Aumento dei casi di arresto cardiaco tra i giovani indiani a causa dello stile di vita: studio

Leggi l’articolo

Lo studio IHL Care ha evidenziato che un BMI in sovrappeso o obeso aumenta il rischio di BP del 41% poiché esiste una forte correlazione tra BMI e BP

Portare in primo piano come il doppio disturbo dell’ipertensione e dell’obesità stia causando la crescente incidenza di malattie cardiovascolari (CVD) nella popolazione indiana, ed educarli, in particolare coloro che vivono nelle città metropolitane e lavorano con le aziende, su quanto sia essenziale per prevenire l’incidenza di queste malattie poiché tutto ciò sta accadendo a causa della mancanza di un giusto tipo di conoscenza, India Health Link (IHL) in collaborazione con HEAL Foundation ha condotto lo studio “Indian Hearts Lacking Care” (IHL Care).

Allo studio, hanno partecipato 1461 intervistati da 4 città metropolitane dell’India: Mumbai, Delhi, Bangalore e Chennai. Lo studio ha visto la partecipazione del 77% maschile e del 23% femminile. I risultati dei test diagnostici campione dei partecipanti sono stati raccolti da chioschi digitali/bancomat sanitari in 4 città. I parametri del test includevano i dati demografici degli intervistati, il sesso, l’età, la geografia rispetto all’età, la classe BMI, la classe PA e i livelli di SPO2. I dati sono stati raccolti con un metodo di campionamento casuale.

Lo studio IHL Care ha evidenziato che un BMI in sovrappeso o obeso aumenta il rischio di BP del 41% poiché esiste una forte correlazione tra BMI e BP. E la maggior parte delle persone obese o in sovrappeso ha la pressione alta (30%) o ha un rischio di BP (~53). È stato anche osservato che il 57% delle persone che vivono a Mumbai nella fascia di età (26-40) anni sono ad alto rischio di malattie cardiovascolari a causa del doppio disturbo di obesità e ipertensione.

Nel presentare la rivelazione dell’IHL Care Study sulla correlazione tra i punteggi dell’IMC e il rischio di BP, il dottor Satyender Goel, fondatore e CEO, India Health Link (IHL) ha affermato: “Lo studio ha messo in evidenza che esiste una forte correlazione tra i punteggi dell’IMC e la BP rischio, e si osserva inoltre che maggiore è il punteggio BMI, maggiore è il rischio di pressione arteriosa. L’alta pressione arteriosa si osserva principalmente negli uomini con un massimo del 30% a Nuova Delhi. Pur mantenendo lo stesso livello, è del 15 per cento a Mumbai. Il 30% degli uomini a Nuova Delhi e le donne a Mumbai sono più inclini a BP alta, mentre il 50% degli uomini e il 25% delle donne a Bengaluru sono più inclini al rischio di BP. Mumbai ha il 38% di popolazione in sovrappeso e il 30% di obesi. È anche emerso che il rischio di BP si trova più comunemente negli uomini che nelle donne. Lo stesso vale per la pressione arteriosa elevata, che si trova anche più comunemente negli uomini rispetto alle donne”.

“Vediamo che lo stile di vita sedentario e le abitudini di lavoro hanno avuto un impatto sulla fascia di età 26-40 in quanto sono ad alto rischio di malattie cardiovascolari a causa del doppio disturbo di obesità e ipertensione. Quindi, è urgente passare dalla malattia cardiaca al benessere del cuore, che possiamo ottenere attraverso la cardiologia preventiva e predittiva. Per questo, abbiamo bisogno di uno screening preventivo regolare attraverso cure basate sulla tecnologia che aiutino a portare benessere”, ha aggiunto il dottor Goel.

Il dott. Mohammed Sadiq Azam, consulente cardiologo, KIMS Hospital, Hyderabad, ha aggiunto: “Di recente, lo studio Indian Hearts Lacking Care (IHL Care) mette in evidenza il doppio disturbo dell’obesità e dell’ipertensione nella popolazione giovane, che contribuisce principalmente all’incidenza delle malattie cardiovascolari . E questo potrebbe essere uno dei motivi per cui la popolazione giovane sta soccombendo all’arresto cardiaco, a cui stiamo assistendo negli ultimi tempi. Gli indiani non sono abituati a dare la priorità alle loro cure preventive e si sottopongono allo screening iniziale; quindi molte di queste malattie prevenibili non vengono diagnosticate precocemente, con conseguente aumento del carico di malattie nella popolazione urbana, specialmente tra i giovani. Pertanto, un regime di screening preventivo e predittivo regolare è un must che tutti devono seguire per rimanere in salute per il cuore”.

Sottolineando l’importanza della dieta per la salute del cuore, Naaznin Husein, Fondatore e Direttore, Freedom Wellness, Mumbai, ha affermato: “L’alto rischio di malattie cardiovascolari tra la popolazione giovane a causa del duplice problema della pressione alta e dell’obesità che lo studio IHL Care rivela, presenta un dato allarmante per i giovani del Paese. In entrambi i casi di obesità e BP alta, la dieta gioca un ruolo fondamentale. Pertanto, è essenziale per tutti, in particolare per le persone che lavorano con le aziende, che conducono uno stile di vita sedentario, seguire un regime alimentare salutare per il cuore oltre ad aderire a regolari screening preventivi”.

Leave a Comment