Tropi comuni di viaggio nel tempo nella finzione

Dai portali alle macchine appositamente progettate, gli esseri umani sognano da secoli la capacità di viaggiare nel tempo. Indipendentemente dal genere che una storia con il viaggio nel tempo tenta di essere, alla fine ha sempre avuto un’atmosfera fantascientifica, poiché il viaggio nel tempo è un elemento classico del genere.

Questo perché il viaggio nel tempo è sempre stato associato al futuro. È una tecnologia e un potere apparentemente fuori portata, se non del tutto impossibile, per gli umani. Forse ciò che l’ha reso un dispositivo così attraente per le storie è il desiderio dell’umanità di esplorare e comprendere un altro tempo al di là della loro portata, o forse semplicemente rende un dispositivo così utile per le storie. Indipendentemente dal motivo per cui gli scrittori usano il viaggio nel tempo, non c’è dubbio che sia stato usato frequentemente per alcuni secoli ormai. Come risultato della sua popolarità nella narrativa letteraria e cinematografica, ha sviluppato alcuni tropi comuni lungo la strada. Alcuni di loro sono di particolare rilevanza grazie alla loro influenza.

VIDEO DEL GIOCATORE DEL GIORNO

IMPARENTATO: Film di fantascienza che viaggiano nel tempo da guardare se ti è piaciuto il progetto Adam

Esplorare storie, realtà e linee temporali diverse


Interstellar_Viaggio nel tempo

L’uso del viaggio nel tempo per esplorare una storia alternativa è stato così comunemente usato che è diventato un tropo del genere. Ha senso che abbia guadagnato una tale popolarità, poiché le persone hanno la tendenza a chiedersi “e se?” Storie in questo senso consentono a uno scrittore e al suo pubblico di esplorare come un evento particolare o la vita di una certa persona potrebbero aver cambiato drasticamente il corso degli eventi che portano alla realtà che conosciamo, nel bene e nel male. Il primo utilizzo della capacità di viaggiare nel tempo per esplorare un passato alternativo può essere attribuito al famoso romanzo di HG Wells del 1895, La macchina del tempo.


Dall’altro lato di una storia alternativa c’è, ovviamente, l’uso di un futuro immaginato. In altre parole, queste storie usano il viaggio nel tempo per esplorare come potrebbe essere il futuro del mondo o dell’umanità. Generalmente, viene utilizzato nelle storie per riflettere su un problema nella nostra società attuale e su come può influenzare lo stato dell’umanità in seguito se non viene affrontato. Il primo uso notevole di questo potrebbe appartenere anche a HG Wells, che ha esplorato futuri alternativi nello stesso modo in cui ha esplorato la storia.

Un altro metodo comunemente usato per esplorare il viaggio nel tempo è attraverso la realtà virtuale o la realtà simulata, anche se in considerazione del viaggio nel tempo, quest’ultima è più comune. La più grande differenza tra i due è che nella realtà virtuale, il personaggio è consciamente consapevole che il tempo in cui si trova non è reale, mentre nella realtà simulata, il personaggio potrebbe non essere consapevole che l’ambiente circostante non è reale. Alcuni buoni esempi moderni di questo sono La matrice e mondo occidentale, ma i primi esempi potrebbero essere i romanzi del 1929 e del 1930, La Camera della Vita e Città dei morti viventi.



Ciclo giorno_ora della marmotta

Il ciclo temporale è un altro strumento degno di nota per le storie di viaggi nel tempo. Piuttosto che andare in periodi di tempo diversi, in questo caso, il tempo che viene visitato rimane lo stesso, in un ciclo, a partire da un momento particolare ogni volta. Queste storie di solito ruotano attorno al personaggio che impara e corregge alcuni dettagli su se stesso per andare oltre questo momento che continuano a rivivere. I fan potrebbero riconoscerlo in film famosi come giorno della marmottama questa storia ha almeno 100 anni e compare nel romanzo del 1922 Il verme Ouroboros di E.R. Edison.

