I risparmiatori del cimitero di Polk rendono di nuovo nuove le vecchie lapidi | Stile di vita

Ray Files voleva scattare alcune fotografie di vecchie lapidi, ma aveva problemi a localizzare il cimitero di Hart-Riggs a causa della vegetazione ricoperta di vegetazione. Secondo la pagina Facebook di Polk Cemetery Savers, l’unica lapide che riuscì a trovare era quella della famiglia LaFrance.

“Il cimitero si trova sul fianco di una collina che domina una vallata. L’unica lapide visibile sopra il sottobosco era una delle lapidi di LaFrance. Era una delle poche ancora in piedi. Il cimitero era completamente ricoperto di more, alberelli, abeti, alberi caduti e querce velenose”, si legge sulla pagina Facebook del Cimitero di Polk.

Incapace di sopportare le condizioni del cimitero, Files ha pubblicato un annuncio sul giornale locale chiedendo volontari per aiutare a ripulire il cimitero. Circa 12 persone si sono presentate per aiutare a ripulire la boscaglia ricoperta di vegetazione, inclusi cespugli di more e querce velenose. L’equipaggio ha anche rimosso più di 100 alberi dal sito.

Lloyd Callins, Ruby Garmon e Pete McDowell sono stati alcuni dei volontari che hanno aiutato Files a ripulire e restaurare le lapidi del cimitero di Hart-Riggs, che è stata la genesi dei Polk Cemetery Savers, ora attivi da 10 anni.

Purtroppo, Files è morto da quando ha fondato il gruppo, ma Collins mantiene viva la visione di Files di preservare i cimiteri della contea di Polk. Altri tre volontari si presentano regolarmente: Garmon, insieme a Howard Aikire e Pete McDowell.

Sebbene il gruppo abbia iniziato al cimitero di Heart-Riggs, il cimitero è diventato di nuovo invaso.

“Hart-Riggs è tutto invaso ora”, ha detto Collins. “Nessuno se ne occupa, e il ragazzo che vive nella porta accanto dovrebbe occuparsene, ma si è ammalato. Ora ha rovo e qualsiasi altra cosa cresca nei boschi. Ma le lapidi sembrano ancora abbastanza buone”.

La squadra trova spesso monumenti posizionati sopra altri indicatori.

“Stavamo realizzando quei due monumenti veterani giovedì scorso”, Collins indica una delle lapidi bianche. “Quello che abbiamo dissotterrato era seduto su un altro segno. Lo troviamo abbastanza spesso.”

“Può essere distrutto se è vecchio, ma in caso contrario, questo ragazzo potrebbe essere seduto in cima a una tomba”, ha detto Collins. “Faremo tutti i marcatori dei veterani, tutti quelli che possiamo trovare”.

Ma poi Collins ha indicato un marcatore veterano che non poteva essere ripristinato a causa delle crepe del cemento circostante.

“Guarda questo”, ha detto, indicando un marcatore veterano per Norman Stuivenga, Marina degli Stati Uniti, Vietnam, 1944-1985. “Crepato lì, rotto in quell’angolo. Non possiamo farci molto con questo. L’intera cosa si romperà se lo solleviamo”.

“Ma ora stanno ottenendo marcatori di granito senza cemento e posizionandoli nel terreno. Il cemento si rompe perché l’espansione del calore è diversa dal granito, rompendo il cemento”, ha spiegato Collins.

Garmon stava pulendo un’altra lapide situata in alcuni siti da dove stavano lavorando Collins e Aikire.

“Ho sempre conosciuto la storia della mia famiglia e ho iniziato al cimitero di Myrtle Creek, dove si trova il cimitero di famiglia. Ma poi è iniziato questo. Lo faccio da circa dieci anni”, ha detto Garmon.

Garmon ha quindi spiegato il processo per pulire la lapide, che è semplice acqua, lo shampoo Orvis usato per pulire i cavalli e una soluzione che uccide il muschio nel tempo chiamata soluzione biologica D/2. Ha anche detto che ci vuole un sacco di duro lavoro, che è gratuito.

Collins ha spiegato alcuni dei pericoli e perseverare sulle lapidi, il che richiede di scavare intorno al monumento, sollevare la lapide usando un treppiede, posizionare rocce frantumate per dargli una base stabile, quindi sostituire la lapide.

Il lavoro svolto dall’equipaggio non è privo di pericoli. Alcune delle lapidi sono estremamente pesanti e se si ribaltano e cadono su uno dei membri dell’equipaggio, può schiacciarli.

Garmon stava pulendo una lapide molto instabile che avrebbe oscillato sulla sua base mentre strofinava, Collins ha inclinato il monumento all’indietro con l’aiuto di Aikire e ha posizionato degli spessori per tenerlo fermo, ma Garmon si è comunque seduto di lato nel caso in cui la lapide si fosse ribaltata.

L’equipaggio si riunisce ogni martedì, giovedì e sabato dalle 8:00 alle 12:00 circa, a seconda del tempo. Sono sempre alla ricerca di volontari che li aiutino, ma devono essere fisicamente in forma con spalle solide.

“Il processo di pulizia è semplice, ma richiede molto lavoro e può essere difficile per le spalle. Abbiamo bisogno di volontari con spalle solide perché le lapidi sono pesanti e non vogliamo che nessuno si faccia male”, ha detto Collins.

Hanno lavorato in 26 diversi cimiteri nella contea di Polk, incluso il Dallas City Cemetery. L’equipaggio ha altri otto cimiteri su cui intendono lavorare e restaurare come parte dei loro progetti. Hanno in programma di lavorare al Dallas City Cemetery fino al loro completamento, cosa che hanno iniziato nel 2017.

.

Leave a Comment