Dentro lo stile di vita sontuoso del boss della droga incarcerato Thomas Kavanagh mentre il suo impero della droga crolla

In breve, i soprannomi e le parole in codice suonavano come se fossero stati scritti dai Soprano. Thomas Kavanagh, il volto di pietra, il capo del Regno Unito di un importante sindacato criminale internazionale che si è reinventato come rivenditore di auto di lusso Tamworth, era Plasma.

Gary Vickery, i suoi lineamenti tesi e severi dietro uno schermo di vetro nell’aula numero due di Ipswich Crown Courtroom, era noto agli inferi come Jelly. L’espressione da poker di Daniel Canning smentisce il suo tag di malavita di Smiley.

Gangland “parla” di procedimenti alfabetizzati a tal punto che a volte sembrava che fosse necessario un frasario mafioso. Un altro collaboratore era Grumpy, un altro chiamato semplicemente l’Uomo Polacco.

LEGGI DI PIÙ: Gli 11 teppisti violenti di cui ogni donna ha bisogno di sapere

La cocaina era “telefoni”, “giacche” di cannabis. “The Flat” era un riferimento ai Paesi Bassi, mentre la Spagna era “The Sun”. Un fitto dossier di prove raccontava la parte fondamentale degli uomini in un cartello multimilionario della droga.

Plasma, Jelly e Smiley potevano avere le loro copie solo dopo che le graffette metalliche erano state rimosse. Quando tutto finì, Kavanagh, descritto come il capo di un cartello che inondava il Regno Unito di narcotici, mandò un bacio alla sua famiglia e sussurrò a Vickery prima di essere portato via per iniziare la sua condanna a 21 anni.

Vickery e Canning, che avevano entrambi un indirizzo a Solihull, ricevettero rispettivamente 20 e 19 anni e mezzo. Canning fissava con aria assente il soffitto mentre la sua punizione veniva resa pubblica. Tutti avevano ammesso di aver cospirato per importare droga di classe A e B e riciclaggio di denaro. Canning, 43 anni, si è anche dichiarato colpevole dell’accusa di possesso di un’arma da fuoco e munizioni.

L’incarcerazione del 54enne Kavanagh, un uomo che risiedeva in un palazzo a prova di proiettile e recintato in un angolo esclusivo di Tamworth che era il codice postale preferito dalle stelle del calcio, ha inferto un duro colpo alla temuta organizzazione criminale Kinahan.



Thomas Kavanagh, Daniel Canning e Gary Vickery

Era il suo prestanome nel Regno Unito ed era noto a coloro che erano al di sotto di lui nella gerarchia criminale come The Gaffer. I tentacoli della banda Kinahan con sede a Dublino si sono diffusi in tutta Europa e nel cuore di Birmingham. La violenta faida del cartello con un sindacato rivale ha portato morte e paura in Irlanda e nel continente.

Kavanagh, il 39enne Vickery e Canning da soli erano stati responsabili di spedizioni di droga per un valore di 30 milioni di sterline, secondo quanto affermato dalla National Crime Agency. Era un impero alimentato dal sangue e dall’avidità.

E il ruolo della malavita di Kavanagh stordirà coloro che vivevano vicino alla sua sontuosa casa recintata da £ 800.000 all’ombra dell’attrazione turistica Drayton Manor Park. Per loro era un ricco imprenditore la cui ricchezza era costruita su un innesto pulito e onesto.



Il boss del drammatico momento del crimine Thomas “Bomber” Kavanagh è stato arrestato all’aeroporto di Birmingham

Eppure il diavolo è nei dettagli del progetto della dimora di Mile Oak. Le finestre sono interessanti. Erano rinforzati e a prova di proiettile. Tale era la sicurezza, la polizia inizialmente ha lottato per ottenere l’accesso.

Tale era la sicurezza, un giudice ha descritto il des res come un “indirizzo apparentemente ben fortificato”. E un’incursione nella casa ha rivelato gli strumenti del vero mestiere sporco di Kavanagh.

In una camera da letto, adornata con mobili d’oro e crema e dominata da un letto in stile Luigi XII, gli ufficiali hanno scoperto 30 armi tra cui mazze da baseball, coltelli, manganelli d’acciaio, cosh, un arsenale di arti marziali, coltelli, coltelli a scatto, ascia, ascia e spade . C’era anche uno shillelagh.

Questa non è l’attrezzatura “indispensabile” di un venditore di auto. Gli ufficiali hanno anche scoperto borse firmate, con i nomi Chanel, Louis Vuitton, Moschino e Gucci, piene zeppe di banconote.

Una ricerca del 2017 a Dublino ha scoperto armi ancora più letali appartenenti al padre di sei figli, tra cui un kalashnikov, un mitra Uzi, numerosi silenziatori e revolver.



