Questo è ciò a cui gli amanti dei viaggi sono disposti a rinunciare per una vacanza del 2022

Nuovi dati sui viaggi nel 2022 mostrano che le persone non stanno solo aspettando di fare la prossima vacanza, ma c’è molto a cui gli amanti dei viaggi sono disposti a rinunciare per assicurarsi che accada.

Secondo l’American Express Travel: 2022 Global Travel Trends Report, condotto da Morning Consult con 2.000 viaggiatori negli Stati Uniti e 1.000 in Giappone, Australia, Messico, India, Regno Unito e Canada, tra il 3 febbraio e l’11 febbraio, il 65% del totale gli intervistati preferirebbero fare la vacanza dei loro sogni piuttosto che acquistare un’auto nuova.

Anche se il COVID-19 è ancora una considerazione significativa, il 74% degli intervistati a livello globale ha dichiarato di essere disposto a prenotare un viaggio per il 2022, anche se alla fine dovesse annullare.

Travelport, un’azienda tecnologica globale per i fornitori di viaggi in tutto il mondo, ha condotto il proprio sondaggio attraverso Toluna Research, con oltre 2.000 intervistati da Stati Uniti, Regno Unito, Australia, Hong Kong SAR, India, Singapore ed Emirati Arabi Uniti, e ha trovato ulteriori articoli persone in tutto il mondo sono disposti a rinunciare per sei mesi o più per viaggiare.

Secondo Travelport, il 71% degli intervistati rinuncerebbe ai concerti, il 64% smetterebbe di comprare vestiti, il 63% rinuncerebbe alle cure termali, il 60% rinuncerebbe ad andare al cinema, il 53% rinuncerebbe a praticare sport e Il 36% smetterebbe di cenare nei ristoranti.

“Sebbene gli ultimi due anni siano stati una sfida significativa, l’industria globale dei viaggi ha recuperato oltre il 50% della sua attività lorda entro la fine del 2021”, si legge in una dichiarazione di Jen Catto, Chief Marketing Officer di Travelport.

Se questa tendenza dovesse continuare lungo la stessa traiettoria, potrebbe raggiungere l’85% di recupero entro la fine di quest’anno. Il desiderio represso di viaggiare è forte. I nostri ultimi risultati del sondaggio lo dimostrano chiaramente, mettendo in evidenza quante indulgenze le persone sono disposte a sacrificare per viaggiare di nuovo”.

American Express Travel: rapporto sulle tendenze di viaggio globali 2022.

Quanto viaggeranno davvero le persone nel 2022?

Secondo lo studio American Express, il 62% degli intervistati prevede di fare da due a quattro viaggi nel 2022 e il 76% degli intervistati concorda di voler viaggiare di più con la famiglia quest’anno rispetto al 2021. Per i canadesi in particolare, il 69% degli intervistati canadesi prevede di trascorrere più tempo viaggiando con la propria famiglia quest’anno.

“Uscendo dalla pandemia abbiamo assistito a una ridefinizione delle priorità dei valori e trascorrere del tempo con i propri cari è in cima alla lista”, si legge in una dichiarazione di Chris Gabaldon Senior Vice President of Luxury Brands con Marriott International.

“La tradizionale vacanza in famiglia si è espansa per diventare multigenerazionale e includere la famiglia allargata, poiché i nostri ospiti vogliono riconnettersi e reimpegnarsi. Nei nostri hotel stiamo assistendo alla richiesta di esperienze educative e divertenti per tutte le età, mentre le famiglie cercano di creare nuovi ricordi insieme”.

Detto questo, il 49% dei viaggiatori Millennial vuole fare un viaggio da solo nel 2022.

American Express Travel: rapporto sulle tendenze di viaggio globali 2022.

American Express Travel: rapporto sulle tendenze di viaggio globali 2022.

Vacanze da sogno all’orizzonte

Con gli amanti dei viaggi che devono rimanere fermi per un po’ di tempo, come ci si può aspettare con l’allentamento delle restrizioni a livello globale, il 2022 sarà l’anno in cui i viaggiatori potranno fare una vacanza da sogno.

Secondo lo studio di American Express, quest’anno il 55% degli intervistati desidera prenotare una vacanza irripetibile, con quella metrica più alta tra i gruppi di età più giovani, fino al 67% tra i Millennial e al 65% tra i GenZer.

Il sondaggio ha rilevato che il 72% degli intervistati concorda sul fatto che la pandemia ha fatto loro apprezzare destinazioni di viaggio nazionali meno conosciute e con i viaggiatori che si abituano maggiormente a dover andare in vacanza più vicino a casa, il 72 degli intervistati globali prevede di spendere di più per i viaggi nazionali.

Ovunque vadano i viaggiatori, il 78% degli intervistati desidera avere un “impatto positivo sulla comunità che sta visitando”, il che include la considerazione di luoghi impegnati in sforzi di sostenibilità ambientale, mangiare e fare acquisti presso piccole imprese, visitare i parchi nazionali, sperimentare un mercato contadino e partecipare ad altre attività all’aperto.

“Gli ultimi due anni hanno dimostrato quanto l’esplorazione possa essere speciale, così come il peso che le nostre decisioni di viaggio hanno per le comunità locali”, si legge in una dichiarazione di Audrey Hendley, presidente di American Express Travel.

“Guardando al futuro, i viaggiatori prendono decisioni con uno scopo in mente: dal capire dove andranno i loro soldi a trovare il tempo per entrare in contatto con i propri cari. Siamo entusiasti di vedere cosa porterà il futuro”.

Leave a Comment