Viaggiare ai tempi del Covid: arrivarci è facile, è difficile tornare a casa

Sono tenuto prigioniero in Inghilterra dal governo degli Stati Uniti.

Il giorno in cui io e mia moglie dovevamo tornare a casa da Londra dopo una breve visita, abbiamo fatto un test covid-19, come richiesto dai Centers for Disease Control and Prevention per recarci negli Stati Uniti Gli Stati Uniti non permetteranno a nessuno di volare nel paese che è risultato positivo al covid, e spetta alle compagnie aeree farlo rispettare.

Il test di mia moglie è risultato negativo.

Il mio test è stato positivo.

È volata via.

Sono rimasto fermo.

Sono rimasto fermo e ho cercato di capire cosa fare dopo. E come dovrebbe capire chiunque pensi di viaggiare all’estero, la parte difficile è non arrivarci. Potrebbe non essere nemmeno evitare il covid, anche se sta diventando più difficile. Sta tornando negli Stati Uniti.

Non sono autorizzato a volare per 10 giorni. Dopodiché, se ho un test negativo, sono libero di andare.

Ma mentre sono in Gran Bretagna, non devo mettermi in quarantena. Il governo britannico dice che sono libero di fare quello che voglio. Posso guidare la soffocante metropolitana, visitare splendidi musei o fare la fila per un affollato concerto al coperto. Potrei andare al completo Typhoid Mary, se volessi, e girovagare in pub caratteristici, il tutto senza maschera. Quasi nessuno in Inghilterra sembra preoccuparsi di indossarne uno.

Quello che non posso fare è guidare un aereo, con aria in ricircolo ogni tre minuti, tra le persone che devono indossare le maschere tutto il tempo. Se avessi preso il covid mentre ero negli Stati Uniti, potrei volare liberamente da Washington, DC, a San Francisco, mascherato, ovviamente, senza problemi. Ma non oltre l’Atlantico.

Quindi stavo guardando 10 giorni di hotel, che non sono economici a Londra. Non è come se potessi chiamare un amico qui e dire: “Ehi, ho avuto il covid. Posso dormire sul divano del tuo soggiorno?”

Ma un collega che viaggia spesso a Londra ha dato un suggerimento: vai a Brighton, la classica cittadina balneare sulla Manica. Gli hotel costano un terzo in meno lì. Brillante. (È squallido, affascinante e storico. Vale la pena fare un viaggio.)

Ho preso il treno e quella che era stata solo una gola irritata si è trasformata in una tosse secca, qualche starnuto, una perdita di appetito e forse anche una leggera febbre. Indossavo una maschera ogni volta che uscivo.

Nel frattempo, i casi di covid stavano aumentando rapidamente in Gran Bretagna. Anche i ricoveri.

Il governo britannico ha stimato che quasi 3,5 milioni di persone in Inghilterra sono risultate positive la scorsa settimana, circa il 6% della popolazione. I medici britannici su Twitter avvertono ancora una volta di ospedali stressati. Le farmacie avevano mascherine, molte mascherine robuste, ma non un solo test covid. Tutti i negozi Boots, l’equivalente britannico di CVS o Walgreens, avevano cartelli stampati che dicevano che erano tutti fuori e che avrebbero riprovato domani. Quei segni non sono mai stati rimossi durante il mio soggiorno e ho colpito diversi negozi ogni giorno. Mentre mascherato.

I miei sintomi sono scomparsi rapidamente e dopo quattro giorni mi sono sentito di nuovo bene. Ho continuato a indossare una maschera N95. Il mio vaccino Johnson & Johnson e il booster Moderna a mezza dose raccomandato dal CDC apparentemente hanno fatto il trucco.

Ma, ora, come faccio a tornare? Ecco il problema. C’è la possibilità che qualche pezzetto del virus rimanga nel mio corpo. Quindi, se faccio un altro test ed è positivo, sono di nuovo bloccato qui, senza sintomi tranne un portafoglio sanguinante. Non volevo correre questo rischio.

Fortunatamente, un’amica di Facebook ha postato qualcosa su suo marito, che è stato catturato in una circostanza simile. La sua soluzione è stata pagare un medico privato per attestare che 10 giorni dopo i suoi primi sintomi, non era più contagioso. Per $ 185 ha ottenuto un legittimo “certificato di guarigione” che lo riteneva “adatto al volo”. Ed è tornato a casa.

Lo proverò. Augurami buona fortuna, perché se c’è una cosa che ho imparato sui viaggi in un altro paese durante il covid, è questa: potresti non ammalarti in modo orribile, ma le tue finanze personali ne risentiranno.

Argomenti correlati

Contattaci Invia un consiglio per la storia

Leave a Comment