Le compagnie aeree vogliono eliminare il mascheramento e i test. Cosa dicono i medici a riguardo?

Nota del redattore: iscriviti a Unlocking the World, la newsletter settimanale di CNN Travel. Ricevi notizie sull’apertura e la chiusura delle destinazioni, ispirazione per avventure future, oltre alle ultime novità in materia di aviazione, cibo e bevande, dove alloggiare e altri sviluppi di viaggio.
(CNN) — I mandati di maschere negli Stati Uniti stanno accelerando verso quella che potrebbe essere la loro ultima frontiera: i trasporti.

Le compagnie aeree tra cui Delta, American, United e Southwest, oltre ai vettori cargo e al gruppo industriale Airlines for America, chiedono la fine sia del mandato della maschera sui trasporti pubblici che del requisito dei test pre-viaggio per gli arrivi internazionali negli Stati Uniti.

Le controversie sulle maschere sono arrivate alle mani su alcuni voli e gli assistenti di volo hanno dovuto affrontare livelli di aggressività senza precedenti nel tentativo di far rispettare la regola federale.
Il più grande sindacato degli assistenti di volo della nazione, l’Association of Flight Attendants-CWA, non ha deciso di revocare il mandato della maschera, dicendo che ha membri su entrambi i lati della questione. Il sindacato degli assistenti di volo della Southwest Airlines ha chiesto la fine del mandato.

Molti nel settore dei viaggi sono comprensibilmente desiderosi di rendere il più semplice possibile spostare più viaggiatori dopo due anni paralizzanti della pandemia.

Ma come considerano i medici e gli esperti di trasmissione delle malattie il rollback delle precauzioni Covid? Non è tutto o niente, tanto per cominciare.

I viaggiatori possono ancora proteggersi e le regole potrebbero essere allentate in modo incrementale o ripristinate se i casi aumentano in modo sostanziale. I casi negli Stati Uniti si sono stabilizzati di recente dopo quasi due mesi di calo e i funzionari sanitari stanno tenendo d’occhio la variante BA.2 Omicron.

Il requisito della maschera statunitense sugli aerei scadrà ad aprile. Molte compagnie aeree vorrebbero vederlo revocato prima.

Michael Loccisano/Getty Images

Sollevare le regole per i viaggiatori vaccinati, suggerisce un medico

La dottoressa Leana Wen, un’analista medica della CNN, afferma che la revoca sia del mandato della maschera che del requisito dei test pre-viaggio per gli arrivi internazionali ha senso, per i viaggiatori vaccinati.

Consentire alle persone completamente vaccinate di aggirare i requisiti dà loro un altro incentivo a farsi vaccinare, ha affermato Wen, medico di emergenza e professore in visita presso la Milken Institute School of Public Health della George Washington University.

Sebbene la lettera delle compagnie aeree alla Casa Bianca non chiamasse specificamente i viaggiatori vaccinati, citava una raccomandazione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità per un approccio basato sul rischio di “misure di revoca, come test e/o requisiti di quarantena per i viaggiatori individuali che sono pienamente vaccinato”.

In questo momento, tutti i viaggiatori diretti negli Stati Uniti, indipendentemente dalla cittadinanza o dallo stato di vaccinazione, devono avere un risultato negativo da un test effettuato entro un giorno dalla partenza. La revoca di tale requisito è il “passo giusto” più immediato che potrebbe essere fatto per i viaggiatori completamente vaccinati, ha affermato Wen.

“Ci sono così tante persone che stanno rimandando i loro piani di viaggio internazionali perché non vogliono avere un test PCR positivo e poi rimanere bloccati per settimane … a destinazione”.

Wen ha anche suggerito che le compagnie aeree potrebbero designare una sezione dell’aereo in cui le persone che desiderano una protezione extra e accettano di indossare maschere N95 o equivalenti di alta qualità possono sedersi insieme.

Non ci sono risposte facili a questo punto della pandemia, ha detto Wen.

“E la domanda è: come dovrebbero essere considerati i voli? Sono considerati qualcosa di essenziale, nel qual caso vuoi dare alle persone vulnerabili la possibilità di sentirsi più al sicuro o è considerato come cenare fuori in un ristorante, dove se lo desideri cenare, ti stai assumendo un rischio in più?”

Riteniamo che il viaggio aereo debba essere considerato essenziale perché molte persone viaggiano per necessità.

“Ed ecco perché fornire quell’opzione per essere più sicuri è la cosa giusta da fare”.

