Ricetta: Mele, noci, vino per un classico charoset pasquale | Stile di vita

È uno dei sei cibi simbolici sul piatto del seder pasquale ed è anche piuttosto delizioso.

Charoset (scritto anche haroset) è solitamente composto da frutta dolce, noci e del vino rosso, tutti riferimenti ai versetti della Bibbia. Puoi continuare a mangiarlo, ovviamente, una volta terminato il suo ruolo sul tavolo del seder.

La Pasqua ebraica inizia quest’anno la sera del 15 aprile e dura otto giorni. La prima e la seconda notte si tengono i Seder, che raccontano la storia dell’esodo degli israeliti dalla schiavitù in Egitto.

La parola charoset deriva dall’ebraico per argilla. Rappresenta il mortaio usato dagli schiavi nella costruzione di piramidi e altre strutture per i maestri egizi.

Gli ebrei americani che celebrano la Pasqua, almeno nella tradizione ebraica ashkenazita, hanno probabilmente avuto qualche combinazione di mele, noci e vino rosso, eventualmente condito con zenzero o cannella. Ci sono molte altre combinazioni di frutta e noci con cui giocare, specialmente nella tradizione ebraica sefardita. Datteri, semi di sesamo e cocco sono alcuni altri ingredienti che potrebbero essere inclusi.

Questa ricetta è per un classico charoset a base di mele. Ma non è tutto così classico, perché le noci, a cui sono allergico, sono opzionali.

Le noci sono la noce più comunemente usata in charoset. Usa tutte le mele che ti piacciono; alcuni dei miei preferiti sono Gala, Fuji, Macouns e Macintosh. E mentre è tradizione usare il vino dolce, puoi usare qualsiasi vino rosso che hai aperto. Assaggiate il composto e, se non è dolce come volete, aggiungete ancora un po’ di zucchero.

Per quanto riguarda la consistenza, ad alcune persone piace il charoset tritato grossolanamente. L’ho anche visto macinato quasi a pasta, cosa che trovo meno attraente.

Il Charoset è tradizionalmente servito con il matzo, il pane azzimo che è un alimento base della Pasqua. Rappresenta il pane che non ebbe il tempo di lievitare quando gli israeliti fecero rapidamente i bagagli e fuggirono dall’Egitto.

Charoset è anche un bel compagno per il pollo o il petto che potresti servire come piatto principale più tardi la sera. E si conserva per due o tre giorni in frigorifero in un contenitore ben chiuso. Raccoglilo con matzo extra per colazione o uno spuntino di mezzogiorno.

4 mele, come Macintosh, Gala o Fuji, sbucciate, private del torsolo e tritate grossolanamente

2 cucchiai di zucchero, o a piacere

1/3 di tazza di vino rosso dolce, come Manischewitz (va bene qualsiasi vino rosso; addolcire a piacere)

Scorza di 1 limone grattugiata finemente (facoltativo)

½ cucchiaino di cannella in polvere

1 tazza di noci o mandorle tritate (facoltativo)

Metti le mele in un robot da cucina. Frullare un paio di volte fino a ottenere un trito finemente a piacere. Se non hai un robot da cucina, trita le mele a mano nella consistenza che preferisci e mescola semplicemente il tutto in una ciotola.

Versare le mele in una ciotola e aggiungere lo zucchero, il vino, la scorza di limone (se utilizzata), la cannella, il sale e le noci (se utilizzata).

Servite il charoset con il matzo.

Copyright 2022 Associated Press. Tutti i diritti riservati. Questo materiale non può essere pubblicato, trasmesso, riscritto o ridistribuito senza autorizzazione.

.

Leave a Comment