I viaggi benessere sono in aumento

Ho trascorso la maggior parte dell’anno scorso nello stesso modo in cui ho passato l’anno prima: ben piantato sul mio divano. È difficile ricordare com’era nei primi giorni della pandemia di Covid-19 se non per quel senso di reclusione. Ora, due anni e diverse varianti dopo, a volte la mia vita sembra un deja vu permanente. Per iniziare il 2022, ero determinato a fare qualcosa di meglio che registrare ancora più ore guardando Netflix. Ma volevo anche fare qualcosa che fosse significativo e importante per il mio benessere, sia fisicamente che emotivamente. Così ho fatto le valigie e mi sono diretta verso un centro benessere.

Non sono l’unico che ha il benessere nel cervello, a quanto pare. Secondo Precedence Research, società di ricerche di mercato, turismo del benessere (ovvero viaggio con lo scopo specifico di partecipare ad attività di benessere come yoga, terme, turismo agricolo, ecc.), è destinato a diventare un settore da 1.672,6 miliardi di dollari a livello globale entro il 2030. Certo, chiamare qualcosa di “viaggio benessere” può sembrare un po’ come usare un filtro di Instagram, rimpinzare la stessa vecchia cosa con un pacchetto più lucido, perché ci sono sempre stati spa, resort, ritiri di meditazione, centri di disintossicazione fantasiosi e tutto il resto che il set Goop lo frequenta da anni. La novità dei viaggi benessere, tuttavia, è che sempre più persone scelgono le proprie vacanze pensando a questo, non come un bonus divertente: il 68% delle persone, infatti, secondo un recente sondaggio di American Express.

Cortesia

Per la mia stravaganza di benessere, ho scelto il top di gamma: Hacienda Alta Gracia in Costarica. Immerso ai piedi delle montagne di Talamanca, questo vasto resort di 180 acri è costellato di 50 casitas private, numerosi ristoranti da fattoria a tavola, chilometri di sentieri attraverso la sua foresta pluviale e il primo avamposto internazionale di Il pozzo, una destinazione per il benessere nota per il suo approccio creativo e integrato al benessere e alla cache Se-Sai-Sai-Sai. Rinnovata e riaperta a novembre 2021, Hacienda AltaGracia è già diventata una delle destinazioni benessere più chiacchierate al mondo.

L’esperienza di Altagracia è iniziata non appena sono sceso dall’aereo a San Jose, in Costa Rica. Fui portato su un altro aereo, molto più piccolo, per un breve volo attraverso le montagne. Seduti in un minuscolo sedile direttamente dietro i due piloti, abbiamo sorvolato le cime delle montagne, attraverso nuvole di pioggia, ed è emerso sulla pista di atterraggio privata nella proprietà del resort. Il viaggio ha avuto l’effetto di separarmi immediatamente mentalmente dalla mia vita a New York, come una sorta di porta mistica verso un nuovo mondo completamente diverso dalla mia vita di tutti i giorni. La mia compagna personale Hardy (come una combinazione di concierge, assistente e guida) mi ha incontrato in aereo e mi ha portato subito alla mia casita, lungo la strada mostrandomi le circa 2.000 piante di caffè nella proprietà che alla fine coltiveranno fagioli esclusivamente per il resort ( il caffè è enorme in Costa Rica; tipo, davvero enorme).

spiaggia di palme

Cortesia

Il motivo principale per cui ho visitato Hacienda AltaGracia è stato per andare a The Well. Sono un fan del loro posto a New York City, ma mi avevano promesso che questo posto lo avrebbe spazzato via. Avevano ragione. Nel momento in cui sono entrato nell’edificio termale in cima alla proprietà del resort, sono stato accolto dalla Casa de Aqua, un’enorme piscina coperta con una vista panoramica dal pavimento al soffitto delle montagne e della valle circostanti. Ho eseguito il rituale pre-spa suggerito che prevedeva più docce, una sessione di bagno turco, una maschera di argilla mista personalizzata spalmata su tutto il corpo e poi asciugata sdraiata su una lastra di marmo riscaldata. Poi, dopo una nuotata in piscina, sono stato convocato per il mio trattamento Hierbas y Flores, una maschera per il corpo e un impacco con argilla locale ed erbe autoctone, seguito da un massaggio (fanno anche qualcosa chiamato maderoterapia, una sorta di massaggio del corpo con strumenti di legno è tradizione della regione).

Un altro giorno, sono sceso al River Bath, una vasca da bagno all’aperto nel mezzo della foresta pluviale che è stata costruita sulla sponda di un fiume ed è riscaldata da un tamburo a legna incastonato nell’acqua. Dopo uno scrub al caffè, mi sono lavato nell’acqua fredda del fiume e poi sono salito nella piscina riscaldata (chiamarla vasca significherebbe seriamente sottovalutare le dimensioni di quella cosa). Ho scelto questi trattamenti non solo perché amo i bagni e i massaggi (lo adoro), ma perché sono unici in quella località. Chiunque può farsi un massaggio, ma se stai davvero andando all-in sul viaggio benessere, penso che sia importante cercare servizi ed esperienze termali che puoi ottenere solo nel luogo che stai visitando. Ti aiuta non solo ad aprirti a cose nuove, ma offre anche un nuovo modo di vivere la tua posizione.

il pozzo

Cortesia

Ma la mia visita non è stata solo fare bagni e massaggi. Mi sono reso conto che il viaggio benessere non è solo relax; si tratta di fare cose che spostano qualcosa dentro di te e ti fanno sentire diverso. Durante una passeggiata notturna guidata attraverso la foresta pluviale, ho pensato a come vedevo creature (tante rane) che altrimenti non avrei mai visto e ho imparato a conoscere un ecosistema completamente estraneo alla mia vita quotidiana. Dopo essermi arrampicato su un albero di 90 piedi fino all’alto baldacchino della foresta pluviale per rilassarmi in una rete in cima, ho pensato a come stavo vivendo una prospettiva del mondo che pochi umani vedono raramente (e come ho superato la mia paura per vederlo). Durante un bagno sonoro e una sessione di guarigione energetica, sono stato in grado di schiarire la mente per un po’, cosa che non ho quasi mai fatto mentre meditavo da solo. Anche galleggiando di notte nella piscina privata della mia casita da solo, sono stato in grado di vedere stelle che non vedevo da anni vivendo a New York City e non ho preso il telefono per cercare di catturarle per il “gram”.

Mentre stavo tornando sulle montagne in quel minuscolo aereo diretto a casa, mi ha colpito. Questo è davvero ciò che riguarda il viaggio benessere. Dopo aver trascorso due anni interi all’interno, all’isolamento, all’allontanamento sociale e in generale alla paura del mondo esterno, desideriamo tutti nuove prospettive, almeno so di esserlo. Non basta più tornare dalle vacanze riposati e dopo aver terminato un paio di letture in spiaggia. Vogliamo sentirci fondamentalmente cambiati, come se avessimo fatto qualcosa di veramente utile. Proprio come il benessere non è valido per tutti, nemmeno i viaggi benessere lo sono. Una spa per una persona potrebbe essere altrettanto eccitante come fare un trekking attraverso la foresta o andare in bicicletta fino alla cima di una montagna. Potrebbe essere imparare da dove proviene il cibo che mangi o addirittura aiutarlo a raccoglierlo. O potrebbe essere, come la mia esperienza, un po’ di tutto questo.

Questo contenuto è creato e gestito da una terza parte e importato in questa pagina per aiutare gli utenti a fornire i propri indirizzi e-mail. Potresti essere in grado di trovare maggiori informazioni su questo e contenuti simili su piano.io

Leave a Comment