ASTA elogia la fattura di soccorso Covid: Travel Weekly

Giovedì l’Asta ha lodato un disegno di legge approvato alla Camera che darebbe sollievo alle imprese colpite più duramente dalla pandemia di Covid-19 e non è legato a nessun settore specifico, a differenza della precedente legislazione. La Società ha anche incoraggiato il Senato ad adottare un approccio simile per i soccorsi futuri.

“Sebbene ci vorranno diversi anni prima che il settore delle agenzie di viaggio torni in salute, riteniamo che questo disegno di legge, insieme alla modifica della regola dei test sui viaggi aerei internazionali del CDC, aiuterà ad accelerare questa ripresa e metterà le agenzie di viaggio in una posizione per servire meglio i viaggiatori pubblico”, ha affermato in una nota Eben Peck, vicepresidente esecutivo per l’advocacy di ASTA.

Il disegno di legge approvato alla Camera – il Relief for Restaurants and Other Hard Hit Small Businesses Act del 2022 – avrebbe messo da parte 13 miliardi di dollari per un nuovo programma, l’Hard Hit Industries Awards Program. Come suggerisce il nome, è progettato per aiutare le aziende che sono state più duramente colpite da Covid-19 ma non hanno diritto agli aiuti né dal Fondo per la rivitalizzazione dei ristoranti né dal Programma di sovvenzioni per operatori di locali chiusi.

Secondo ASTA, il programma è per le aziende con 200 dipendenti o meno. Devono aver subito almeno il 40% della perdita di entrate legata alla pandemia nel 2020 e nel 2021, in media insieme, rispetto al 2019. I contraenti indipendenti sono ammissibili se soddisfano i requisiti.

Sono autorizzate sovvenzioni fino a 1 milione di dollari. Ma, osserva la Società, “gli importi dei premi possono essere ridotti se la domanda supera il finanziamento”.

Inoltre, i calcoli della perdita di entrate devono tenere conto di qualsiasi importo di sovvenzione che un’azienda ha ricevuto in precedenza nell’ambito del programma di protezione dello stipendio o del programma EIDL.

Le aziende che registrano una perdita di entrate dell’80% o superiore avranno la priorità, secondo ASTA, seguite da quelle con perdite del 60%. Se un’azienda si qualifica, il denaro della sovvenzione può essere utilizzato per una serie di cose, tra cui buste paga, mutuo o affitto e altre spese operative.

I recenti sondaggi sui membri ASTA indicano che i livelli medi delle entrate delle agenzie sono ancora in calo del 71% rispetto al 2019, ha affermato Peck.

Ha applaudito in particolare il fatto che il disegno di legge è neutrale rispetto al settore.

“Poiché il Senato considera la propria versione di sollievo dalla pandemia, l’ASTA esorta vivamente i senatori ad adottare un approccio simile, neutrale rispetto al settore, invece di perseguire una legislazione in cui vincitori e vinti sono scelti dal Congresso nei vari settori colpiti dalla pandemia”, ha affermato. “In questo modo i consulenti di viaggio (e molti altri settori) vengono lasciati per strada e il pubblico in viaggio senza l’assistenza di cui ha bisogno per navigare tra regole e restrizioni in continua evoluzione”.

Leave a Comment