L’86% della forza lavoro ritiene che la ripresa dell’ufficio comprometterà il loro stile di vita attuale: Godrej Interio

Godrej & Boyce, la società di punta del gruppo Godrej, ha annunciato che la sua attività Godrej Interio, il principale marchio indiano di soluzioni di arredamento, segmenti interni e istituzionali, ha pubblicato i risultati di uno studio esclusivo “Home, Office and Beyond”. Per comprendere le aspettative dei dipendenti in un mondo post-pandemia, la Workspace & Ergonomics Research Cell di Godrej Interio ha condotto uno studio a livello nazionale e scopre diversi aspetti come le preoccupazioni dei dipendenti sul ritorno al lavoro, il cambiamento dell’uso tradizionale degli spazi d’ufficio e le opinioni sul lavoro da casa e dall’ufficio. Un totale di 350 dipendenti in ufficio hanno partecipato alla ricerca nella fascia di età compresa tra 21 e 56 anni, la maggior parte dei quali lavora per multinazionali e aziende indiane.

Secondo lo studio di ricerca, il benessere è diventato l’area di interesse sia per i datori di lavoro che per i dipendenti negli ultimi due anni con il 31% della forza lavoro che afferma che i datori di lavoro dovrebbero essere interessati al benessere dei dipendenti. Allo stesso modo, i dipendenti hanno notato una differenza nel benessere, proprio e del proprio team, nello stesso periodo con il 62% che osserva un miglioramento del benessere personale e il 50% del benessere del proprio team.

Mentre le aziende stanno cercando modi per riportare i propri dipendenti negli uffici, la ricerca rivela che i dipendenti hanno preoccupazioni riguardo al ritorno in ufficio. Una preoccupazione generale scoperta nello studio è stata quella della salute e della sicurezza, considerando la progettazione del layout a pianta aperta in molti uffici. Le principali preoccupazioni dei dipendenti riguardo al ritorno in ufficio secondo lo studio sono il 90% di contrarre il Covid-19 in carica, l’86% dovrà scendere a compromessi sullo stile di vita attuale, l’84% temere un più povero equilibrio tra lavoro e vita privata, l’81% citando lunghi pendolari e Il 71% non è in grado di fornire assistenza a genitori e figli. Tuttavia, nonostante tutte queste preoccupazioni, lo studio indica anche che il 68% dei dipendenti è a proprio agio e non vede l’ora di tornare in ufficio.

Nella fase di sblocco parziale, lo studio rivela che il 26% dei dipendenti è ancora nella propria città natale e lontano dalle città in cui si trovano i propri uffici, mentre il 18% è tornato nelle città in cui si trovano i propri uffici.

Sameer Joshi, Associate Vice President, Marketing (B2B), Godrej Interio, ha dichiarato: “Mentre le aziende si preparano ad accogliere tutti i dipendenti in ufficio, le percezioni dei dipendenti su un buon equilibrio tra lavoro e vita privata sono cambiate in modo significativo. Nonostante i benefici delle politiche del lavoro da casa, il concetto di luogo di lavoro formale non è scomparso del tutto. Tuttavia, la pandemia ha aperto discussioni su come utilizzare gli spazi degli uffici in modo più efficace. In Godrej Interio, stiamo assistendo alla domanda di mobili più collaborativi negli uffici e stiamo cercando di far crescere il segmento del 25% in questo anno finanziario.

Affinché qualsiasi forma di ritorno in ufficio abbia successo, i datori di lavoro devono essere consapevoli delle preoccupazioni dei propri dipendenti e inculcare questioni di benessere personale e professionale nelle politiche, nell’infrastruttura dell’ufficio e nel design. In sostanza, il posto di lavoro del futuro deve fornire un triplice approccio per affrontare i requisiti di salute pubblica, i bisogni individuali dei dipendenti e fornire valore economico alle aziende attraverso modalità adattive di coinvolgimento con i loro ecosistemi”.

Le esperienze degli anni della pandemia hanno portato le aziende a rivalutare le proprie politiche per garantire che non ci siano grandi interruzioni nei flussi di lavoro in futuro. Il sondaggio Willis Towers Watson India COVID-19 Readiness Pulse, condotto durante i primi giorni della pandemia, ha rilevato che l’83% delle aziende in India stava pianificando di rivedere il proprio lavoro dalle politiche domestiche. Questo è un passo da gigante rispetto alla tradizionale percezione che i dipendenti non sarebbero così produttivi quando lavorano fuori dall’ufficio, riferisce la Society for Human Resource Management (SHRM). Secondo lo studio Godrej Interio, il 20% dei dipendenti è favorevole al lavoro a distanza a tempo pieno, mentre il 23% è favorevole all’ufficio a tempo pieno e il 6% è indipendente dalla posizione.

Leave a Comment