Le donne nei gruppi di arti dello spettacolo alla Penn State ispirano, danno potere agli altri | Stile di vita

L’influenza delle donne nelle arti alla Penn State è visibile in una varietà di campi artistici in cui costituiscono la maggioranza. Da una cappella al teatro, queste organizzazioni gestite da donne hanno continuato a combinare l’arte con l’emancipazione femminile.

None of the above è il primo gruppo a cappella di Penn State fondato nel 1999 ed è ora guidato da Colleen Flickinger.

Flickinger (relazioni pubbliche senior) si è unito al club durante il suo primo anno e l’ha definita la sua parte preferita della sua esperienza alla Penn State.

Con membri sia femminili che maschili, None of the above è noto per la sua storia di tenori femminili, una voce popolare tra gli uomini.

“Abbiamo avuto due diversi tenori femminili da quando sono stato nel gruppo negli ultimi quattro anni, quindi è una cosa unica che la maggior parte dei gruppi di coed in genere avrà solo tenori maschili”, ha detto Flickinger.

Flickinger ha descritto la comunità in None of the above come una famiglia, in cui l’amicizia e l’amore per la musica sono condivisi dall’intero gruppo.

“Mi ha dato qualcosa a cui guardare con impazienza ogni settimana”, ha detto Flickinger. “È stato il momento clou della mia esperienza al college.”

Per il processo di audizione del gruppo, Flickinger ha detto che in genere più di 80 persone fanno un’audizione in due giorni e quasi il 70% sono donne.

“Quindi in questo momento abbiamo 16 membri e poco più del 50% sono donne, quindi ci stiamo arrivando”, ha detto Flickinger. “Ci sforziamo sempre di avere un equilibrio tra il 50 e il 50, ma in termini di interesse per la cappella e le arti in generale… è decisamente orientato verso le donne”.

Per incentivare più persone a unirsi a None of the above, Flickinger ha affermato che il gruppo si è concentrato sui social media e ha lavorato con diversi social media manager negli ultimi due anni.

“In questo momento, il nostro social media manager inizierà a fare acquisizioni in cui alcuni membri prendono il controllo di Instagram per un giorno e parlano di com’è essere un membro di None of the above”, ha detto Flickinger.

Nessuna delle posizioni del consiglio esecutivo di cui sopra rappresenta i suoi membri, con quattro posizioni di leadership e un consiglio di amministrazione tutto al femminile dall’autunno 2019 al 2020.

“NOTA è un capo molto femminile”, ha detto Flickinger. “Amiamo i nostri ragazzi, ma le ragazze sanno fare le cose.”

Un altro gruppo che celebra le voci femminili è Savoir Faire, il primo e unico gruppo a cappella della Penn State gestito dalla presidente Elizabeth Iserson e dal direttore musicale Emily Afflerbach.

“Ho scoperto che è stato così bello e così bello essere in un gruppo di ragazze, prima di tutto, perché è un po’ di più per me”, ha detto Afflerbach (medicina veterinaria e scienze biomediche).

Afflebach è il direttore musicale da oltre due anni ed è incaricato di gestire tutti gli aspetti musicali del gruppo.

Essendo un gruppo a cappella tutto al femminile, avere un’ampia varietà di gamme è difficile, ma secondo Afflerbach ci sono ragazze con voci soprano e registri bassi.

Quando sceglie una canzone cantata da un uomo, la direttrice musicale Afflebach ha detto che cerca sempre di adattarla alle voci femminili.

“Sareste sorpresi di quante cose siamo in grado di realizzare con una gamma solo femminile, specialmente con alcuni aspetti tecnici”, ha detto Afflerbach.

Iserson (industria delle telecomunicazioni e dei media) ha affermato di condividere un legame speciale con il resto dei membri del gruppo e lo ha descritto come parte integrante della sua esperienza alla Penn State.

“Ho fatto alcuni dei miei migliori amici attraverso il gruppo, e diciamo sempre sopra ogni altra cosa, apprezziamo l’amicizia e la creazione di un ambiente sicuro per tutti”, ha detto Iserson.

I Savoir Faire si sono esibiti al THON e attualmente tengono concerti annuali invernali e primaverili nel Thomas Building senza costi di partecipazione.

