Viaggiare in Groenlandia dagli Stati Uniti diventerà più facile

Volare verso la Groenlandia diventerà più facile per i passeggeri statunitensi grazie a una nuova rotta di volo che dovrebbe ridurre significativamente il tempo di percorrenza.

La Groenlandia, l’isola più grande del mondo, ha molte attrattive per i visitatori: paesaggi spettacolari, aurora boreale, insediamenti vichinghi, orsi polari, festival e osservazione delle balene. Il rovescio della medaglia: arrivarci non è facile, soprattutto per i passeggeri statunitensi. Gli unici voli diretti sono attraverso l’Islanda e la Danimarca e i passeggeri in genere devono pianificare lunghi trasferimenti e una sosta.

Questo processo potrebbe migliorare in estate quando Icelandair gestisce una nuova rotta dall’Islanda per l’isola artica che dovrebbe rendere il viaggio più breve e più facile da gestire per le persone provenienti da Stati Uniti e Canada.

Lo scenario drammatico della Groenlandia attira i visitatori © Henri Vandelanotte/Shutterstock

In genere i passeggeri provenienti dal Nord America arrivano all’aeroporto internazionale di Keflavik in Islanda e quindi devono fare il viaggio in auto fino all’aeroporto della città di Reykjavik per prendere un volo per la Groenlandia, di solito tenendo conto di un trasferimento di tre o quattro ore o di una sosta notturna.

A partire dal 1 giugno, Icelandair sposterà due dei voli della Groenlandia dall’aeroporto della città di Reykjavik all’aeroporto internazionale di Keflavik, con destinazione Nuuk (la capitale e la città più grande della Groenlandia) e Ilulissat (sede degli iceberg di Disko Bay e patrimonio mondiale dell’UNESCO).

Ciò significa che quando i passeggeri provenienti dal Nord America arrivano in Islanda, possono partire per queste destinazioni in Groenlandia dallo stesso aeroporto in cui sono atterrati senza dover attraversare il paese per raggiungere l’aeroporto di Reykjavik per un volo in coincidenza.

Inoltre, Icelandair ha orari delle partenze da e per la Groenlandia in Islanda in modo da integrare gli orari dei voli statunitensi e canadesi.

“L’orario della Groenlandia da Keflavik è l’ideale per i collegamenti con gli Stati Uniti”, ha detto a Lonely Planet Michael Raucheisen di Icelandair. “I voli per la Groenlandia partono la mattina presto dopo gli arrivi da Stati Uniti e Canada, e sulla tratta di ritorno torneranno a Keflavik prima delle partenze per Stati Uniti e Canada”.

L’anno prossimo, il processo sarà ulteriormente semplificato quando la Groenlandia terminerà i lavori di ristrutturazione degli aeroporti di Nuuk e Ilulissat per ospitare voli internazionali diretti dall’Europa e dal Nord America.

Slitte trainate da cani con husky nel bellissimo tramonto in Groenlandia
Con la crescita del turismo in Groenlandia, l’ufficio turistico sta enfatizzando le esperienze tradizionali come lo sleddog ©Getty Images/iStockphoto

Sebbene una migliore connettività contribuirà senza dubbio a rilanciare l’economia, ci sono preoccupazioni per l’impatto che la crescita del turismo potrebbe avere sugli stili di vita tradizionali e sull’ambiente della Groenlandia mentre il paese si muove per accogliere più arrivi per via aerea. L’impatto del cambiamento climatico è visibile quasi ovunque in Groenlandia con lo scioglimento del ghiaccio più veloce che mai negli ultimi 12.000 anni. Il principale snodo dei trasporti del paese, l’aeroporto di Kangerlussuaq, terminerà i voli nel 2024 perché lo scioglimento del permafrost sta rompendo la pista.

Anche se arrivarci non è esattamente sostenibile, Smárason ha affermato che la Groenlandia sta ripensando al turismo sul campo con un impatto climatico minimo, investendo in esperienze locali, cibo e attrazioni uniche come le slitte trainate dai cani. La Groenlandia sta inoltre sviluppando gradualmente infrastrutture in grado di accogliere la popolazione locale e aumentare il numero di visitatori senza sovraccaricare il paese.

Raggiungere la Groenlandia in aereo

Air Greenland e Icelandair sono le uniche due compagnie aeree che operano voli internazionali per la Groenlandia. A causa delle enormi distanze, i viaggiatori devono volare direttamente nella città che desiderano visitare poiché non ci sono strade o treni tra le città della Groenlandia. I visitatori che desiderano visitare più destinazioni all’interno della Groenlandia possono volare a livello nazionale con Air Greenland o prenotare un viaggio su una delle navi passeggeri interurbane della costa occidentale in estate.

Durante l’estate ci sono voli giornalieri per Kulusuk, Ilulissat, Nuuk e Narsarsuaq dall’Islanda con Icelandair. I voli per Nuuk e Ilulissat partiranno dall’aeroporto internazionale dell’Islanda a partire da giugno, mentre i voli per Narsarsuaq e Kulusuk partiranno dall’aeroporto nazionale di Reykjavik. Durante l’inverno, Icelandair serve principalmente Kulusuk e Nuuk. Dalla Danimarca (l’opzione più popolare con tre quarti dei passeggeri della Groenlandia in transito attraverso Copenaghen), ci sono voli per Nuuk, Ilulissat, Maniitsoq e Sisimiut con Air Greenland. Tipicamente 10 voli partono settimanalmente da Copenaghen.

Leave a Comment