Esclusivo! Ankit Siwach si apre di fronte al divano del casting: gli è stato chiesto di inviare le foto senza vestiti; sembrava di arrendersi

L’attore Ankit Siwach parla del suo viaggio nel mondo dello spettacolo dove rivela che diversi avvoltoi hanno cercato di approfittarsi di lui. Ammette che aveva voglia di arrendersi e di smettere. Leggi l’intervista esclusiva…

Mentre l’attore Ankit Siwach ha iniziato la sua carriera in TV nel 2017, la sua carriera di modello a Delhi è iniziata 12 anni fa. “Ho smesso di fare la modella in quattro mesi dopo aver visto di cosa si trattava il mondo. Non mi era permesso usare il cervello, non mi era permesso parlare. Ero solo un bel ragazzo che indossava vestiti e veniva cliccato”, ricorda Siwach.

Ammette che Meerut a Delhi sia stato uno “shock culturale” per lui. “Ho sempre pensato che tutti fossero buoni umani. Ma quella diventa la tua debolezza e chiunque può approfittare di te. Pensi che tutti abbiano dei demoni e puoi ignorarli, ma quei demoni ti masticano e ti buttano fuori. E l’ho affrontato durante la modellazione. Ci sono stati casi in cui mi è stato chiesto di inviare foto senza vestiti. Mi è stato chiesto di venire a parti che non erano legate al lavoro. È stata quasi una molestia perché non ero preparato per questo”, condivide Siwach.

Tuttavia, crede che Delhi lo abbia preparato per la “grande battaglia” che la città dei sogni, Mumbai, avrebbe portato per lui. “Ci sono state molte volte in cui avevo voglia di arrendermi a causa di queste situazioni. Stavo dando il massimo. Quando vedi persone che stanno lì come avvoltoi – vogliono mangiarti, tendi a crollare, vuoi smettere e tornare indietro. Ho avuto molti problemi mentali (a causa di questo). Sono crollato. (Ma) Ho anche lavorato in aziende e penso che sia nella natura umana per coloro che sono al potere sfruttare gli altri. È in ogni settore. Non puoi evitarli, devi incontrarli. Ho affrontato molte proposte e anche suggerimenti e persone sono state dirette, in termini di compromessi se non per lavoro, poi per fare carriera. Mi sono stati forniti esempi di diversi attori. “Pensi di poter diventare grande senza scendere a compromessi”, è ciò che dicono molti. Nessuno obbliga nessuno”, spiega Siwach.

Taglialo e chiedigli se è mai stato costretto, e Siwach nega qualsiasi cosa fisica, tuttavia, rivela di essere stato costretto emotivamente. “Quando avevo 18-19 anni, all’inizio della mia carriera, loro (i predatori) hanno cercato di manipolarmi. Sono stato costretto emotivamente e fatto credere che (compromettere) fosse l’unico modo per farlo accadere. Dopo essere arrivato a Mumbai, non è successo”.

Chiudi Storia

.

Leave a Comment