La ricerca rileva che le asciugatrici sono una fonte trascurata di microfibre nell’aria

La ricerca di CityU rileva che una singola asciugatrice può scaricare fino a 120 milioni di microfibre all’anno, ovvero da 1,4 a 40 volte quella delle lavatrici. Credito: Danyang Tao et al.

È risaputo che lavare i panni può rilasciare un gran numero di microfibre nelle acque reflue, ma non è chiaro se l’asciugatura dei vestiti possa avere un impatto sull’ambiente. Uno studio pilota condotto da scienziati della City University di Hong Kong (CityU) riporta che una singola asciugatrice può scaricare fino a 120 milioni di microfibre all’anno, da 1,4 a 40 volte quella delle lavatrici. Per controllare il rilascio di queste dannose microfibre nell’aria, il team ha suggerito di installare il prima possibile sistemi di filtrazione aggiuntivi per gli sfiati dell’essiccatore.

Il Dr. Zhang Kai, ex ricercatore associato dello State Key Laboratory of Marine Pollution (SKLMP) a CityU e il professor Leung Mei-yee, Direttore di SKLMP e Professore a capo presso il Dipartimento di Chimica di CityU, hanno co-diretto il team di ricerca. Il lavoro è stato pubblicato sulla rivista accademica Lettere di scienza e tecnologia ambientaledal titolo “Microfibre rilasciate nell’aria da un’asciugatrice domestica”.

L’inquinamento atmosferico da microfibra merita attenzione

Le microplastiche sono una minaccia crescente per gli organismi acquatici e i loro ecosistemi. Oltre agli ambienti marini e d’acqua dolce, le microfibre sono state trovate nell’aria e negli ecosistemi terrestri. L’esposizione alle microplastiche presenti nell’aria è stata collegata ad effetti avversi sulla salute umana, inclusa la broncopneumopatia cronica ostruttiva.

Le fibre tessili sintetiche, come le fibre di poliestere, sono ampiamente utilizzate nell’abbigliamento. Ma la maggior parte della ricerca pubblicata si è concentrata sulla generazione di microfibre dalle lavatrici e gli studi sul rilascio nell’atmosfera di microfibre associate ai tessuti sono scarsi. Quindi, il dottor Zhang, il professor Leung e il loro team di ricerca hanno condotto esperimenti per trovare la risposta.

La ricerca di CityU ha rilevato che gli asciugabiancheria sono una fonte trascurata di microfibre nell'aria

Il team di ricerca di CityU studia le microfibre raccolte durante l’esperimento. Credito: City University di Hong Kong

Asciugatrici che causano inquinamento dell’aria in microfibra

Nel loro studio, i ricercatori di CityU hanno verificato l’ipotesi che le asciugatrici domestiche rilascino una grande quantità di microfibre di plastica, essendo una delle principali fonti di inquinamento da microfibre nell’atmosfera.

Nel loro esperimento, i ricercatori hanno asciugato separatamente capi di abbigliamento in poliestere e cotone in un’asciugatrice dotata di un tubo di sfiato verso l’esterno. Mentre la macchina ha funzionato per 15 minuti, hanno raccolto e contato le particelle sospese nell’aria che sono uscite dallo sfiato. I risultati hanno mostrato che entrambi i tipi di abbigliamento producevano microfibre, che il team ha suggerito deriva dall’attrito dei vestiti che si sfregano insieme mentre rotolavano.

Hanno scoperto che l’essiccatore ha rilasciato fino a 561.810 microfibre durante 15 minuti di utilizzo. Per entrambi i tessuti, l’asciugatrice ha rilasciato da 1,4 a 40 volte più frammenti microscopici rispetto alle lavatrici registrate in studi precedenti per la stessa quantità di indumenti. Il rilascio delle microfibre di poliestere aumenta con l’aumentare del peso dei capi nell’asciugatrice, ma il rilascio delle microfibre di cotone rimane costante indipendentemente dal peso.

Il team di ricerca ha stimato che in media tra 90 e 120 milioni di microfibre vengono prodotte e rilasciate nell’aria esterna in un essiccatore domestico canadese ogni anno.

Il rilascio nell’atmosfera di una grande quantità di microfibre dai tessuti sintetici nelle asciugatrici è preoccupante perché possono essere irritanti se ingerite o inalate e possono essere trasportate per lunghe distanze dal vento. Inoltre, possono adsorbire e trasportare sostanze inquinanti per lunghe distanze.

La ricerca di CityU ha rilevato che gli asciugabiancheria sono una fonte trascurata di microfibre nell'aria

Le microfibre che il team ha raccolto durante l’esperimento. Credito: City University di Hong Kong

I dispositivi di filtrazione devono essere installati sulle asciugatrici

Studi precedenti hanno dimostrato che, sebbene le microfibre vengano rilasciate dalle lavatrici nell’acqua del bucato, tali acque reflue vengono spesso trattate, rimuovendo alcune o la maggior parte delle fibre prima di scaricarle in fiumi, torrenti o acque costiere. Tuttavia, l’aria degli essiccatori di solito passa attraverso un semplice filtro per lanugine e un condotto prima di essere scaricata direttamente all’esterno.

Per alleviare l’inquinamento atmosferico causato dalle microfibre, il team ha suggerito che è essenziale ridurre al minimo il rilascio di microfibre dalle asciugatrici con ogni mezzo possibile. “A lungo termine, è essenziale realizzare tessuti migliori che siano più resistenti all’usura, più durevoli e con una maggiore compatibilità ambientale. Ma prima di realizzare sostituti migliori per le fibre sintetiche come il poliestere, possiamo ridurre al minimo il rilascio di microfibre dalle asciugatrici installando dispositivi di filtrazione semplici e progettati alla fine delle tubazioni di emissione”, ha raccomandato il dott. Zhang.

Utilizzando la stampa 3D, gli scienziati di CityU hanno già progettato filtri innovativi che impediscono la dispersione delle microplastiche dalle lavatrici e stanno progettando un sistema simile per le asciugatrici. “Per controllare il rilascio di queste microfibre aerodisperse, è necessario adattare filtri per lanugine migliorati con dimensioni delle maglie più piccole e un sistema di filtraggio aggiuntivo per gli sfiati dell’essiccatore”, ha aggiunto il professor Leung.


Gli asciugabiancheria sono una fonte sottovalutata di microfibre nell’aria


Maggiori informazioni:
Danyang Tao et al, Microfibre rilasciate nell’aria da un’asciugatrice domestica, Lettere di scienza e tecnologia ambientale (2022). DOI: 10.1021/acs.estlett.1c00911

Fornito dalla City University di Hong Kong

Citazione: La ricerca rileva che le asciugatrici sono una fonte trascurata di microfibre nell’aria (2022, 8 aprile) recuperate l’8 aprile 2022 da https://phys.org/news/2022-04-dryers-overlooked-source-airborne-microfibers.html

Questo documento è soggetto a copyright. Al di fuori di qualsiasi correttezza commerciale a fini di studio o ricerca privati, nessuna parte può essere riprodotta senza il permesso scritto. Il contenuto è fornito a solo scopo informativo.

Leave a Comment