Rendi le maschere opzionali

Dal punto di vista del Dr. William Schaffner, ha senso revocare ora sia le misure di mascheramento che i test pre-viaggio.

“Voglio dire, se c’è un motivo per non farlo, sentiamolo”, ha detto Schaffner, specialista in malattie infettive presso il Vanderbilt University Medical Center di Nashville, nel Tennessee.

L’argomento delle compagnie aeree per revocare il mandato della maschera rispecchia questo punto.

“Non ha senso che le persone siano ancora obbligate a indossare maschere sugli aeroplani, ma siano autorizzate a riunirsi in ristoranti, scuole e eventi sportivi affollati senza maschere, nonostante nessuno di questi luoghi abbia il sistema di filtraggio dell’aria protettivo che fanno gli aerei”, il loro si legge una lettera al presidente.

I viaggiatori che indossano maschere protettive si riflettono in una finestra dell'aeroporto internazionale di Charlotte Douglas il 5 agosto 2021.

I viaggiatori che indossano maschere protettive si riflettono in una finestra dell’aeroporto internazionale di Charlotte Douglas il 5 agosto 2021.

Angus Mordant/Bloomberg/Getty Images

Anche per Schaffner non ha molto senso testare gli arrivi internazionali.

“Sono stato perplesso per molto tempo perché abbiamo un sacco di Covid qui! Non è che stiamo cercando di tenere fuori il Covid”, ha detto Schaffner, ridacchiando. “È già qui.”

“Ho sempre pensato che fosse un po’ come dire a qualcuno di non versare un secchio d’acqua nella tua piscina.”

Ma ha sottolineato che le persone possono scegliere di indossare le mascherine e le loro scelte dovrebbero essere rispettate.

Lui e sua moglie si prendono cura di un membro della famiglia allargato che sta ricevendo la chemioterapia e continuano a indossare maschere ed essere molto cauti nel proteggere quella persona.

“Penso che il mondo più ampio, spero, ne abbia una certa comprensione e non solo lo tolleri, ma lo supporti”, ha detto Schaffner.

Interviene un esperto di aerosol

Linsey Marr, esperta nella trasmissione di malattie infettive tramite aerosol, ha affermato via e-mail che l’abbandono del mandato della maschera è ragionevole con l’avvertenza che ha senso “finché i casi rimangono bassi”.

“C’è una minore possibilità che qualcuno infetto sia sull’aereo. E sappiamo che gli aerei hanno un’eccellente ventilazione e filtraggio, che aiutano a ridurre il rischio di trasmissione su un aereo”, ha affermato Marr, professore alla Virginia Tech .

Coloro che desiderano una maggiore protezione possono comunque scegliere di indossare una maschera di alta qualità sugli aerei, cosa che Marr ha detto che intende fare durante le future ondate e durante la stagione del raffreddore e dell’influenza. E il ripristino dei mandati dovrebbe essere sul tavolo.

“Il virus è stato molto imprevedibile e dovremmo essere preparati a riportare un mandato di maschera se i casi si ripresentano o emerge una nuova variante di preoccupazione”.

Continua a esercitare cautela e cura

Il dottor Richard Dawood, uno specialista della salute dei viaggi con sede a Londra, ha una visione più provvisoria dei test di sollevamento e dei requisiti delle maschere.

Il Regno Unito, dove i casi sono aumentati di recente a causa della sottovariante BA.2, ha già abbandonato i requisiti di vaccinazione, test e quarantena per i viaggiatori e diversi vettori aerei hanno recentemente annunciato la fine delle regole sulle maschere, almeno per le destinazioni che non lo fanno t hanno i propri mandati di maschera.

Se dipendesse da lui, probabilmente non solleverebbe ancora le precauzioni Covid per i viaggi.

“Se viaggi a lungo raggio, è abbastanza rassicurante trovarsi su un volo dove sai che le persone hanno avuto un test prima della partenza”, ha detto Dawood.

Viaggiare in questo momento dovrebbe essere affrontato con cautela e attenzione, ha detto. Anche se il rischio di ammalarsi gravemente e di finire in ospedale mentre sei via è minimo, ammalarsi potrebbe interrompere significativamente il tuo viaggio.

“Penso che continuerò sicuramente a usare una maschera per la mia protezione, soprattutto se andrò a lungo raggio”.

Immagine in alto: i viaggiatori attraversano l’aeroporto internazionale di Miami il 01 febbraio 2021 a Miami, in Florida. (Joe Raedle/Getty Images)

.

Leave a Comment