L’aumento delle scommesse delle compagnie aeree sui viaggi aiuterà a compensare i costi del carburante

Aerei dell’American Airlines all’aeroporto LaGuardia

Leslie Josephs | CNBC

La domanda di viaggi è rimbalzata più velocemente del previsto quest’anno, hanno affermato martedì le principali compagnie aeree, una tendenza positiva per un settore colpito dal Covid e un segno che i vettori si aspettano di trasferire ai clienti prezzi del carburante più elevati e altri costi.

La scorsa settimana i prezzi del carburante per aerei statunitensi sono saliti ai massimi del 2008, spinti dall’invasione russa dell’Ucraina, che ha suscitato preoccupazioni per le scarse forniture di greggio mentre i paesi hanno sanzionato il produttore di petrolio. Sebbene i prezzi del carburante per aerei siano diminuiti, quest’anno sono ancora aumentati del 35%.

Il mix di domanda più forte e costi più elevati promette biglietti più costosi, che erano già in aumento prima dell’attacco russo all’Ucraina e generalmente aumentano durante i periodi di punta dei viaggi primaverili ed estivi.

“Siamo molto, molto fiduciosi della nostra capacità di recuperare oltre il 100% del rincaro del prezzo del carburante nel secondo trimestre e probabilmente fino alla fine dell’estate”, ha affermato il presidente di Delta Air Lines Glen Hauenstein durante una conferenza degli investitori di JPMorgan.

Il mese scorso i clienti hanno speso 6,6 miliardi di dollari in biglietti aerei sui siti Web dei vettori, la prima volta nella pandemia che le prenotazioni e le vendite hanno superato un mese simile pre-Covid, ha affermato Adobe martedì. Le tariffe medie vendute dalle agenzie di viaggio statunitensi sono salite a $ 464 a febbraio da $ 409 del mese prima, secondo la Airlines Reporting Corp.

Delta ha ribadito che le prenotazioni stanno superando il 2019 e Hauenstein ha affermato che la scorsa settimana la compagnia aerea ha registrato le vendite in contanti in un giorno più alte nei suoi oltre 90 anni di storia.

Delta ha affermato di aspettarsi che le vendite del primo trimestre raggiungano il 78% dei livelli del 2019, in aumento rispetto alle previsioni di gennaio per un recupero di appena il 72% dei livelli del 2019. (Le compagnie aeree hanno confrontato le entrate e la capacità con il 2019 per mostrare quanto si sono riprese da prima della pandemia.)

American Airlines ha affermato che si aspetta che le entrate del primo trimestre scendano del 17% rispetto al 2019, meglio delle sue previsioni di gennaio per un calo di due anni fino al 22%.

Il CEO Doug Parker ha dichiarato nella stessa conferenza che le entrate in due giorni diversi la scorsa settimana sono aumentate del 15% rispetto al 2019, anche con una lenta ripresa dei viaggi d’affari e dei viaggi internazionali a lungo raggio, di solito due grandi guadagni per le grandi compagnie aeree.

“Possiamo fare soldi a prezzi del petrolio di $ 100 al barile o superiori, e lo faremo”, ha affermato Parker, che alla fine del mese consegna le redini al presidente della compagnia Robert Isom. “Potrebbe avere un impatto a breve termine. Ma non è un impatto a lungo termine sulla capacità del settore di fare soldi”.

American ha dichiarato in un deposito che si aspetta che la capacità del primo trimestre sia inferiore del 12% rispetto allo stesso periodo nel 2019, un programma inferiore al calo dall’8% al 10% rispetto a tre anni prima previsto due mesi fa.

Una capacità inferiore spesso significa meno posti tra cui scegliere per i viaggiatori, il che può far aumentare i prezzi.

Martedì le azioni delle compagnie aeree sono aumentate su tutta la linea. Delta, American e United sono aumentate ciascuna di circa il 7% nel primo pomeriggio di negoziazione, superando il guadagno dell’1,7% dell’S&P 500.

La United Airlines, che è stata più conservatrice rispetto ad alcuni dei suoi colleghi durante la pandemia, ha affermato di aspettarsi che il suo programma per il 2022 sarà in calo delle “cifre singole elevate” rispetto al 2019. Ma, la compagnia aerea con sede a Chicago ha affermato che progetta prima: entrate del trimestre per “essere vicino alla fine migliore” della guida per un recupero dal 75% all’80% rispetto a tre anni prima.

“Le prenotazioni di sistema per i viaggi futuri sono migliorate di quasi 40 punti dalla prima settimana del 2022 e il traffico aziendale è aumentato di oltre 30 punti dal picco dell’impatto di Omicron nel gennaio 2022”, ha affermato United in un deposito.

Southwest Airlines ha aumentato le sue prospettive di entrate fino al 92% di recupero dai livelli del 2019. Le sue azioni sono aumentate del 3% nel trading del primo pomeriggio.

.

Leave a Comment