Il baseball è tornato | Libri

clicca per ingrandire

Dopo un inverno di malcontento durante il quale i proprietari della Major League Baseball hanno bloccato i giocatori e sostanzialmente chiuso l’attività fuori stagione che i fan di baseball conoscono come la lega della “stufa calda”, la Major League Baseball è tornata con un intenso allenamento primaverile di un mese e una stagione che si apre il 7 aprile.

Qui a Springfield la bassa stagione era tutt’altro che silenziosa. All’inizio di quest’anno Springfield ha accolto una nuova squadra nella nostra città, gli Springfield Lucky Horseshoes. La Prospect League, una lega estiva di giocatori di college provenienti da tutto il paese, ha approvato il trasferimento degli ex Springfield Sliders a un nuovo gruppo di proprietà che ha promosso vigorosamente il nuovo franchise. Entro la fine dell’anno i Lucky Horseshoes inizieranno una stagione di 60 partite con partite casalinghe al Robin Roberts Stadium.

Se le parole possono realizzare le speranze, questa estate promette di essere uno di intrattenimento per gli appassionati di baseball di Springfield. Gli Horseshoes sono modellati su un franchise della lega minore noto come Savannah Bananas, una squadra che ha iniziato a giocare nel 2016 e fa il tutto esaurito a tutte le partite. Eguagliare quell’impresa a Springfield, o addirittura avvicinarsi, sarebbe un bel risultato

Le stagioni di Jackie Robinson

L’apertura della stagione del baseball coincide generalmente con la pubblicazione della storia e della biografia a tema baseball. Gli appassionati di baseball di tutte le età amano rievocare la storia del gioco e i giocatori della loro giovinezza. Questa stagione segna il 75° anniversario dell’evento che ha cambiato per sempre il baseball, la stagione da rookie di Jackie Robinson. Il 15 aprile 1947 Robinson giocò la sua prima partita con i Brooklyn Dodgers. Ogni anno, l’evento è contrassegnato da ogni giocatore in uniforme che indossa il numero 42 di Robinson come numero dell’uniforme. I successi di Jackie Robinson sul campo da baseball come leader ed eroe dei diritti civili non hanno eguali. Potrebbe essere la figura più importante dello sport americano.

Mentre la vita di Robinson è stata raccontata in biografie e presentazioni drammatiche, Kostya Kennedy, giornalista sportiva e autrice, ha aggiunto alla biblioteca Robinson con Vero: Le quattro stagioni di Jackie Robinson (Stampa di San Martino, aprile 2022). La biografia si concentra su quattro anni di trasformazione nella vita di Robinson: 1946, la sua prima stagione nelle leghe minori; 1949, l’anno in cui Robinson è stato votato Most Valuable Player; Il 1956, la sua ultima stagione da giocatore e il 1972, l’anno della morte di Robinson.

È una storia straordinaria di un uomo straordinario. Robinson ha capito il suo ruolo nella lotta per la parità di diritti e un trattamento equo per tutti. Ha accettato la responsabilità del silenzio di fronte al razzismo e all’odio. Selezionando Jackie Robinson per infrangere la barriera dei colori nella Major League Baseball, Branch Rickey sapeva di aver bisogno di molto più di un giocatore di baseball. Aveva bisogno di un uomo che rappresentasse una razza con orgoglio. Jackie Robinson era quell’uomo.

Kennedy ricrea gli anni importanti della carriera di Robinson attraverso interviste ai fan, agli altri giocatori e alla famiglia. Assistere all’impatto di Robinson sul baseball è una prospettiva preziosa. La sua influenza non è finita quando si è ritirato dal gioco, si è intensificata. In questa biografia limitata, Kennedy racconta una storia di vita in prosa che si qualifica come letteratura ispiratrice. Non importa quanto tu abbia letto o saputo di Jackie Robinson, Vero è un libro da aggiungere alla tua collezione.

L’età d’oro del baseball

Whispers of the Gods: racconti dall’età d’oro del baseball, raccontati dagli uomini che ci hanno giocato, di Peter Golenbock (Roman & Littlefield, marzo 2022), pezzo a Vero. Diciassette diversi giocatori di baseball, dal secondo dopoguerra agli anni ’60, descrivono le loro carriere e vite nel baseball. La maggior parte include dettagli su come sono entrati nel gioco in un’era in cui i giocatori non venivano misurati e scovati come nel baseball moderno.

Molti dei giocatori intervistati per la storia di Golenbock sono di particolare interesse per quelli di noi a Springfield perché hanno trascorso parte o tutta la loro carriera con i St. Louis Cardinals, i Chicago Cubs o i Chicago White Sox. Ci sono interviste divertenti con Jim Bouton e Jim Brosnan, due lanciatori i cui successi nel baseball non sono stati spettacolari ma che hanno entrambi scritto diari di baseball delle loro stagioni di major league che sono diventati un’icona della letteratura sul baseball. di Brosnan La lunga stagione e di Button Palla quattro erano in anticipo sui tempi, esponendo la parte sordida della vita del baseball. Gli scettici derisero, ma anni dopo sia Brosnan che Bouton furono vendicati.

Le interviste ai grandi cardinali Stan Musial e Marty Marion sono affascinanti a diversi livelli. Qualsiasi appassionato di baseball sa che Stan Musial non era solo un grande giocatore, era una persona eccezionale. Ha fatto di St. Louis la sua casa, ha indossato solo l’uniforme del Cardinal durante la sua carriera ed è stato uno dei grandi di tutti i tempi del baseball. Nella sua intervista è la stessa persona che racconta il suo amore per il gioco e quanto sia stato grato e benedetto a giocare. Mentre Marty Marion, un grande interbase cardinale, era anche un eroe cardinale, ci sono parti delle sue interviste che invocano una memoria selettiva. Molti dei giocatori dell’era di Jackie Robinson, quando sono stati intervistati sul primo anno di Robinson con Brooklyn, sembrano riluttanti a riconoscere che Robinson era molto più di un giocatore che infrange la barriera dei colori. Vorrebbero credere, e forse credono davvero, che Robinson sia stato trattato in modo non diverso da qualsiasi altra recluta. Ma la storia ci insegna una lezione ben diversa.

Più di ogni altro sport, il baseball si presta alla storia e alla letteratura. I grandi scrittori sportivi sopravvivono nella ricreazione del loro lavoro e dei libri che hanno prodotto. All’inizio di questa stagione, potrebbe essere un buon momento per leggerne uno o due per ricordare quale impatto ha avuto il più grande gioco sulla tua vita.

Stuart Shiffman di Springfield contribuisce spesso a Illinois Times sui libri e sul baseball.

.

Leave a Comment