Le buste paga per gli infermieri di viaggio, gli ospedali cercano infermieri permanenti

​COLUMBUS, Ohio — I livelli del personale ospedaliero stanno migliorando poiché i ricoveri per COVID-19 negli Stati Uniti raggiungono minimi record e la tendenza si traduce in una diminuzione della retribuzione per gli infermieri di viaggio che si sono assicurati contratti redditizi durante le prime ondate.


Cosa hai bisogno di sapere

  • I contratti di infermiera di viaggio stanno diventando meno redditizi
  • I livelli di personale negli ospedali stanno migliorando, hanno detto i funzionari
  • I legislatori stanno valutando la legislazione infermieristica post-COVID

Justine Offutt, 36 anni, un’infermiera di pronto soccorso nel nord-est dell’Ohio, ha detto di aver lasciato la sua posizione di infermiera di emergenza del personale e di essere passata all’infermiera di viaggio circa un anno fa per guadagnare salari più alti attraverso contratti di viaggio, che vanno da $ 90 a $ 115 l’ora al picco della pandemia.

“Stavano pagando ‘tariffe di crisi’. È così che li chiamavano”, ha detto. “Ma è stato un rallentamento per quanto riguarda il COVID, quindi il bisogno non è necessariamente così grande”.

Le tariffe sono diminuite quando omicron si è abbassata, ma Offutt ha detto che intende continuare a prendere contratti di viaggio perché i lavori rimangono più allettanti delle posizioni a tempo indeterminato. Ha detto che gli ospedali stanno fondamentalmente emorragiando soldi per le infermiere di viaggio, ma molte strutture non hanno abbastanza personale permanente per allontanarsi completamente dalle infermiere di viaggio.

Il dottor Andrew Thomas, direttore clinico dell’Ohio State Wexner Medical Center, ha spiegato che persistono problemi di personale infermieristico. Le infermiere più anziane si sono ritirate o hanno lasciato il capezzale, spinte dallo stress del COVID-19, e le infermiere permanenti sono passate all’assistenza infermieristica itinerante, ha detto ai giornalisti la scorsa settimana.

“Francamente, alcuni si sono spostati nel settore dei viaggi dell’attività poiché ci sono state sacche del paese e certamente tasche nel nostro stato che hanno avuto bisogno di assumere personale temporaneo”, ha affermato. “Penso che spesso siano i giovani ad avere la libertà di potersi trasferire in un’altra città per tre mesi. Potrebbero non essere legati alla famiglia, ai bambini o ad altre cose, e la paga per quei lavori è stata piuttosto alta per colmare queste lacune”.

Thomas si aspetta che alcune infermiere di viaggio torneranno a ruoli permanenti nei prossimi mesi, con i contratti di viaggio altamente redditizi che diventeranno per lo più un ricordo del passato.

“Penso che parte di questo comincerà a raffreddarsi. Penso che si spera che alcune persone tornino ai loro lavori di routine, e stiamo anche lavorando molto duramente: chiunque sia qui come viaggiatore che abbiamo portato, stiamo cercando di assicurarci che capiscano i vantaggi di lavorando qui. Forse firmeranno in modo permanente”, ha detto.

Offutt ha detto che le infermiere di viaggio sono riluttanti a lavorare in modo permanente per gli ospedali. Sentono di essere stati oberati di lavoro e sottopagati durante la pandemia, ha detto.

“Sono state infermieri intenzionalmente a corto di personale perché meno pagano per il lavoro, maggiore è il ritorno. Possono farla franca dicendo: “L’infermiera Suzie, invece di prendere i suoi due tipici pazienti, oh, ne getteremo un altro lì dentro”. Ed è stato così per un po’ ed è solo peggiorato”, ha detto. “Tutto si è appena sommato e siamo malati e siamo stanchi”.

Tammy Reno, 51 anni, un’infermiera che stava lavorando al capezzale nell’area di Cincinnati su un pavimento di med-surge quando il COVID-19 ha colpito, ha detto di aver lasciato il suo lavoro alla fine del 2020 quando le pressioni sulle infermiere per fare gli straordinari e occuparsi di un’infermiera insostenibile il rapporto tra i pazienti è diventato eccessivo.

“Dovevamo iscriverci per gli straordinari, e se avessimo annullato gli straordinari, questo andava contro la nostra presenza, quindi l’aspettativa era che lo facessimo in modo da non avere rapporti di pazienti scarsi, ma hanno detto che se nessuno firmava su, potremmo potenzialmente avere sette, otto, nove pazienti, il che è completamente pericoloso”, ha detto.

Si è trasferita in infermieristica di case management e attualmente lavora a Toledo su un incarico infermieristico di viaggio di case management. Reno si aspetta che il suo prossimo contratto pagherà meno a causa dei miglioramenti nei livelli di personale.

Il membro del Congresso Tim Ryan (D), che si candida al Senato, si è unito come cosponsor il mese scorso a un disegno di legge che stabilirebbe i minimi per il rapporto tra infermiere e paziente, ha affermato in una dichiarazione a Spectrum News.

“I nostri infermieri e operatori sanitari hanno fatto l’inimmaginabile durante questa pandemia, lavorando più duramente che mai per far andare avanti le nostre comunità”, ha detto Ryan. “Anche prima di questa pandemia, le nostre infermiere erano snelle, fornendo cure salvavita ai loro pazienti. Mentre ricostruiamo da COVID-19, dobbiamo lavorare per alleviare le sollecitazioni poste sui nostri infermieri approvando la legislazione che richiede il rapporto tra infermiere e paziente. Standard di sicurezza del personale non solo proteggono i nostri infermieri, ma garantiscono un’assistenza migliore e più mirata per i loro pazienti”.

Ohio Sen. Sherrod Brown (D) ha introdotto una legislazione simile al Senato nel maggio 2021.

I legislatori stanno anche osservando cambiamenti nell’area dell’assistenza infermieristica di viaggio. Un gruppo bipartisan di quasi 200 membri della Camera ha inviato una lettera alla Casa Bianca all’inizio dell’anno chiedendo alle agenzie federali per la concorrenza e la protezione dei consumatori di “indagare sull’attività potenzialmente anticoncorrenziale di alcune agenzie di personale infermieristico” che ha comportato costi per gli ospedali “di gran lunga superiori a quelli tassi pre-pandemia”.

Inoltre, alcune opportunità si stanno chiudendo per gli infermieri di viaggio perché gli stati stanno ponendo fine ai protocolli di emergenza che consentivano agli infermieri fuori dallo stato di ottenere una deroga che li esenta dall’ottenere la licenza infermieristica per lo stato in cui stavano viaggiando, ha detto Offutt.

A gennaio 2023, l’Ohio si unirà a un contratto di licenza multi-stato di dozzine di stati che offre agli infermieri la flessibilità di muoversi.

.

Leave a Comment