Ora è il momento di chiedere quell’aumento di stipendio | Stile di vita

D. L’anno scorso ho avuto a malapena un aumento di stipendio, ma il mio capo continua a dire cose per scherzo del tipo: “Farai meglio a non andartene, non possiamo permetterci di sostituirti!” Eppure mi pagano a malapena così com’è. Sono tentato di andarmene e ho appena iniziato la mia ricerca di lavoro. Cosa dovrei fare?

A. Parla con il tuo capo se vuoi restare. Soprattutto se l’anno fiscale della tua azienda è il 1 luglio, da qui a giugno è in genere il momento in cui le risorse umane e i manager si incontrano per discutere di aumenti salariali annuali. Presumo che ti piaccia lavorare lì e l’unica cosa negativa (ora, sono io che parlo per scherzo perché è un grosso problema e spesso una delle ragioni principali per lasciare i datori di lavoro) è la paga. Siediti con il tuo capo e sottolinea i tuoi risultati e chiedi un aumento significativo. Ricorda a te stesso di fare una pausa e respirare mentre intraprendi un dialogo per ascoltare ciò che dice il tuo capo.

Assolutamente cercare un nuovo lavoro a prescindere! È una situazione vantaggiosa per tutti. Se il tuo attuale datore di lavoro è in grado di pagarti il ​​massimo (anche se non è il momento di rivedere lo stipendio nella tua azienda, parla con il tuo capo prima piuttosto che dopo), allora potresti voler restare. Anche se la tua azienda ti offre un aumento significativo, potresti trovare un’altra opportunità esternamente che fornisce uno stipendio più crescita e qualsiasi altra cosa il tuo attuale datore di lavoro non offre. E se la tua azienda non è in grado di fornirti lo stipendio che meriti, beh, iniziando ora la tua ricerca di lavoro, non rimarrai deluso e dovrai iniziare la tua ricerca di lavoro a quel punto perché sarà già a buon punto.

D. Mi destreggio tra alcuni lavori part-time. Lo adoro! Sono in grado di creare il mio programma e non mi annoio mai. L’unica cosa è che alla fine mi piacerebbe avere un lavoro invece di quattro. Mi piace molto un cliente in particolare: come possono assumermi?

R. Innanzitutto, congratulazioni per aver saputo destreggiarsi con successo in alcune faccende secondarie! Questa è un’arte e sembra che tu l’abbia padroneggiata. Buon per te anche per pensare a lungo termine e quello che vuoi. Questo è enorme. Ora che sai per chi vuoi lavorare, che tipo di lavoro vuoi fare per loro? In che modo le tue abilità sono adatte? E come puoi imparare cosa potrebbe mancare attualmente per migliorare te stesso per arrivare a quel punto?

Parla con qualcuno che lavora lì come il tuo attuale capo. Esprimi il tuo interesse per un lavoro a lungo termine. Se hai iniziato a lavorare di recente con loro, aspetterei almeno un po’, quindi c’è un track record per mostrare la tua etica del lavoro e la qualità del lavoro, nonché il tuo atteggiamento positivo. Una volta che ti sei affermato dopo diversi mesi, evidenzia i tuoi punti di forza al tuo capo e chiedi con chi dovresti parlare internamente, ad esempio un reclutatore per inviare il tuo curriculum.

Inoltre, cerca nella loro bacheca di lavoro per vedere se è attualmente disponibile qualcosa che si adatta alle tue capacità ed esperienze. Inoltre, fai rete internamente con altri dipartimenti per saperne di più su ciò che fanno. Soprattutto, rimani positivo, continua ad andare avanti e sentiti libero di rispondermi con la prossima domanda su come alleviare con successo le tue faccende secondarie perché hai ottenuto un’opportunità a tempo pieno con il datore di lavoro dei tuoi sogni.

Vicki Salemi è un’esperta di carriera, ex reclutatrice aziendale, autrice, consulente, speaker e career coach. Invia le tue domande a hellovickisalemi.com. Per maggiori informazioni e per iscriverti alla newsletter di Vicki, visita www.vickisalemi.com e seguila su Twitter e Instagram @vickisalemi.

In qualità di Associate Amazon, guadagno da acquisti idonei.

.

Leave a Comment