M&S collabora con il mercato di rivendita di abbigliamento per bambini Dotte

Marks & Spencer entra nel mercato della rivendita in forte espansione grazie alla partnership con la piattaforma online di abbigliamento per bambini Dotte che offre buoni da £ 5 per l’utilizzo

  • I genitori che vendono i loro vestiti per bambini M&S tramite Dotte riceveranno un buono da £ 5
  • Può essere speso su M&S online in negozi a partire da £ 25
  • I clienti che vendono su Dotte generalmente ottengono il 50% del prezzo di vendita al dettaglio

Marks & Spencer ha fatto il suo primo passo nel mercato in crescita della rivendita dopo aver annunciato una partnership con la piattaforma online peer-to-peer di abbigliamento per bambini Dotte.

I genitori che vendono vestiti per bambini M&S tramite Dotte riceveranno un buono da £ 5 da spendere su M&S online nel loro prossimo negozio da £ 25, oltre ai soldi della vendita, che in genere è la metà del prezzo al dettaglio.

La partnership, che verrà lanciata durante le vacanze di Pasqua, fa parte della strategia di M&S per raggiungere emissioni nette zero entro il 2040.

M&S Kids diventerà il primo grande rivenditore a unirsi a Dotte, che ospita 16 marchi più piccoli

Consente inoltre al rivenditore di prendere una fetta del mercato in forte espansione della rivendita online, che dovrebbe crescere più rapidamente rispetto al tradizionale mercato al dettaglio nel prossimo decennio man mano che gli acquirenti diventeranno più consapevoli dell’ambiente.

La mossa segue l’ingresso di M&S nel settore della moda a noleggio lo scorso anno con la sua partnership con Hirestreet, un sito Web in cui i clienti possono noleggiare tutti i tipi di vestiti delle migliori marche.

“Uno dei pilastri della roadmap del rivenditore verso lo zero netto è guidare l’economia circolare e le partnership, tra cui Dotte e Hirestreet, riflettono il suo impegno a innovare e investire in prodotti e servizi che aiutino i clienti a godere di una vita a basse emissioni di carbonio”, ha affermato M&S.

M&S Kids diventerà il primo grande rivenditore ad unirsi a Dotte, che ospita 16 piccoli marchi indipendenti tra cui Tobias and the Bear, Turtledove London, The Bright Company e Little Loves Cornwall.

Dotte è stata fondata nel 2020 da Louise Weiss e Samantha Valentine “per la genuina frustrazione dei genitori” per la rapidità con cui i vestiti dei loro figli ormai cresciuti si accumulavano e per la mancanza di opzioni dove venderli.

Valentine ha detto: “Come ogni genitore sa, i bambini non smettono di crescere.

“E tutti questi scatti di crescita rendono l’abbigliamento per bambini una delle aree più veloci della moda, con 183 milioni di capi di abbigliamento per bambini che vanno in discarica ogni anno solo nel Regno Unito”.

E ha aggiunto: “Avere un rivenditore di abbigliamento per bambini di fiducia come M&S a bordo segna un enorme cambiamento nel settore stesso e il fatto che premino i propri clienti per la vendita di abbigliamento per bambini M&S incoraggerà molte più famiglie a essere coinvolte nell’economia circolare.

“Siamo così felici di accoglierli.”

Alice Duggan, responsabile di M&S Kidswear, ha dichiarato di sperare di supportare l’economia circolare e raggiungere più clienti grazie alla partnership.

“La vendita pre-amata è un mercato in crescita e, entrando a far parte del collettivo di rivendita Dotte, non vediamo l’ora di imparare di più da una start up agile e di supportare l’economia circolare”, ha affermato.

“Attraverso la piattaforma speriamo anche di estendere la nostra portata dei clienti mentre continuiamo a rendere l’abbigliamento per bambini M&S più pertinente più spesso per i clienti e il negozio di destinazione e il sito Web “vai a” non solo per l’uniforme, ma anche per lo stile e il valore di tutti i giorni.’

Il colosso svedese della moda H&M ha lanciato lo scorso anno la sua nuova piattaforma di rivendita di moda Rewear

Il colosso svedese della moda H&M ha lanciato lo scorso anno la sua nuova piattaforma di rivendita di moda Rewear

M&S ha investito in Dotte attraverso la sua joint venture con l’acceleratore di start-up Founder’s Factory.

L’azienda non è il primo rivenditore ad avventurarsi nell’abbigliamento di seconda mano.

Anche il colosso svedese della moda H&M e il rivenditore di articoli sportivi Decathlon hanno lanciato le proprie piattaforme di rivendita.

Arriva mentre la marea sembra girare contro l’industria della moda, che è responsabile della sua giusta quota di rifiuti.

Si stima che circa 3,5 tonnellate di vestiti vengano gettate via ogni cinque minuti solo nel Regno Unito.

Annuncio

.

Leave a Comment