Cary C. Mitchell, stilista di abbigliamento per atleti e sostenitore sportivo dell’eredità di Richmond, muore a 62 | Richmond Free Press

CARLOTTA, NC

I migliori atleti neri hanno trovato la loro strada per Cary C. Mitchell, nativo di Richmond, quando volevano apparire al meglio.

Per più di 33 anni, il signor Mitchell ha ottenuto il riconoscimento come stilista di abbigliamento innovativo che ha aiutato atleti famosi a vestirsi con stile e classe. Tiger Woods, Charles Barkley, Ken Griffey Jr., Dwight Howard, Scottie Pippin, Yao Ming, Alonzo Mourning e Tim Duncan sono solo alcuni degli headliner che erano clienti del signor Mitchell.

Il signor Mitchell, che viveva a Charlotte, NC, ha anche disegnato nel 2003 le prime divise per quella che allora era la squadra NBA più recente, i Charlotte Bobcats.

Quindi c’è stato uno shock diffuso tra molti nel mondo dello sport quando è stato annunciato che il signor Mitchell è morto sabato 2 aprile 2022. Aveva 62 anni.

Il signor Mitchell era molto immobile con Richmond, dove è cresciuto, si è diplomato alla Huguenot High School e dove vivono molti membri della famiglia. Il sindaco Levar M. Stoney ha attribuito al signor Mitchell il merito di aver contribuito a garantire il più recente revival dell’Armstrong-Walker Classic, la grande partita di calcio post-Ringraziamento tra le due scuole superiori nere della città che si è conclusa nel 1978.

Il signor Mitchell e suo fratello, John H. Mitchell, entrambi figli del defunto giornalista ed emittente radiofonica John Thomas “Tiger Tom” Mitchell, l’annunciatore dei giochi al City Stadium, hanno preso parte all’iniziativa lo scorso novembre che includeva una parata e partite di calcio giovanile.

Quando è morto, il signor Mitchell stava lavorando ai dettagli finali per il Bobby Dandridge Day a Richmond il 7 maggio per onorare l’ex giocatore della Maggie L. Walker High School e della Norfolk State University che è diventato quattro volte All-Star NBA e due volte campione NBA e che è stato inserito nel 2021 nella Naismith Memorial Basketball Hall of Fame.

Il signor Mitchell ha scatenato la passione per la moda e il design alla Johnson C. Smith University. Dopo la laurea nel 1983, ha trascorso sei anni a Parigi lavorando per un’azienda americana di articoli sportivi. Ha iniziato a disegnare abiti per l’azienda prima di avviare la sua azienda, Cary Mitchell Designs.

Secondo la sua biografia, ha lavorato per una compagnia aerea mentre ha fatto decollare la sua compagnia. Per decenni, ha basato l’azienda nel suo condominio di Charlotte, dove ha disegnato e creato personalmente i capi. Ha ricevuto un’attenzione significativa nel 2004 quando Sports Illustrated lo ha soprannominato “Tiger’s Pants Guy”. Il signor Mitchell ha iniziato a disegnare quei pantaloni nel 1998 quando il giovane Tiger ha iniziato a fare un tuffo nel mondo del golf.

“Sono pagato da Nike ma non vendono i miei modelli”, ha detto il signor Mitchell alla rivista. “Quando Tiger ordina i suoi pantaloni, li mando a Nike e glieli danno”.

Era anche ben noto a Charlotte come il fondatore di The Legacy Basketball Classic, un popolare evento annuale che si tiene durante il fine settimana delle vacanze di Martin Luther King Jr. che raccoglie fondi a beneficio di college e enti di beneficenza storicamente neri in quella zona.

Il signor Mitchell ha anche fatto parte dei consigli di amministrazione della sua alma mater del college, il Levine Museum of the New South; Grandi fratelli, sorelle maggiori; e la Dell Curry Foundation.

John Mitchell sabato ha iniziato a spargere la voce sulla morte di suo fratello su Facebook.

“La perdita a volte è schiacciante. Tieni noi e soprattutto sua moglie, Vanessa, nelle tue preghiere”, ha scritto John Mitchell.

“Cary Mitchell teneva profondamente alla comunità, ma soprattutto alle comunità nere di Charlotte e Richmond”, ha dichiarato in omaggio Nick Wharton, presidente e amministratore delegato del Charlotte Area Fund.

“Per anni, con la sua personalità affascinante e disarmante”, ha continuato Wharton, “Cary ha ammonito privatamente gli atleti professionisti a controllare le proprie finanze e investire per elevare le comunità nere che avevano acceso le loro carriere professionistiche. Il carattere sincero, l’integrità personale e l’impegno per la comunità di Cary sopravvivranno”.

Un servizio funebre si terrà venerdì 15 aprile a mezzogiorno presso il Victory Christian Center – The Dome, 7228 Kings Ridge Drive a Charlotte, Carolina del Nord. In un secondo momento è in programma un servizio funebre a Richmond.

Oltre a sua moglie, Vanessa Mitchell, al signor Mitchell è sopravvissuto suo fratello, John H. Mitchell; sorella, Ida Alea Mitchell; e la nonna, Ida Cheatham, tutta Richmond.

Leave a Comment