Il programma Marian Anderson Young Artist offre ai bambini un percorso verso la musica | Stile di vita

Gli studi dimostrano che il coinvolgimento nella programmazione musicale e artistica migliora la fiducia, il lavoro di squadra, il rendimento scolastico, la persistenza, la motivazione e altre capacità verbali e di pensiero degli studenti. Per gli studenti nei centri urbani, i programmi artistici offrono anche a questi studenti qualcosa da fare e qualcosa su cui concentrarsi in modo che non siano distratti da attività meno produttive.

Ecco perché Play On Philly è così importante. Play On Philly (POP) offre un’istruzione musicale di alta qualità agli studenti del doposcuola che non hanno accesso a questi programmi. Durante un anno tipico, offrono 2 ore di istruzione musicale e pratica dell’ensemble ogni giorno dopo la scuola e oltre 25 opportunità di esibizione durante tutto l’anno. Hanno cinque centri e servono circa 300 studenti. Gli studenti partecipano a questo programma gratuitamente e ricevono in prestito uno strumento. I bambini in questo programma vanno dalla scuola materna alla dodicesima elementare. Il costo di acquisto e manutenzione di uno strumento è molto alto. È ancora più costoso pagare per le lezioni in corso. POP fornisce questi servizi agli studenti che ne hanno bisogno gratuitamente.

Per promuovere il loro impegno nell’educazione musicale e nelle arti, Play On Philly ha lanciato il Marian Anderson Young Artist Program. Marian Anderson era conosciuta come una umanitaria che ha infranto molti confini razziali come cantante d’opera afroamericana negli anni ’30. È stata la prima afroamericana ad esibirsi alla Casa Bianca e la prima al Metropolitan Opera di New York City.

In onore di una delle figlie più famose di Filadelfia, questo programma per giovani artisti offrirà agli studenti di Filadelfia ammessi al programma lezioni gratuite per un programma di studi musicali per bambini dai tre agli undici anni. Riceveranno lezioni individuali di musica, tutoraggio e apprendistato con musicisti professionisti. Il programma è un programma a lungo termine che servirà gli studenti in comunità che sono state storicamente escluse da alti livelli di professioni musicali a causa delle barriere strutturali ed economiche. Coloro che si candidano non devono essere attualmente in Play On Philly. Questo è aperto a chiunque con qualsiasi background musicale che dimostri una chiara passione e talento per perseguire la musica in modo professionale.

La direttrice della programmazione educativa per POP, Jessica Zweig, è orgogliosa che la famiglia di Marian Anderson sia molto coinvolta nel programma. “Siamo ottimi partner con The Marian Anderson Estate. Abbiamo la licenza per usare il suo nome. Il suo familiare è molto coinvolto nell’aiutarci a far decollare questo programma. Siamo molto entusiasti di collaborare con la famiglia in questo programma perché parla davvero dell’eredità che la famiglia vuole mantenere”, ha detto.

Ci sono due percorsi in questo programma per giovani artisti. Zweig dice “dalla quarta all’ottavo anno puoi fare un’audizione per diventare un apprendista. Un apprendista è uno studente che è così entusiasta del proprio strumento. Amano giocare. Amano esercitarsi. Daremo loro il supporto di cui hanno bisogno per essere il miglior giocatore possibile”. A questo punto, lo studente non ha bisogno di dichiarare che lo farà per il resto della sua vita.

Il secondo percorso è il Programma Scholars. “Entro l’ottavo e il nono anno, se passi con successo al programma Scholars, quegli studenti si impegnano a voler andare al conservatorio di musica o alla scuola di musica e vogliono suonare professionalmente. Sappiamo che per raggiungere tali vette c’è un livello di dedizione che dovranno iniziare a mettere in quel momento per portarli al passo successivo”, afferma Zweig.

Le domande sono accettate ora fino al 20 aprile. Scopri di più sul programma e sul suo collegamento al contralto di fama mondiale Marian Anderson online su playonphilly.org/andersonartist.

.

Leave a Comment