà ai miei impegni quotidiani un senso di fantasia e importanza perché mi sono preparato per loro – ho fatto uno sforzo per avere un bell’aspetto per loro.

Dimitrakis ha detto che non ha uno stile. Quello che indossa un giorno può essere completamente diverso da quello che indossa il giorno successivo.

Nella mia esperienza, quello che indosso dipende da una varietà di fattori, incluso come mi sento, chi vedo e cosa sto facendo quel giorno. Ecco perché non mi piace legare il mio abbigliamento quotidiano a uno stile particolare.

Ed è anche importante capire che gli stili sono volatili, il che significa che il tuo stile sarà soggetto a cambiamenti (a volte enormi) a seconda del tuo stato d’animo. Il modello di moda Jared Hoke ha detto che il suo stile è cambiato più volte mentre cresceva. Ha detto che parte di questo cambiamento è venuto da ciò che ha imparato sulla moda attraverso libri, video di YouTube, amici e social media. Tuttavia, ha sottolineato una cosa da non dimenticare: la moda è tutta una questione di identità.

“La moda è l’unica arte a cui tutti ci dedichiamo [a] ogni giorno”, ha detto Hoke.

Foto per gentile concessione di Jared Hoke.

Ha anche affermato che ti può essere insegnato tutto su ciò che è alla moda e ciò che non lo è, ma i vestiti che indossi dovrebbero riflettere ciò che pensi ti stia bene, quindi, riflettendo la tua unicità.

Sono d’accordo con lui e ho qualcosa da aggiungere: se non mostri quanto sei speciale, come dovrebbero apprezzarti gli altri? Indipendentemente da ciò che indosso, cerco sempre di aggiungere qualche elemento al mio look che penso possa migliorare la mia personalità e farmi notare dalle persone. Ad esempio, recentemente il mio professore di antropologia ha riso di una battuta che era scritta sulla mia maglietta e mi ha chiesto da dove l’avessi presa. La classe successiva, mi chiamò con un soprannome tra una classe di 200 studenti. Ma è importante dire che, come Hoke, questi sono dettagli a cui ho iniziato a prestare attenzione con il tempo.

Anche Akili Dzwill, fashion editor per Blush Magazine, ha visto evolversi il suo senso della moda. Quando era una giovane al liceo, dice che indossava sempre leggings e felpe. Ora da giovane al college, non solo presta più attenzione a ciò che indossa, ma fa anche acquisti in modo più consapevole.

Foto per gentile concessione di Akili Dzwill

“Ora, se ho un evento, comprerei un pezzo con cui posso lavorare e mettere insieme in modi diversi, quindi non ho bisogno di uscire e comprare qualcosa ogni volta che c’è un evento”, ha detto Dzwill.

Questa è una cosa che pratico anch’io. Quando compro un pezzo, lo compro pensando di trattenerlo per diversi anni. Ho ancora la mia prima giacca invernale, che è stata acquistata quando avevo 14 anni. Negli ultimi otto anni ho dovuto comprarne solo un’altra e ci ho vissuto benissimo. Molte persone si preoccupano così tanto dell’acquisto di vestiti prodotti in modo sostenibile che dimenticano di considerare il merito di acquistare di meno. È importante capire da dove vengono i nostri vestiti e come sono stati realizzati, ma è anche importante fare acquisti con consapevolezza della quantità.

Dzwill ha anche affermato che ogni processo è diverso e che la moda può essere uno strumento straordinario per l’espressione personale.

Foley era d’accordo: quando ha iniziato il college, era imbarazzata perché pensava che il suo modo di vestirsi fosse normale. Tuttavia, il tempo le ha insegnato che lo stile di ogni persona è unico.

“Penso che invecchiando, mi sono reso conto che mi sentivo più a mio agio con me stesso”, ha detto Foley.

Quando ero nella mia prima adolescenza, ho chiesto ai miei genitori se pensavano che fossi alla moda. A quel tempo, nemmeno io sapevo perché me lo chiedevo. Tuttavia, oggi mi rendo conto che è perché voglio che le persone mi vedano come qualcuno che si veste bene, o almeno qualcuno che ci prova. Mi rallegra la giornata quando i miei amici si complimentano con un capo che indosso.

Jeans e felpe non mi funzionano tutti i giorni. Mi interessano i colori, le texture, i marchi, gli stati d’animo e i concetti. E, poiché ci tengo a tutto questo, è stato deludente non essere in grado di creare abiti per me stesso.

È stimolante e illuminante vedere che ci sono persone in questo stesso viaggio che stanno aiutando gli altri nel loro percorso, come ha detto Hoke, per dedicarsi all’arte su base giornaliera.

Leave a Comment