Lo studio “Going Out Of Fashion” rileva che alcune importanti aziende di abbigliamento non hanno in programma di eliminare gradualmente le sostanze chimiche tossiche per sempre – CBS Denver

(CBS4) – Le sostanze chimiche cancerogene sono in agguato in alcuni dei tuoi vestiti preferiti resistenti all’acqua e alle macchie. Uno studio pubblicato mercoledì mostra che molti famosi marchi di abbigliamento non hanno in programma di eliminarli gradualmente.

Chiamato Going Out of Fashion, lo studio ha esaminato 30 importanti marchi di abbigliamento e ha sviluppato una scorecard basata sulle politiche del marchio sull’avere sostanze chimiche note come PFAS – o sostanze perfluoroalchiliche – nei loro prodotti. I PFAS sono comunemente indicati come sostanze chimiche per sempre, perché possono accumularsi nell’ambiente e nel corpo nel tempo e causare una serie di problemi di salute, inclusi cancro e problemi riproduttivi.

Lo studio è stato condotto dal Colorado Public Interest Research Group, dal National Resource Defense Council e da Fashion FWD.

(credito: CBS)

Nella categoria abbigliamento outdoor, l’azienda con il punteggio più alto è stata Patagonia con un voto “B”. The North Face ha ricevuto una “D” e Columbia, REI e Merrell hanno ricevuto tutte valutazioni “F”. CBS4 ha contattato quelle società per un commento, ma non ha ancora ricevuto risposta.

“Purtroppo, la maggior parte di queste aziende non ha politiche o impegni in atto per rimuovere davvero queste sostanze chimiche PFAS per sempre”, ha affermato Danny Katz, direttore esecutivo di CoPIRG. “Si chiamano prodotti chimici per sempre perché sono progettati per essere piuttosto indistruttibili. Quindi, quando sono nei nostri vestiti, è possibile che si tolgano dai nostri vestiti e entrino nei nostri corsi d’acqua e nel nostro corpo, e poiché sono così indistruttibili, si accumuleranno nei nostri corpi. Col tempo si accumuleranno nei nostri ecosistemi e questo può causarci dei danni reali, quindi è importante rimuovere i PFAS da ogni fonte possibile”.

Katz ha affermato che i ricercatori hanno scoperto che alcune aziende avevano anche etichette fuorvianti, sostenendo che i loro prodotti erano privi di un tipo di sostanza chimica PFAS, ma non di altri. I PFAS sono una classe di oltre 9.000 sostanze chimiche tossiche.

“Tutte queste sostanze chimiche sono progettate per agire in modo molto simile, quindi non c’è motivo di pensare che qualcuno di loro sarà più sicuro di altri”, ha detto Katz.

Offre alcuni consigli per i consumatori.

“Se hai indumenti che dicono resistenti alle macchie o resistenti all’acqua, potrebbero contenere PFAS, se hai un’etichetta che dice PFAS free, significa che li hanno gradualmente eliminati”, ha detto Katz. “Ma se non ha quell’etichetta, o (ha) un’etichetta con lettere diverse, forse senza PFOS invece di PFAS, non c’è alcuna garanzia che non ci siano altri tipi di sostanze chimiche PFAS in quel prodotto”.

Katz ha affermato che lo studio ha rilevato che alcune altre aziende di abbigliamento hanno gradualmente eliminato i prodotti PFAS, dimostrando che è possibile produrre abbigliamento di qualità senza rischi per la salute.

“È importante che lo stato agisca. È importante che le aziende agiscano”, ha affermato Katz. “È possibile produrre queste cose senza PFAS e non vale la pena rischiare di produrre queste cose con PFAS.”

Attualmente è in corso un disegno di legge bipartisan che si sta facendo strada attraverso la legislatura che mira a vietare la vendita di prodotti contenenti PFAS in Colorado.

.

Leave a Comment