Karen Telleen-Lawton: previdenza sociale: buone notizie, cattive notizie | Casa e stile di vita

Le notizie sulla previdenza sociale tendono ad arrivare in abbinamenti di buone/cattive notizie. L’adeguamento del costo della vita (COLA) è stata la buona notizia per il 2022. Gli attuali beneficiari stanno raccogliendo il 5,9% in più: l’aumento più grande in 39 anni.

L’adeguamento ha comportato un aumento mensile di circa $ 90 per un anziano di 67 anni il cui beneficio è di circa $ 1.500 al mese.

Non sorprende che gli stipendi più grandi siano stati ridotti da un aumento del costo di Medicare Parte B di oltre $ 20. Tuttavia, non è questa la coppia di notizie di cui sto parlando. La cattiva notizia della previdenza sociale è la pericolosa diminuzione del fondo fiduciario. Si prevede che il fondo si esaurirà in meno di 15 anni.

Se non vengono apportate modifiche, il sistema di previdenza sociale potrebbe comunque pagare circa il 75% delle prestazioni sulla base del reddito fiscale corrente della previdenza sociale. Benefici inferiori sarebbero un mal di testa per il budget per alcuni e una catastrofe per molti anziani. Le soluzioni politiche devono essere concordate presto, come ieri.

Con la popolarità di Social Security e Medicare tra tutti gli americani, è difficile immaginare che non verranno apportati adeguamenti per mantenere integri i benefici. Numerose soluzioni sono state proposte e supportate da vari gruppi nel corso degli anni.

Una recente proposta della Rep. John B. Larson (D-Connecticut, presidente della sottocommissione per la previdenza sociale della Camera) prevede l’aumento delle tasse sui salari modificando la formula COLA per dare più peso ai fattori che gravano più pesantemente sugli anziani, come i costi dell’assistenza sanitaria.

Un’altra potenziale soluzione al deficit di reddito della previdenza sociale è continuare ad aumentare l’età pensionabile completa (FRA) oltre i 67 anni. Attualmente, l’età pensionabile completa ha 66 anni se sei nato tra il 1943 e il 1954. La FRA cresce di due mesi all’anno per anziani più giovani, raggiungendo un massimo attuale di 67 per i nati nel 1960 o dopo.

Alcuni ritengono che se viene emanato un FRA più elevato, le categorie salariali del lavoro dovrebbero essere escluse perché è più difficile continuare i lavori pesanti sul lavoro fisico negli anni più vecchi.

Altre opzioni per il recupero dei fondi fiduciari includono l’aumento del tetto del reddito soggetto alle tasse di previdenza sociale e un’ulteriore tassazione del reddito di previdenza sociale. Attualmente, fino all’85% del reddito della previdenza sociale è soggetto all’imposta sul reddito.

La vita è piena di shock nonostante la nostra attenta pianificazione. La Grande Recessione, la pandemia e, sempre più, le ricadute economiche dei cambiamenti climatici devastano i nostri piani e budget. Che siano prese per motivi di salute o di stile di vita, le decisioni su quando andare in pensione e quando riscuotere i benefici sono cruciali.

Nella maggior parte dei casi, i pensionati che scelgono di riscuotere i benefici della previdenza sociale prima della loro piena età pensionabile devono affrontare un beneficio inferiore per il resto della loro vita.

La pandemia ha messo in evidenza ed esacerbato i problemi esistenti nella forza lavoro più anziana. Un sondaggio dell’Employee Benefit Research Institute e della Greenwald Research ha rilevato che il 53% dei pensionati afroamericani e ispanici ha dichiarato di essersi ritirato prima del previsto, rispetto al 46% dei pensionati bianchi americani. Il 40% dei neri e degli ispanici andati in pensione lo ha fatto per motivi di salute, rispetto al 32% dei bianchi.

I benefici della previdenza sociale forniscono circa il 40% del reddito medio da pensione dell’americano. È un ritorno sull’investimento decente, soprattutto considerando che molti non sarebbero stati disposti o in grado di mettere da parte i soldi lungo la strada. Il resto deve essere generato dal risparmio o, per i fortunati, dalle pensioni.

Mentre aspetto il mio primo deposito automatico di Social Security, penso a coloro il cui duro lavoro ha fatto sì che ciò accadesse. Franklin D. Roosevelt firmò il Social Security Act nel 1935, tre anni dopo aver proposto un “New Deal” istigato dalla Grande Depressione.

Il sito web della previdenza sociale ha un resoconto sorprendentemente dettagliato e interessante della storia. Leggere questo mi ha ricordato gli alti e bassi della politica e quanto dobbiamo a tanti dei nostri antenati.

— Karen Telleen-Lawton serve anziani e pre-senior come preside di Decisive Path Fee-Only Financial Advisory a Santa Barbara. Puoi contattarla con le tue domande sulla pianificazione finanziaria all’indirizzo [email protected]. Clicca qui per leggere le colonne precedenti. Le opinioni espresse sono le sue.

.

Leave a Comment