Quest’uomo ha comprato una nave da crociera su Craigslist

(CNN) — Non capita tutti i giorni di vedere una nave da crociera in vendita su Craigslist. Quindi Chris Willson è stato immediatamente incuriosito quando nel 2008 si è imbattuto in una nave di 293 piedi elencata sul sito Web di annunci classificati.

La nave da crociera “tascabile” in pensione, costruita in Germania, all’epoca era ormeggiata nel delta della California e il suo allora proprietario desiderava scaricarla.

Dopo aver visto l’elenco apparire numerose volte, Willson, che stava lavorando allo sviluppo di tour di realtà virtuale, ha deciso di indagare.

“Mi sono presentato come un potenziale acquirente, anche se non avevo alcun interesse ad acquistare una nave”, ha detto Willson a CNN Travel. “Era un po’ fuori dal mio livello di comfort, per non dire altro.”

Una volta che ha fatto il viaggio fino al delta del fiume interno e all’estuario nella California settentrionale ed è salito a bordo, Willson è rimasto colpito da quanto gravemente fosse stata trascurata la nave da 2.496 tonnellate di stazza lorda nel corso degli anni.

Tuttavia, quando iniziò a esplorare ulteriormente, si rese conto che c’era una nave a cinque livelli piuttosto impressionante sotto tutta la “spazzatura” a bordo.

Sigillare l’affare

Chris Wilson e il suo partner Jin Li ora vivono a bordo della nave da crociera che ha acquistato nel 2008.

Cristoforo Willson

“Ha uno dei layout più spettacolari di quasi tutte le navi che ho visto”, aggiunge. “Le scale sono magnifiche.

“È quasi come se trovassi una vecchia Corvette degli anni ’60 in garage. Si vede che la qualità c’è, ma è così trascurata che quasi ci si sente male”.

Dopo aver scavato nello sfondo della nave, scoprì che era stata costruita dai cantieri Blohm and Voss nel 1955 ed era stata la prima nave passeggeri significativa costruita dalla Germania dopo la seconda guerra mondiale.

Più veniva a conoscenza della nave, che originariamente si chiamava Wappen von Hamburg, più si convinceva che si trattava di un progetto che era disposto ad intraprendere.

Dopo aver considerato attentamente l’enormità di cosa significherebbe possedere una mini nave da crociera, Willson ha messo insieme un piano di restauro e ha deciso di fare il grande passo.

Sebbene sia riluttante a discutere l’importo che ha pagato, dice di essere stato in grado di “trovare un ottimo affare con il proprietario della nave”.

“La prossima cosa che sai è che possiedo una nave”, aggiunge Willson.

Ma una volta che ha firmato sulla linea tratteggiata, ha dovuto capire dove l’avrebbe messa. Per fortuna, Willson è stato in grado di assicurarsi un contratto di locazione nella città fluviale della California di Rio Vista e ha organizzato il rimorchio della nave lì.

progetto di passione

Willson ha lavorato alla nave, che è ormeggiata in un porto turistico a Little Potato Slough, in California, con l'aiuto di volontari.

Willson ha lavorato alla nave, che è ormeggiata in un porto turistico a Little Potato Slough, in California, con l’aiuto di volontari.

Cristoforo Willson

Fu allora che iniziò il processo di restauro. Il primo passo è stato sbarazzarsi di tutta la spazzatura a bordo – Willson dice che c’erano centinaia di sacchi di rifiuti domestici insieme a vecchi materassi e coperte – e cercare volontari per aiutare.

“Ho pensato che sarebbe stato un progetto lungo”, dice Willson. “La scala era enorme. È quasi come rifare 15 case da solo.”

Dopo aver trascorso alcuni mesi viaggiando per circa tre ore da casa sua a Santa Cruz per lavorare sulla nave, Willson ha deciso di salire a bordo con il suo partner Jin Li in modo da potersi concentrare completamente sul progetto, oltre a tenerlo al sicuro.

