Documenti di viaggio del Texas: Hotel Drover negli storici recinti per il bestiame di Fort Worth

Fo il Jewel Charity Ball di quest’anno, ho deciso di fare un soggiorno fuori dal mio viaggio a Fort Worth, usando il favoloso Albergo Autista come mia base di partenza. È stato un soggiorno tempestivo: marzo ha segnato il primo anniversario dell’hotel Marriott Autograph Collection. Immerso lungo Marine Creek nel distretto storico nazionale di Fort Worth Stockyards, l’hotel da 200 camere è stato all’altezza di ogni aspettativa.

L’hotel Fort Worth si appoggia completamente al tema della celebrazione della ricca storia e della tradizione del Texas. È come se i pionieri potessero essere in qualche modo un po’ snob su dove avrebbero agganciato il loro carro e posato la testa stanca.

Il Veranda Bar dell’hotel è un bar costruito su misura e posti a sedere all’aperto per un cocktail con vista sul Marine Creek (Foto di Hotel Drover)

Lo sfondo

L’Hotel Drover, una parte della proprietà di lusso Autograph Collection di Marriott, funge da punto di riferimento per il Mule Alley accuratamente restaurato e rianimato. Questo progetto di riutilizzo adattivo progettato in modo fantasioso ospita una collezione attentamente curata di abbeveratoi, ristoranti e abbeveratoi (tra cui la Provender Hall dello chef Marcus Paslay), luoghi di intrattenimento (Cowtown Coliseum, Billy Bob’s), marchi del patrimonio al dettaglio (alla ricerca di alcuni stivali lucchesi – beh, non cercare oltre la loro lobby) e luoghi di lavoro creativi.

La Suite Camino Lucchese (Foto di Hotel Drover)
La Lucchese Fireplace Suite dà un tocco texano alle radici italiane del marchio. (Foto di Hotel Driver)

Le camere dell’Hotel Drover

Il processo di check-in è stato semplice e sono stato in grado di catturare alcuni minuti del video che viene riprodotto a ripetizione dietro la reception. È un amalgama pop della fotografa di Dallas Molly Dickson con immagini iconiche del Texas: il Big Tex della State Fair, alcune donne con i capelli grandi e, naturalmente, il nostro cibo preferito, Whataburger.

Avevamo una camera ben arredata con una bella vista dei giardini in stile hacienda occidentale e moderna dell’Hotel Drover. Avevamo ammirato tutti i dettagli premurosi nella stanza: sputacchiere come portapenne per la scrivania, un appendiabiti per la tua giacca di jeans o Stetson e mobili in pelle robusti (ma sofisticati).

Bagno della suite presidenziale (foto di Hotel Drover)
Il bagno glamour della Presidential Suite (Foto di Hotel Drover)

I servizi dell’Hotel Drover

È una proprietà della Collezione di autografi, quindi è sicuro aspettarsi le cose più belle. Gli abiti Chadsworth & Haig sono lussuosi, i letti a forma di nuvola sono dotati di lenzuola a 300 fili di Sferra e i bagni rivestiti di piastrelle sono dotati di prodotti Los Poblanos a grandezza naturale realizzati nel New Mexico.

Il lussureggiante “cortile” dell’Hotel Drover dispone di una piscina riscaldata con lampadari di cristallo, una vasca idromassaggio e tre cabine per coloro che desiderano sorseggiare i loro spritz o birre ghiacciate in privato.

97 West Bar (Foto di Hotel Drover)
Il 97 West Kitchen and Bar dell’hotel offre specialità contemporanee del Texas, classici del ranch elevati e cibi genuini del sud. (Foto di Hotel Driver)

Cosa mangiare e bere all’Hotel Drover

Abbiamo poi gustato un cocktail nel bar della hall prima di indossare il nostro abito da cravatta nera per il Jewel Charity Ball. La splendida lobby celebra la ricca storia e il fascino del Texas con un grande camino in pietra, sedie in pelle bovina e teschi di Longhorn montati. Puoi anche fermarti al bar la mattina per una bevanda al caffè artigianale.

Parlando della mattinata, avevamo sentito parlare benissimo del ristorante e abbiamo deciso di fare il brunch al 97 West Kitchen & Bar. Io e il mio ospite abbiamo iniziato con il toast all’avocado che era leggero e sottilmente dolce ed era una festosa stratificazione di mousse al formaggio di capra di avocado, pomodori, erbe aromatiche (immagino proveniente da un giardino in loco), Panko alle erbe, croccante di petto, dea verde – il tutto su lievito madre tostato. La star del nostro pasto è stata senza dubbio la torta di granchio Benedict. Quel piatto, che includeva pomodori rom arrostiti e salsa creola olandese, varrebbe la pena il viaggio di 45 minuti fino a Fort Worth da Dallas una domenica mattina.

Se solo avessimo avuto più tempo a Stockyards quel fine settimana, avremmo potuto goderci la corsa quotidiana del bestiame su Exchange Avenue o visitare il John Wayne Museum di recente apertura. Inoltre, tutti i ristoranti festivi e gli abbeveratoi che sono tutti dietro l’angolo dall’Hotel Drover. Ahimè, la prossima volta mi assicurerò che la permanenza in questa oasi urbana di ranch sia per un intero fine settimana.

Leave a Comment