La villa recintata di Thomas Kavanagh a Sutton Road, Mile Oak, che aveva un'Audi R8 Spyder da £ 130.000 parcheggiata sul vialetto ed era così ben fortificata, inclusa la dotazione di
La villa recintata di Thomas Kavanagh a Sutton Road, Mile Oak, che aveva un’Audi R8 Spyder da £ 130.000 parcheggiata sul vialetto ed era così ben fortificata, inclusa la dotazione di “vetri antiproiettile rinforzati”, che gli agenti impiegarono più tempo del solito per forzare l’ingresso.

Le pistole erano comprensibili. Kavanagh, fuggito in Inghilterra nel 2008, viveva all’ombra di una minaccia di morte. Nel 2018, la polizia ha avvertito di aver ricevuto informazioni che c’era un rischio “reale e immediato” per la vita dell’irlandese.

La sua era una professione spietata e spietata. Non sorprende che sia un uomo con una storia criminale significativa. Quella storia coinvolge 16 condanne nella sua nativa Irlanda, inclusa la minaccia di uccidere un garda, furto con scasso, ricettazione, possesso illegale di armi da fuoco ed essere ubriaco e disordinato.

Da quando si è trasferito nel Regno Unito, Kavanagh si è tenuto pulito il naso e, prima della lunga condanna di questa settimana, ha raccolto solo una condanna: per aver evitato £ 83.000 di tasse.

Dopo la sentenza della Ipswich Crown Court, Matt Horne, direttore delle indagini della NCA, non ha preso a pugni il ruolo di Kavanagh nella criminalità organizzata.



L'uomo d'affari irlandese Thomas Kavanagh arriva allo Stoke-on-Trent Crown Court dove sarà condannato per essere in possesso di un
Thomas Kavanagh

Ha detto: “Kavanagh era un membro di alto rango del cartello Kinahan, un gruppo criminale organizzato sinonimo di atti di violenza. Era il loro uomo principale nel Regno Unito.

“Attraverso i loro collegamenti criminali all’estero, la sua organizzazione è stata in grado di organizzare, importare e distribuire droghe per un valore di molti milioni di sterline. Questi uomini si consideravano intoccabili, ma siamo stati in grado di smantellare sistematicamente il gruppo e dimostrare che non era così.

Ha aggiunto: “Questa indagine ha coinvolto la cooperazione con An Garda Síochána in Irlanda. Siamo determinati a lavorare insieme per prendere di mira le reti criminali che hanno un impatto sulle comunità su entrambe le sponde del mare d’Irlanda.

“La nostra indagine finanziaria su Kavanagh e sui suoi soci è in corso, al fine di privarli di tutti i beni che hanno acquisito attraverso la loro criminalità. Questa non è la fine della nostra attività rivolta a questo gruppo”.

Gli ufficiali dell’NCA hanno ottenuto ordini di “congelamento” su una serie di oggetti di alto valore, inclusi orologi, biciclette e gioielli, sequestrati come proventi di reato dalla villa di Kavanagh a Tamworth, così come dalla casa stessa. Anche una proprietà spagnola di proprietà di Vickery è soggetta a un’ordinanza restrittiva.

Kate Anderson, vice procuratore capo della divisione giustizia internazionale e criminalità organizzata del CPS, ha dichiarato:
“Questo gruppo criminale organizzato ha importato nel paese droghe pericolose per un valore di milioni di sterline, nascondendole nei macchinari nel tentativo di eludere il rilevamento.

“Non hanno mostrato alcun rispetto per le comunità che stavano mettendo a rischio e si sono dichiarati colpevoli di fronte a prove schiaccianti che dimostrano la loro parte in questa operazione illecita. Casi come questo dimostrano il nostro impegno a interrompere l’attività criminale organizzata e a garantire che affrontino la giustizia”.

Il vicecommissario John O’Driscoll, a capo della criminalità organizzata e grave all’interno delle forze armate irlandesi, An Garda Síochána, ha dichiarato: “L’esito positivo dei procedimenti giudiziari nel Regno Unito rappresenta uno sviluppo molto positivo degli sforzi compiuti dalle autorità di contrasto, a livello internazionale livello, per contrastare la criminalità perseguita da gruppi e reti della criminalità organizzata che hanno una dimensione internazionale e che, attraverso lo spaccio di droga e altri reati, hanno un impatto negativo sulle comunità di tutto il mondo.

“An Garda Síochána ha stretto un rapporto di lavoro molto forte con la National Crime Agency del Regno Unito, che sta aiutando a garantire che le comunità nel Regno Unito e in Irlanda siano meglio protette dalla criminalità organizzata”.

.

Leave a Comment