“Quando mi sono trasferito per la prima volta a bordo, molti dei miei amici e della mia famiglia erano increduli”, ammette. “È stato un cambiamento piuttosto grande nello stile di vita. “Ma lo vedo più come un aggiornamento, anche se siamo fuori rete e funziona principalmente con generatori e reti solari”.

Quando iniziò a scavare ulteriormente nella storia della nave, Willson dice di aver appreso che, non solo era stata l’ispirazione per la popolare serie TV “The Love Boat”, ma era anche il luogo delle riprese del quartier generale dell’organizzazione criminale Spectre nel 1963 Film di James Bond “Dalla Russia con amore”.

La nave è stata una nave da crociera per circa due decenni, dice, e ha attraversato diversi proprietari, oltre a nomi, prima di essere ormeggiata a Vancouver.

Dopo alcune false partenze e più proprietà e cambi di nome, è stato rimorchiato ad Alameda, in California, nel 2005. Sono stati messi in atto piani per trasformarlo in uno yacht di lusso, ma alla fine sono falliti.

La nave rimase ad Alameda per diversi anni finché non fu acquistata da un uomo d’affari e trasferita nel delta della California. Si pensava che la nave fosse sul punto di essere demolita quando Willson la vide pubblicizzata su Craiglist nel 2008.

nave storica

“Più imparavo sulla storia, pensavo che potesse essere un’attrazione sulla costa, un po’ come la Queen Mary [a retired ocean liner moored at Long Beach that’s now a popular tourist attraction]”, spiega. “Vorrei farne un museo e lasciare che le persone facessero dei tour [of the ship].”

Egli stima che la trasformazione della nave, che ha ribattezzato Aurora, in un’attrazione costiera costerebbe circa 3 milioni di dollari.

Willson, che non aveva precedenti esperienze di lavoro sulle navi, ha trascorso circa 14 anni a rinnovare la nave, con l’aiuto di volontari.

“Sono piuttosto furbo”, dice, spiegando che aveva ricostruito molte auto in passato e in precedenza aveva lavorato come ingegnere elettromeccanico facendo il ripristino di emergenza.

Con l’aiuto di volontari, insieme a Li, che secondo Willson ha svolto un ruolo chiave nell’aiutare a preservare l’Aurora, ha completato i lavori di ristrutturazione di alcuni corridoi, oltre a un salone e un certo numero di cabine.

“Il nostro più grande risultato è stato rimuovere il vecchio legno dai ponti e dedicare molto tempo alla saldatura di nuove lastre di acciaio per sigillare completamente i ponti”, afferma.

“Non è tanto il lavoro sulla nave la sfida più grande, quanto la politica che ci sta dietro. La contea o la città vogliono la tua nave lì?”

Dopo alcuni anni a Rio Vista, a Willson fu offerto un posto barca al Pier 38 di San Francisco e vi trasferì l’Aurora. Tuttavia, le cose non andarono come si aspettava e in seguito a Willson fu chiesto di trovare una nuova casa per la nave.

Lo fece trasferire nel delta della California nel 2012, ormeggiando l’Aurora in un porto turistico a Little Potato Slough, situato a circa 24 chilometri dalla città di Stockton nella Central Valley della California.

Aurora è stata di stanza “in acque poco profonde” qui da allora e sembra destinata a rimanere nel prossimo futuro.

Sebbene la nave non sia in grado di navigare, Willson sottolinea che ha un “fondo solido”, e dopo essersi consultato con un certo numero di ingegneri marittimi, è fiducioso che, “con un’adeguata manutenzione e supervisione”, può rimanere in sicurezza dov’è.

“Finché non lo portiamo fuori dove c’è molta elettrolisi e cose del genere”, aggiunge. “Per il momento è al sicuro, ma abbiamo in programma di spostarla più vicino alla baia quando sarà più avanti nel suo restauro”.

Spera di raccogliere fondi sufficienti per tirare fuori la nave dall’acqua e rifare la parte inferiore a un certo punto.

Raccolta fondi

Willson ha finanziato personalmente la maggior parte del lavoro, ma spera di raccogliere fondi sufficienti per trasformarlo in un museo.

