Samantha Liske-Clark vince il concorso per la borsa di studio | Stile di vita

SAMANTHA Liske-Clark riceverà $ 1.000 per aver vinto il primo concorso di borsa di studio Retta Sue Hamilton in assoluto.

Hamilton (1973-2021) è stato per tutta la vita un sostenitore degli animali e dell’ambiente.

Per celebrare la sua vita e il lavoro della sua vita, Our Common Wealth 670 ha offerto questa borsa di studio educativa a diplomati delle scuole superiori CNMI e studenti di un’università o college accreditati che si sono diplomati in una scuola superiore delle Marianne settentrionali.

“Leggere il tuo saggio riafferma la nostra missione e il nostro obiettivo per una Mariana migliore”, ha scritto il consiglio di amministrazione di OCW670 a Liske-Clark in una recente e-mail di congratulazioni. “Ci ricorda anche la straordinaria speranza e il potenziale che tu e altri giovani leader avete, il che ha reso ancora più difficile la scelta di un destinatario di borsa di studio”,

Il consiglio è composto dal presidente Isa Arriola, dal vicepresidente Sophia Perez, dal segretario Rep. Sheila Babauta, la tesoriera Kathy Yuknavage e i membri Nanette Hurst e Zeno Deleon Guerrero, Jr.

“Prenditi un momento per sorridere e darti una pacca sulla spalla per un lavoro ben fatto! Siamo rimasti tutti colpiti dal tuo stile di scrittura diretto ma avvincente che ci ha dato una visione chiara dei tuoi obiettivi in ​​linea con la nostra missione “, ha aggiunto il consiglio.

Liske-Clarke, da parte sua, ha detto al consiglio di essere veramente onorata di avere il suo saggio scelto.

“Apprezzo davvero questa opportunità”, ha detto.

Nel suo saggio vincitore, ha scritto:

“Ricordo che una volta che ho scelto un college, ho avuto la stessa conversazione con i miei amici, ancora e ancora:

“’Vai dove?’

“’NYUAD.’

“ ‘…’

“’Università di New York Abu Dhabi.’

“’…?’

“’Hanno questo programma di biologia davvero eccezionale, in più mi darà la possibilità di imparare da una prospettiva internazionale. Vedi il mondo, sai?’

“’…Beh, buona fortuna, immagino.’

“So di aver preso una decisione un po’ poco ortodossa quando ho scelto di andarmene di casa e andare dall’altra parte del mondo. Anche se la mia isola mi manca terribilmente, intendo allargare i miei confini e studiare l’ambiente da una prospettiva globale. Voglio essere un biologo della conservazione e proteggere le risorse naturali cruciali delle Marianne dalla distruzione. Per me è importante imparare a vedere il quadro generale perché la conservazione è il quadro generale. Va oltre ogni singolo paese o individuo. Credo che noi, come esseri umani, abbiamo una responsabilità nei confronti del nostro pianeta e voglio essere in grado di proteggerlo. I piccoli litigi partigiani sembrano del tutto ridicoli rispetto all’estinzione delle specie indigene. Ogni essere vivente su questo pianeta fa parte di un delicato reticolo di interconnessioni che formano la nostra biosfera. Ciò che accade lungo tutto il continente americano può avere effetti sostanziali sulle nostre isole. Quindi ho pensato, perché non andare all’estero e avere una prospettiva esterna?

“Potresti pensare che sembri ingenuo o melodrammatico, parlando di ‘salvare il pianeta.’ Non commettere errori, so che proteggere le nostre isole non sarà facile. Non devo immaginare la quantità di lavoro che ci vorrà. l’ho vissuta. Ho visto le nostre vibranti barriere coralline, quelle case arcobaleno uniche per le specie ittiche locali, quegli stoici protettori delle nostre coste durante le tempeste, ridotti a scheletri sbiancati e fatiscenti apparentemente durante la notte. Ho visto i nostri adesivi “Salva Pagan” incollati sull’isola mentre combattevamo fino all’ultimo respiro per proteggere l’habitat e il patrimonio allo stesso modo nelle isole settentrionali. Vent’anni fa, Tanapag, il mio villaggio, aveva subito gli effetti delle sostanze chimiche PCB dai contenitori dei trasformatori che i militari si erano lasciati alle spalle. La mia casa era tossica. So esattamente quanto sia difficile il lavoro di conservazione, ecco perché voglio farlo. Non è un ottimismo stellato, è una cupa determinazione.

“Qui, sto studiando per proteggere i nostri oceani dall’aumento delle temperature, dall’acidificazione e sì, dagli esseri umani. Credo che il lavoro che facciamo per salvaguardare le nostre isole e preservare l’ambiente naturale sia importante, non solo per noi stessi, ma anche per i nostri discendenti. Amo la mia isola, mi manca ogni giorno, ma so che tutto ciò che imparerò qui mi aiuterà a proteggere la mia casa. I nostri discendenti meritano la bellezza e la generosità di i tano’ yan i tasi.

Per poter beneficiare di questa borsa di studio, uno studente deve conseguire una laurea in sanità pubblica o ambientale, politiche pubbliche e governance, diplomazia o altri titoli in linea con l’obiettivo di OCW 670 di “proteggere le nostre terre, mari e cieli ancestrali da danni irreparabili causati da pratiche militari e altri sviluppi che rappresentano una minaccia per la nostra salute, l’ambiente fisico e i mezzi di sussistenza”.

.

Leave a Comment