Il nuovo libro di escursioni dell’autore di Colorado Springs esplora le “gemme nascoste” dello stato | Stile di vita

Mentre scriveva la sua prossima guida alla vita all’aria aperta del Colorado, Stewart Green ha ascoltato gli oppositori.

“Ho ricevuto un sacco di cazzate da poche persone”, dice il nativo di Colorado Springs con una bibliografia che copre la parte migliore di 40 anni. “‘Oh, stai dando via tutte queste informazioni, e tutte le tracce saranno calpestate e ci saranno troppe persone. Perché stai svelando tutti i nostri segreti nello stato?'”

Al che Green ha avuto una risposta pronta: “Non c’è posto nel libro che sia un luogo segreto e nascosto che nessuno conosce. Questo semplicemente non esiste più”.

Il libro “Hiking Colorado’s Hidden Gems” è un apprezzamento di 40 sentieri che Green ritiene sottovalutati da una vita passata a scavalcare gli angoli e le fessure del suo amato stato. “Paesaggi sfavoriti”, li chiama, con percorsi brevi e lunghi, facili e difficili su tutti e quattro gli angoli.

Il Parco Nazionale delle Montagne Rocciose non è perdente. Ma forse il percorso per Bluebird Lake potrebbe essere chiamato così, raggiunto oltre 6 miglia attraverso il remoto Wild Basin. “Una volta superate le cascate di Ouzel, non vedi molte persone laggiù”, dice Green.

È solo un quadrante mantenuto dal National Park Service esplorato dal libro. I lettori vengono anche portati in un sentiero nel Parco Nazionale di Mesa Verde – dove altrimenti potrebbero occuparsi di visitare le abitazioni rupestri – e in un altro nel Monumento Nazionale dei Dinosauri, popolarmente visitato per la sua mostra di fossili. Poi c’è il monumento nazionale più vicino alla casa di Green: i Florissant Fossil Beds di Teller County, con un sentiero che intreccia un ampio prato dove si possono avvistare più animali selvatici che persone.

Green accenna anche a diversi parchi protetti dallo stato: più sentieri “ben tenuti e ben segnalati”, dice.

Le persone conoscono di più il Lathrop State Park vicino a Walsenburg per i suoi bacini nautici, meno per l’escursione su un hogback per una vista iconica delle vette spagnole. Green sospetta che le persone conoscano di più il Roxborough State Park di Littleton per le rocce rosse, “ma forse non pensano di fare escursioni fino al punto più alto del parco” (Carpenter Peak).

Ci sono luoghi conosciuti a livello locale sul versante occidentale che Green mira a presentare agli appassionati sul lato opposto dello stato. Tra questi ci sono la Curecanti National Recreation Area fuori Gunnison, Rifle Arch vicino a Rifle e McInnis Canyons National Conservation Area vicino a Fruita.

Tra le scelte di Green sul Front Range ci sono un trio di spazi aperti della contea di Douglas: Sandstone Ranch, Dawson Butte e Lincoln Mountain. Un paio di sorprese più a sud: il Pueblo Mountain Park di Beulah e i sentieri intorno al Ludlow Massacre Memorial, che rappresentano una storia importante per Green. “Sento davvero fortemente che tutti dovrebbero uscire e fare un’escursione lì”, dice.

È fortemente convinto di una “filosofia a impatto zero”, come sottolinea nelle prime pagine di “Hidden Gems”. Sente fortemente che”[o]Uno dei modi migliori per godersi e comprendere il Colorado è esplorare a piedi i suoi diversi terreni e le sue bellezze naturali”, scrive.

“E si spera”, dice, “attraverso l’apprendimento di questi luoghi e la loro visita, le persone li ameranno tanto quanto me e vorranno vederli protetti”.

.

Leave a Comment