Lo studio prevede che i decessi per COVID-19 si riprenderanno quando tutte le restrizioni saranno revocate – Harvard Gazette

Mentre i numeri di COVID diminuiscono e i mandati aumentano, la domanda rimane: è possibile evitare compromessi tra il ritorno a stili di vita pre-pandemici e un aumento dei decessi correlati al COVID-19?

Per trovare una risposta, gli investigatori del Massachusetts General Hospital, del Boston Medical Center e della Georgia Tech hanno condotto uno studio di simulazione che proiettava il futuro della pandemia di COVID-19 in ogni stato.

L’analisi, pubblicata su JAMA Health Forum, presuppone che l’attuale ritmo di vaccinazione venga mantenuto nel futuro e modella diverse date di revoca dei mandati. Nella maggior parte degli stati, l’allentamento dei mandati di mascheramento e altre restrizioni hanno provocato un “rimbalzo” nelle morti legate al COVID-19; tuttavia, ritardare la data di revoca dei mandati ha fatto ben poco per ridurre l’eventuale aumento dei decessi.

“Il rimbalzo della mortalità era direttamente attribuibile alla variante Omicron: quando abbiamo ripetuto l’analisi, assumendo l’infettività delle precedenti varianti Alpha e Delta, il modello non prevedeva un tale aumento della mortalità dopo aver allentato i mandati della maschera”, afferma il co-primo autore Benjamin P. Linas, professore di medicina alla Boston University School of Medicine.

Uno dei più forti predittori dell’entità del rimbalzo della mortalità dopo l’allentamento dei mandati è stato il grado di immunità nella comunità al momento della revoca del mandato. Pertanto, è probabile che le comunità con un’alta percentuale di residenti vaccinati e/o che hanno avuto COVID-19 abbiano tassi di mortalità inferiori.

“Un difficile compromesso si profila all’orizzonte”, afferma il co-autore senior Jagpreet Chhatwal, direttore dell’Institute for Technology Assessment di MGH. “Sebbene ci siano ampie prove nella nostra analisi che una data di revoca di marzo 2022 porti a un rimbalzo della mortalità in molti stati, la simulazione suggerisce anche che con la variante Omicron, ogni volta che gli stati rimuovono i mandati dovranno affrontare la stessa difficile scelta tra l’aumento della mortalità COVID-19 e la libertà di tornare a una norma pre-pandemica”.

“L’unico intervento che può mitigare questa scelta impossibile è la vaccinazione contro il COVID-19 in corso con i richiami”, aggiunge Chhatwal, che è anche assistente professore alla Harvard Medical School.

Uno dei più forti predittori dell’entità del rimbalzo della mortalità dopo l’allentamento dei mandati è stato il grado di immunità nella comunità al momento della revoca del mandato. Pertanto, è probabile che le comunità con un’alta percentuale di residenti vaccinati e/o che hanno avuto COVID-19 abbiano tassi di mortalità inferiori.

Anche se un ritardo nella revoca dei mandati delle maschere o delle restrizioni alle riunioni sociali probabilmente non impedirà del tutto futuri aumenti di decessi correlati al COVID-19, i risultati potrebbero potenzialmente aiutare i funzionari della sanità pubblica statale poiché valutano diverse opzioni. “Gli argomenti per rimuovere le restrizioni devono esplicitamente sostenere la revoca delle restrizioni all’interno di un quadro costi-benefici che esamini il costo delle restrizioni rispetto al costo della mortalità da COVID-19”, afferma il co-primo autore Jade (Yingying) Xiao, uno studente di dottorato in Georgia Tech. “Allo stesso tempo, coloro che sono favorevoli al mantenimento delle restrizioni devono riconoscere che ‘solo un po’ di più’ non sarà sufficiente”.

I ricercatori osservano che le varianti Delta e Omicron altamente trasmissibili continueranno probabilmente a subire un tributo importante in tutto il paese, ma se un ceppo virale meno trasmissibile diventasse dominante, i tassi di morbilità e mortalità in rimbalzo sarebbero sostanzialmente inferiori. “Se così fosse, sarebbe probabilmente possibile rimuovere le restrizioni in modo più sicuro all’inizio del secondo trimestre del 2022”, afferma il co-senior autore Turgay Ayer, direttore di Business Intelligence and Healthcare Analytics presso il Center for Health and Humanitarian Systems alla Georgia Tech.

Altri coautori includono Ozden O. Dalgic, Peter P. Mueller, Madeline Adee e Alec Aaron.

Leave a Comment