PIÙ CONTENUTI DI STILE DI VITA

I membri della comunità di Penn State stanno abbracciando la vita all’aria aperta e le opportunità basate sulla natura mentre …

Oltre ai suoi membri a cappella di sole donne, il consiglio di amministrazione è composto da sole donne.

“È bello capire tutto solo con le donne tutto il tempo”, ha detto Iserson.

Attualmente, il gruppo si sta concentrando sulla preparazione per il suo spettacolo senior il 15 aprile, in cui sei membri si stanno diplomando.

“Sento che le persone arrivano con questa aspettativa per il gruppo di sole donne e si aspettano che suoniamo in un modo”, ha detto Iserson. “È solo una cosa completamente diversa da come ti aspetteresti.”

Da senior, Afflebach si è detta entusiasta di vedere cosa farà in futuro i Savoir Faire con i membri attuali e futuri.

“È stato fantastico vederli cadere nel gruppo perché si sono adattati in modo così naturale e sono tutti così talentuosi”, ha detto Afflerbach.

La Penn State Thespian Society è un altro gruppo artistico dominato dalle donne. Guidato dalla presidente Julie Byrne, questo club teatrale gestito da studenti ha prodotto una varietà di spettacoli, gli ultimi due sono storie con personaggi principalmente femminili.

Con “Little Women” e “9 to 5” come esibizioni più recenti dell’organizzazione, Byrne ha detto che sono state entrambe scelte per elevare le donne nel club, poiché negli anni precedenti gli spettacoli si concentravano principalmente sugli uomini.

“Recentemente abbiamo fatto molti spettacoli incentrati sugli uomini, e in qualche modo volevamo capovolgere quella narrativa e assicurarci di sollevare e potenziare le voci delle donne”, ha detto Byrne (istruzione senior).

Membro della Thespian Society dal primo anno Lauren Bauer ha menzionato l’importanza di comprendere i personaggi e da dove vengono, una tattica che ha seguito quando si è preparata a interpretare Kathy in “9 to 5”.

“Penso che in questo processo, interpretando una donna, impari molto su di loro, specialmente nel periodo dello spettacolo che stiamo coprendo”, ha detto Bauer (scienze e disturbi della comunicazione junior).

Byrne ha descritto i suoi giorni prima di uno spettacolo come impegnati ma eccitanti.

“Ma il fatto è che il tempo vola”, ha detto Byrne. “È così divertente perché sei solo in una sala prove con tutti i tuoi amici più cari.”

Bryne, che ha interpretato Violet Newstead nell’ultima performance di “9 to 5”, ha descritto un cambiamento positivo nell’inclusività da quando è arrivata per la prima volta alla Penn State.

Ha detto che l’attenzione che la Thespian Society ha ricevuto dalle studentesse ha portato a un processo di audizione più competitivo.

“Sento che ci sono molte più donne che escono, specialmente in questo spettacolo”, ha detto Bauer. “Dato che è così incentrato sulle donne, abbiamo ricevuto molta attenzione dalle donne del campus, quindi c’erano molte donne che hanno fatto l’audizione”.

Secondo Bauer, tutti nel club condividono la gentilezza elevandosi costantemente a vicenda e sostenendosi. Lo ha descritto come un “super-club”.

Sia Bauer che Byrne hanno attribuito gran parte dell’ultimo successo di “9 to 5’s” alla regista Emma Cagle, presidente del No Refund Theatre.

“È stata una forza e un potere così incredibili”, ha detto Byrne.

Sia Bauer che Byrne hanno descritto la produzione e le persone coinvolte in “9 to 5” come un punto culminante dell’empowerment femminile.

“Questo è un po’ ciò su cui siamo costruiti, e ci sono stati piccoli cambiamenti nel corso degli anni”, ha detto Bauer. “Ma la dinamica del sostenersi a vicenda è sempre rimasta la stessa ed è un ambiente così potente e di grande impatto in cui trovarsi”.

PIÙ CONTENUTI DI STILE DI VITA

I bar del centro dello State College sono solitamente pieni di studenti e giovani adulti sul…

Se sei interessato a inviare una Lettera alla Redazione, clicca qui.

.

Leave a Comment