Man mano che i viaggi nel sud-est asiatico riprendono un aumento del traffico non valido verso gli annunci di viaggi digitali

I bot costituiscono fino all’80% di tutto il traffico non valido per gli inserzionisti di viaggi, in netto contrasto con il 15-30% che interessa altri settori, afferma Trafficguard.

La piattaforma di verifica degli annunci digitali e prevenzione delle frodi, Trafficguard, ha rivelato nel suo whitepaper di ricerca Juniper che la regione del sud-est asiatico potrebbe subire una perdita di circa 56 miliardi di dollari per frode pubblicitaria, un importo soggetto ad aumento, a causa del ritorno del viaggio nella regione.

Trafficguard cita i risultati del World Travel and Tourism Council (WWTC), secondo cui si prevede che il settore dei viaggi e del turismo dell’APAC si avvicinerà ai livelli pre-pandemici e si stima che i viaggiatori nella regione dell’ASEAN raggiungeranno i 155 milioni nel 2022, secondo GlobalData. L’impennata dei viaggi a Singapore, Thailandia, Indonesia, Malesia e Filippine arriva dopo la facilità delle restrizioni di viaggio qui nel sud-est asiatico, con i paesi che aprono parzialmente o completamente i loro confini ai viaggiatori vaccinati.

Il sud-est asiatico è noto per avere uno dei più grandi mercati di viaggi online e si prevede che in queste regioni si verificheranno frodi pubblicitarie di viaggio a causa delle dimensioni del mercato, ha affermato Trafficguard.

La ricerca dell’azienda ha rilevato che i bot rappresentano fino all’80% di tutto il traffico non valido per gli inserzionisti di viaggi, in netto contrasto con il 15-30% che interessa altri settori.

Secondo la ricerca, una serie di fattori potrebbero essere attribuiti a questo fenomeno:

• Il settore dei viaggi ha una proliferazione di agenzie di viaggio online (OTA) di terze parti, alcune delle quali autorizzate e altre no, che estraggono i dati dei database di compagnie aeree/hotel e li vendono per conto di compagnie aeree e noleggi.
• L’industria dei viaggi ha anche molti programmi fedeltà di alto valore di cui i truffatori cercheranno di assumere il controllo.
• Molti fornitori di viaggi utilizzano app ed esperienze mobili per raggiungere i clienti target e, cercando di guidare le installazioni delle loro app, sono più suscettibili a ricevere traffico di cattiva qualità e attribuzioni errate

Poiché i siti Web delle compagnie aeree e le app di viaggio (OTA) ospitano una serie di dati come voli, prezzi, prenotazioni e sconti, i robot dannosi possono comportare commissioni più elevate per le OTA, poiché fanno sembrare che molte più persone stiano visualizzando di prenotazione voli.

“Dove ci sono soldi da fare, ci saranno truffatori. Questo è prevalente su tutti i canali digitali”, ha affermato Mat Ratty, CEO di Trafficguard.

“Quello che sappiamo è che il mercato dei viaggi online e le categorie delle compagnie aeree sono estremamente competitivi. Pertanto, molto budget viene speso per ricerche che hanno parole chiave PPC costose. Ci sono anche molte campagne programmatiche con messaggi su misura per i consumatori che hanno mostrato interesse per una particolare compagnia aerea o destinazione. Questi canali sono pieni di frode pubblicitaria”.

Molte compagnie di viaggio spenderanno ingenti somme di denaro per spingere i consumatori a scaricare le loro applicazioni di viaggio. Utilizzeranno spesso reti di prestazioni pay-per-install che vengono pagate per ogni installazione che guidano. Secondo l’analisi di Trafficguard, le reti di prestazioni che vengono pagate per guidare queste installazioni forniscono in media oltre il 50% di traffico non valido, con il risultato di molte installazioni fraudolente e attribuzioni errate di eventi post-installazione come prenotazioni di voli e hotel.

“A sopportare il peso maggiore di questo saranno gli inserzionisti che pagano per un traffico che non genererà mai alcun valore”, ha aiutato Matt Sutton, Chief Revenue Officer, Trafficguard.

“Con il passare del tempo, anche le tattiche di frode pubblicitaria saranno potenziate ed è fondamentale che gli inserzionisti, le compagnie aeree e le OTA siano consapevoli della prevalenza della frode pubblicitaria in questo settore. Ogni anno vengono perse ingenti somme di denaro a causa delle frodi pubblicitarie digitali, con un importo che aumenta ogni anno che passa. Avere un sistema adeguato in atto ti consentirà di risparmiare la tua spesa pubblicitaria e assicurarti che i tuoi annunci raggiungano il pubblico giusto.


Immagine in primo piano: Daria Shevtsova via Pexels

Leave a Comment