Più di due dozzine di destinazioni di viaggio vedono livelli di rischio CDC in calo

(CNN) — Per la seconda settimana consecutiva, i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie non hanno aggiunto una sola nuova destinazione alla categoria di viaggio di livello 4 a più alto rischio.

Più di una dozzina di destinazioni, tra cui il Canada e diverse nazioni caraibiche, sono passate dal livello 4 al livello 3 lunedì.

Il CDC pone una destinazione a rischio “molto alto” di livello 4 quando negli ultimi 28 giorni sono stati registrati più di 500 casi ogni 100.000 residenti. La categoria di rischio “alto” di livello 3 si applica alle destinazioni che hanno avuto tra 100 e 500 casi ogni 100.000 residenti negli ultimi 28 giorni.

In totale, 14 destinazioni sono passate al livello 3 il 4 aprile:

• Antigua e Barbuda
• Argentina
• Armenia
• Azerbaigian
• Belize
• Canada
• Granata
• Iran
• Libia
• Oman
• Panama
• Paraguay
• Santa Lucia
• Suriname

Tutti i 14 posti erano precedentemente elencati al livello 4. CDC consiglia di evitare di viaggiare nei paesi di livello 4.

Le soglie CDC per gli avvisi sanitari di viaggio si basano principalmente sul numero di casi di Covid-19 in una destinazione.

Sebbene il CDC non includa gli Stati Uniti nel suo elenco di avvisi, fa parte della sua mappa globale codificata a colori dei livelli di rischio di viaggio. Lunedì, gli Stati Uniti si sono uniti al loro vicino a nord per passare alla codifica a colori di livello 3 sulla mappa.

I livelli di rischio in calo sono un punto luminoso nel panorama dei viaggi. Tuttavia, quasi 100 destinazioni sono rimaste al livello 4 il 4 aprile – circa il 40% dei quasi 240 posti coperti dal CDC.

Nella sua guida di viaggio più ampia, il CDC ha raccomandato di evitare tutti i viaggi internazionali fino a quando non sarai completamente vaccinato.

Modifiche al livello 2, livello 1 e stato ‘sconosciuto’

Il Botswana, dove i safari nella natura selvaggia nel delta dell’Okavango sono una grande attrazione turistica, lunedì è passato al livello 2.

Chris Jackson/Getty Images

Le destinazioni che portano la designazione “Livello 2: Covid-19 Moderato” hanno visto da 50 a 99 casi di Covid-19 ogni 100.000 residenti negli ultimi 28 giorni. Le cinque new entry del Livello 2 il 4 aprile sono:

• Botswana
• Eswatini
• Iraq
• Sud Africa
• Repubblica Dominicana

Tutti tranne l’Iraq erano al livello 3. L’Iraq era precedentemente al livello 4.

Per essere in “Livello 1: Covid-19 basso”, una destinazione deve avere meno di 50 nuovi casi ogni 100.000 residenti negli ultimi 28 giorni. Sei posti sono passati al livello 1 lunedì:

• Ghana
• Giamaica
• Malawi
• Marocco
• Nepal
• Pakistan

Tutti e sei erano al livello 2. Il livello 1 è dominato dalle destinazioni in Africa. Solo sette posti nel livello 1 sono al di fuori dell’Africa.

Infine, ci sono destinazioni per le quali il CDC ha un rischio “sconosciuto” per mancanza di informazioni. Di solito, ma non sempre, si tratta di luoghi piccoli e remoti o luoghi con guerre o disordini in corso.

Il CDC ha fatto tre aggiunte alla categoria sconosciuta lunedì: Guyana francese, Groenlandia e Ucraina.

La guerra in corso in Ucraina ha senza dubbio interrotto i test, il trattamento e la raccolta dei numeri dei casi di Covid-19.

Le Azzorre, la Cambogia, Macao e la Tanzania sono tra le località più visitate attualmente elencate nella categoria sconosciuta. Il CDC sconsiglia di viaggiare in questi luoghi proprio perché i rischi sono sconosciuti.

Un esperto medico valuta i livelli di rischio

Le velocità di trasmissione sono “un punto di riferimento” per i calcoli del rischio personale dei viaggiatori, secondo l’analista medico della CNN, la dott.ssa Leana Wen.

Siamo in “una fase della pandemia in cui le persone devono prendere le proprie decisioni in base alle loro circostanze mediche e alla loro tolleranza al rischio quando si tratta di contrarre il Covid-19”, ha affermato Wen.

“Dovresti interpretare il livello 4 nel senso che questo è un luogo con molta trasmissione comunitaria di Covid-19. Quindi, se vai, c’è una maggiore possibilità che tu possa contrarre il coronavirus”, ha detto Wen, che è un medico di emergenza e professore di politica e gestione della salute presso la George Washington University Milken Institute School of Public Health.

Alcune persone decideranno che il rischio è troppo alto per loro, ha detto Wen. “Altre persone diranno: ‘Poiché sono vaccinato e potenziato, sono disposto a correre questo rischio.’

“Quindi questa deve davvero essere una decisione personale che le persone soppesano comprendendo che in questo momento il CDC sta classificando i diversi livelli in base alle velocità di trasmissione della comunità, e fondamentalmente solo quello”, ha detto Wen. “Non tengono conto delle circostanze individuali”.

Altre considerazioni per il viaggio

Ci sono altri fattori da valutare oltre alle velocità di trasmissione, secondo Wen.

“Le velocità di trasmissione sono un punto di riferimento”, ha detto Wen. “Un altro è quali precauzioni sono richieste e seguite nel luogo in cui stai andando e poi il terzo è cosa hai intenzione di fare una volta che sei lì.

“Hai intenzione di visitare molte attrazioni e andare nei bar al coperto? È molto diverso dal tuo andare in un posto dove hai intenzione di sdraiarti sulla spiaggia tutto il giorno e non interagire con nessun altro. È molto diverso. Quelli sono livelli di rischio molto diversi”.

La vaccinazione è il fattore di sicurezza più significativo per i viaggi poiché i viaggiatori non vaccinati hanno maggiori probabilità di ammalarsi e trasmettere Covid-19 ad altri, ha affermato Wen.

Ed è anche importante considerare cosa faresti se finissi per risultare positivo fuori casa. Dove alloggerai e quanto sarà facile fare un test per tornare a casa?

Immagine in alto: una vista del castello di Frontenac a Quebec City. (Alice Chiche/AFP tramite Getty Images).

.

Leave a Comment