Willson ha finanziato personalmente la maggior parte del lavoro, ma spera di raccogliere fondi sufficienti per trasformarlo in un museo.

Cristoforo Willson

“Per quanto riguarda il lavoro effettivo sulla nave, ho imparato così tanto”, dice. “Non c’è niente che non so come risolvere. Ma ci vogliono un sacco di soldi per arrivarci.”

A parte alcune piccole donazioni, Willson ha finanziato personalmente la maggior parte dei lavori di ristrutturazione.

È stato in grado di raccogliere fondi per il lavoro acquistando oggetti dai mercatini delle pulci e dalle aste statali e rivendendoli su siti di aste online come eBay, oltre a lavorare come consulente su altri progetti di navi storiche.

Ma mentre questo reddito ha portato avanti il ​​progetto finora, non è certamente sufficiente per finanziare il restauro completo e Willson è determinato a portare a termine ciò che ha iniziato.

Dopo essersi imbattuto nel canale YouTube Ship Happens, che descrive in dettaglio gli sforzi di una coppia britannica che sta ristrutturando una nave di 80 anni della seconda guerra mondiale acquistata da eBay, Willson è stato ispirato a portare la propria storia sulla piattaforma con l’obiettivo di aumentare gli interessi, così come i finanziamenti.

“Da quando è nata l’intera faccenda di YouTube, abbiamo avuto centinaia e centinaia di persone che si sono offerte volontarie”, afferma.

Willson spera che il suo successo aiuti ad accelerare le cose e dice che sta già vedendo i risultati.

“Le cose stanno riprendendo molto velocemente”, dice.

Tuttavia, la produzione di video insieme al rinnovamento di una nave si sta rivelando complicata e sta ancora “trovando i suoi piedi” quando si tratta di destreggiarsi con entrambi.

“Una volta che comincerò a sentirmi più a mio agio con questo, si spera che inizieremo ad avere gruppi di volontari in arrivo diversi giorni alla settimana”, aggiunge Willson.

Completamento in vista?

Una grande scalinata a bordo della nave, che Willson ha ribattezzato Aurora.

Una grande scalinata a bordo della nave, che Willson ha ribattezzato Aurora.

Cristoforo Willson

Anche se c’è ancora molta strada da fare, Willson si sta lentamente avvicinando al suo obiettivo di trasformare l’Aurora in un museo.

Sebbene abbia anche pensato di trasformare la nave in un bed and breakfast, o anche in un luogo di nozze, ritiene che un museo sia l’opzione più “realistica”.

“Questo è qualcosa che stiamo cercando di restituire alla gente”, dice. “Non vogliamo aggiustarlo e ricavarne il nostro yacht privato.”

E c’è sicuramente molto da vedere a bordo dell’Aurora. La nave contiene 85 cabine, oltre a un salone superiore con il suo ampio ponte privato a prua, una piscina, una grande cucina e un teatro.

“Abbiamo restaurato un piccolo numero di cabine a bordo, ma ne abbiamo molte, molte da visitare e presto offriremo al pubblico l’opportunità di sponsorizzare il restauro di una cabina”, afferma.

Willson e il suo team di volontari stanno attualmente lavorando sul fiocco, o sul retro, dell’Aurora e mirano a ripristinare completamente la cucina e la zona pranzo per il resto del 2022.

Negli ultimi anni, Willson ha ricevuto mobili da altre navi storiche da utilizzare a bordo dell’Aurora.

“Abbiamo ricevuto una cospicua donazione dalla Island Princess, una delle navi su cui hanno effettivamente girato ‘The Love Boat’, che è stata demolita di recente”, dice.

Per il momento, Willson si diverte a lavorare e vivere a bordo della nave e attende con impazienza il giorno in cui potrà aprirla al pubblico.

“Non c’è davvero niente di più spettacolare che poter lavorare e vivere su qualcosa di così unico”, aggiunge.

Ma nutre qualche speranza che questa spettacolare nave possa salpare di nuovo un giorno?

“Se i soldi arrivano, può essere fatta tornare in crociera”, dice. “Se non lo fa, può essere un grande museo”.

.

Leave a Comment