Macy’s avverte che i consumatori schiacciati dall’inflazione potrebbero preferire i viaggi allo shopping

Una persona passa davanti a un negozio Macys a Hyattsville, nel Maryland, il 22 febbraio 2022.

Stefani Reynolds | AFP | Getty Images

Poiché l’inflazione minaccia di pesare sulla domanda dei consumatori, in particolare tra i consumatori a reddito medio-basso, Macy’s afferma che più acquirenti potrebbero trovarsi di fronte a una scelta consequenziale: andare al centro commerciale o fare una vacanza estiva.

“La sfida più grande che abbiamo dovuto affrontare in termini di pensare alla gestione fino all’inizio del 2022, è da dove verrà la domanda”, ha detto il direttore finanziario di Macy, Adrian Mitchell, durante una presentazione giovedì mattina all’annuale JP Morgan Evento di raccolta al dettaglio.

“Crediamo che la domanda sia là fuori”, ha detto. “Crediamo che il consumatore spenderà. Ma spenderà per oggetti discrezionali che vendiamo, o spenderà per un biglietto aereo per la Florida, o viaggerà o andrà al ristorante di più ?”

Questo sta creando un livello di imprevedibilità che Macy’s deve pianificare attentamente, ha detto Mitchell. Ad esempio, il rivenditore non vuole ordinare troppi copricostume o valigie, se non è quello che gli acquirenti stanno facendo una pazzia durante i mesi estivi.

La catena di grandi magazzini sarebbe tutt’altro che sola nell’affrontare una dinamica così difficile, in cui stanno emergendo più segnali di recessione. Gli economisti della Deutsche Bank hanno affermato questa settimana che la diffusione dell’inflazione e i necessari aumenti dei tassi di interesse per combatterla probabilmente manderanno gli Stati Uniti in recessione nel 2023. Il mercato obbligazionario ha anche recentemente lanciato un classico indicatore di recessione, in cui il rendimento del Tesoro a 2 anni sale al di sopra la nota decennale.

Ci sono aspettative che alcuni americani, specialmente quelli con lavori a basso salario, dovranno sacrificare alcune spese da spendere altrove. Potrebbero dare la priorità a una vacanza tanto attesa o a un biglietto per un concerto rispetto a un nuovo costume da bagno o borsetta.

Secondo un rapporto, sono già in atto alcuni primi compromessi sull’inflazione. I consumatori spendono in media il 59% in più nei negozi di gas e minimarket rispetto a un anno prima, sulla base degli ultimi dati dello Shopping Behaviour Index di Numerator. Gli aumenti sono più pronunciati per i livelli di reddito medio-basso, ha affermato. A loro volta, le categorie discrezionali, tra cui il miglioramento della casa e la bellezza, stanno registrando i cali maggiori, settimana dopo settimana, nelle vendite di unità a tutti i livelli di reddito, ha rilevato Numerator.

Il CEO di Levi Strauss & Co. Chip Bergh ha dichiarato mercoledì alla CNBC che il rivenditore di denim non ha ancora notato che i consumatori scelgono beni meno costosi in mezzo alle pressioni inflazionistiche e che la domanda è rimasta robusta. A dire il vero, Bergh ha affermato che alcuni consumatori hanno appena iniziato ad attingere ai loro conti di risparmio per contanti extra, una tendenza che Levi sta monitorando da vicino. “Non abbiamo la testa sotto la sabbia”, ha detto.

Levi era abbastanza fiducioso da ribadire le sue prospettive per l’intero anno, mentre Macy’s deve ancora adeguare le previsioni finanziarie per il 2022 fornite a febbraio, chiedendo che le vendite siano stabili fino all’1% rispetto ai livelli del 2021.

Macy’s ha dichiarato giovedì di aver recentemente monitorato un raffreddamento della domanda di alcuni articoli per la casa e abbigliamento casual rispetto al picco della pandemia. Ma allo stesso tempo, ha affermato che i matrimoni stanno riprendendo rapidamente e si prevede che ciò aumenterà le vendite di abiti, cosmetici e abbigliamento su misura per uomo.

Tuttavia, Mitchell ha sottolineato che Macy’s rimane cauto.

“Anche se il consumatore è sano, vediamo che l’inflazione è più elevata di quanto ci aspettassimo per l’inizio dell’anno”, ha affermato. “E riconosciamo anche che le interruzioni della catena di approvvigionamento non sono risolte”.

Nordstrom, anche questa settimana all’evento di vendita al dettaglio di JP Morgan, ha notato che la sua base di clienti tipicamente benestanti non tende a spendere più o meno mentre i prezzi del gas vanno e vengono. Il mercato azionario tende a correlare più strettamente con l’andamento della sua attività, ha affermato il CEO Erik Nordstrom.

.

Leave a Comment