Sé alternativi o linee temporali alternative potrebbero anche essere considerati un tropo di storie di viaggi nel tempo, tutte le volte che appaiono. In questi casi, l’uso del viaggio nel tempo rivela o crea versioni diverse del viaggiatore nel tempo o versioni diverse della realtà che conosce. In un certo senso, questi concetti di circostanze leggermente speculari sono stati usati per secoli, ma in particolare nell’ottica della fantascienza, sembrano essere iniziati negli anni ’60 nei fumetti popolari.



Rick e Morty_Linee temporali alternative

Esplorare e intromettersi con il passato

Nelle storie di viaggi nel tempo, certi momenti o luoghi che le persone visitano tendono a ripresentarsi, diventando troppe in sé e per sé. Ci sono ovviamente molte storie di viaggi nel tempo in cui la persona che viaggia nel tempo ha una data o un periodo particolare che desidera visitare. Tuttavia, tra i periodi più popolari in cui le persone viaggiano sono così lontani nel passato che i dinosauri vagavano per il pianeta, o sono così lontani nel futuro che gli umani vivono nello spazio. Può sembrare ovvio il motivo per cui questi due periodi sono i più frequentemente esplorati: sono due periodi in cui, per quanto ne sappiamo, la specie umana non è esistita. Poiché c’è così tanta incertezza su come le persone reagirebbero a questi tempi e a questi ambienti, hanno un grande potenziale per la storia e offrono molta libertà creativa agli scrittori.


Forse il tropo più popolare nei viaggi nel tempo è quello di cambiare il passato. La maggior parte dei fan della fantascienza può citare un intero elenco di storie di viaggi nel tempo in cui qualcuno ha cambiato anche il più piccolo dettaglio in passato, o è stato avvertito di non farlo. Una delle storie più riconoscibili per esplorare questa idea è il film del 2004 L’effetto farfalla, il cui nome è preso dal termine abbreviato per questo tropo. La prima storia nota per esplorare il concetto di cambiare il passato con qualche mezzo del futuro è nella storia del 1733, Memorie del Novecento. Ciò che probabilmente rende questo così comune è che consente alle persone di tracciare una linea tra la realtà e il “e se?” Domande. Creando questo netto contrasto, una storia può esaminare come l’umanità starebbe meglio o (di solito) peggio se fosse stato apportato anche il più piccolo cambiamento a come dovrebbero essere le cose.

Il viaggio nel tempo può essere rappresentato in molte forme: viaggio nel tempo con portali, viaggio nel tempo con macchine, teletrasporto quantistico, interferenza aliena o persino usando il viaggio nel tempo per analizzare la risposta della mente umana al trauma, come si vede in Kurt Vonnegut Macello-cinque quando Billy Pilgrim si “sblocca nel tempo”. Non importa come viene affrontato, o quanti tropi utilizza una storia di viaggio nel tempo, è il messaggio che riflette che ne determina veramente il successo e il valore. La popolarità dei viaggi nel tempo ha portato a tropi che consentono alle persone di esaminare non solo il passato e il futuro della nostra specie, ma anche la nostra condizione presente. A meno che gli esseri umani non ottengano mai un mezzo reale per viaggiare nel tempo, probabilmente apparirà continuamente nei racconti di finzione, in modo che le persone possano almeno dare un’occhiata a tempi che erano prima del nostro oltre il loro.


ALTRO: I migliori film di fantascienza che fanno viaggiare nel tempo nel modo giusto

Fonte: Wikipedia – Il viaggio nel tempo nella narrativa


Le skin di Rick Sanchez e Morty Smith stanno arrivando su Rainbow Six Siege.

Rainbow Six Siege aggiunge ancora più contenuti Rick e Morty

Leggi Avanti


Circa l’autore

Leave a Comment