Il Regno Unito vede un boom di viaggi in uscita nonostante le scarse prenotazioni in entrata

Il World Travel & Tourism Council (WTTC) ha pubblicato una nuova ricerca che mostra che le prenotazioni basse sui voli in arrivo verso il Regno Unito rappresentano una preoccupazione per l’economia del paese. D’altra parte, le prenotazioni di voli in uscita dal Regno Unito hanno per lo più raggiunto livelli pre-pandemia e, in alcuni casi, hanno persino superato le cifre precedenti.

Le prenotazioni sui voli di andata salgono

Gli ultimi due anni sono stati afflitti da frequenti blocchi, sporadiche restrizioni ai viaggi e chiusura delle frontiere, che hanno lasciato i residenti del Regno Unito bloccati a casa per troppo tempo. Ora che il Regno Unito sta abbandonando tutte le restrizioni di viaggio relative al COVID, ci si aspetterebbe che la domanda di viaggi estivi per i viaggi recuperi rapidamente fino ai numeri del 2019. Sfortunatamente, questo è stato il caso solo per i passeggeri in partenza dal Regno Unito.

VIDEO SEMPLIFICATIVO DEL GIORNO

Il numero di prenotazioni di voli in entrata per il Regno Unito è ancora in calo di circa il 45% rispetto ai livelli pre-pandemia. D’altra parte, le prenotazioni verso popolari destinazioni estive europee come Turchia e Grecia sono aumentate rispettivamente del 53% e del 51%. Anche la Spagna ha visto una piena ripresa dell’1% in più rispetto a prima.


Cielo unico europeo

Le prenotazioni in entrata sono in calo del 45% rispetto ai livelli del 2019. Foto: Getty Images

Nel 2019, gli Stati Uniti d’America sono stati la quinta destinazione più popolare per i britannici che hanno lasciato il paese. Ma la domanda di viaggio rimane del 10% inferiore rispetto a prima della pandemia. Nel frattempo, la domanda di viaggi per destinazioni dell’Asia meridionale come India, Bangladesh e Pakistan rappresenta una straordinaria ripresa, con prenotazioni in aumento rispettivamente del 28%, 36% e 26%.


Tieniti informato: Iscriviti ai nostri riassunti giornalieri e settimanali di notizie sull’aviazione.

I numeri non sembrano buoni per il Regno Unito

Le prenotazioni in entrata sugli arrivi internazionali nel Regno Unito sono aumentate del 1.453% rispetto al 2021, un anno di severe restrizioni di viaggio che hanno portato al crollo dell’aviazione globale. Un confronto più rilevante per questo parametro è con i numeri del 2019, che mostrano un forte calo del 45%. Fatta eccezione per la Svezia (+15%), tutti gli arrivi internazionali sono al di sotto dei livelli del 2019.

In termini di prenotazioni di viaggi in entrata, importanti mercati delle risorse per il Regno Unito come Stati Uniti, Germania, Spagna e Irlanda sono tutti significativamente al di sotto dei livelli pre-pandemia. Gli Stati Uniti sono in calo del 24%, la Germania del 37%, la Spagna del 38% e l’Irlanda del 19%. Per un certo contesto, gli Stati Uniti sono stati il ​​principale mercato di origine per i viaggiatori internazionali in arrivo nel Regno Unito nel 2021.


Julia Simpson, Presidente e CEO del WTTC, ha dichiarato:

“Il massiccio squilibrio tra le prenotazioni di voli internazionali in uscita e in entrata nel Regno Unito è un segnale preoccupante per il settore dei viaggi e del turismo in ripresa e per l’economia del Regno Unito. Con l’allontanarsi della pandemia e il ritorno dei viaggi internazionali, è incoraggiante vedere i vacanzieri sfruttare al meglio la loro nuova libertà ritrovata per viaggiare in sicurezza. Ma non è un buon segno per UK Plc se non riusciamo a convincere i viaggiatori internazionali che il Regno Unito è aperto per affari a viaggiatori e turisti. Il Regno Unito sta perdendo quote di mercato cruciali rispetto ad altre destinazioni”.


BA Cityflyer, Southampton, Voli per il fine settimana

Questi numeri non dipingono un buon quadro della ripresa economica del Regno Unito. Foto: Getty Images

Cosa significa per il Regno Unito

Il rapporto del WTTC esprime grave preoccupazione per la traiettoria di ripresa post-pandemia del Regno Unito non solo nell’aviazione ma anche in altri campi come il turismo, ecc. In un momento in cui l’aviazione da ogni angolo del mondo sta mostrando segni di ripresa, è bizzarro vedere prenotazioni di voli in entrata così basse per il Regno Unito. Se le cose continuano così, decine di migliaia di attività commerciali e mezzi di sussistenza che dipendono dai viaggiatori stranieri saranno minacciati.

Cosa ne pensi dell’ultimo rapporto del WTTC sulle prenotazioni di voli da e per il Regno Unito? Perché pensi che i numeri in entrata siano così bassi? Per favore, fateci sapere cosa ne pensate nei commenti.


GettyImages-159298512

Come raggiungere le Isole Falkland in aereo

Leggi Avanti


Circa l’autore

Leave a Comment